Eupatoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eupatoria
rajon
(RU) Evpatorija (Евпатория)
Eupatoria – Stemma Eupatoria – Bandiera
Eupatoria – Veduta
Dati amministrativi
Stato Russia Russia
Distretto federale Crimea
Soggetto federale Non presente
Presidente Andrij Danylenko
Territorio
Coordinate 45°12′N 33°22′E / 45.2°N 33.366667°E45.2; 33.366667 (Eupatoria)Coordinate: 45°12′N 33°22′E / 45.2°N 33.366667°E45.2; 33.366667 (Eupatoria)
Superficie 65 km²
Abitanti 106 250 (2005)
Densità 1 634,62 ab./km²
Altre informazioni
Lingue Russo
Cod. postale 97400 - 97490
Prefisso +380 6569
Fuso orario
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Eupatoria
Eupatoria – Mappa
Sito istituzionale

Eupatoria, in russo Evpatorija (Евпатория), in ucraino Jevpatorija (Євпаторія), in tataro di Crimea Kezlev, è una città della Crimea sul Mar Nero, terza per popolazione della penisola con 106.250 abitanti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Venne fondata da coloni greci nel 497 a.C. col nome di Kerkinitis. Faceva parte dei possedimenti di Mitridate VI, re del Ponto. Dal VII al X secolo fu un possedimento dei Cazari, che la chiamarono Guzliev (letteralmente "bella casa"). Fu poi soggetta ai Kipčaki, ai Mongoli, poi fece parte del Khanato di Crimea. In questo periodo fu chiamata Kezlev dai Tatari di Crimea e Gözleve dagli Ottomani.

Nel 1783 fu annessa all'Impero Russo, che le diedero ufficialmente il nome Eupatoria nel 1784. Durante la Guerra di Crimea fu brevemente occupata dai britannici, dai francesi e dai turchi. Fu teatro il 17 febbraio 1855 della battaglia di Eupatoria, che impedì ai Russi di riprendere la città.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica
1897 1911 1920 1926 1939 1959
17 900 30 400 30 200 23 000 47 000 57 000
1970 1974 1981 1989 2001 2005
79 000 88 000 97 000 107 792 105 915 106 250

Economia[modifica | modifica sorgente]

Il porto di Eupatoria era il 12° dell'Ucraina per il traffico di merci, che è stato di 1.830.000 tonnellate nel 2005.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]