Enrico Rava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico Rava
Fotografia di Enrico Rava
Nazionalità Italia Italia
Genere Jazz
Periodo di attività 1957 – in attività
Etichetta ECM
Album pubblicati 31
Sito web

Enrico Rava (Trieste, 20 agosto 1939) è un trombettista, compositore, scrittore e flicornista italiano di musica jazz.

Si tratta di uno dei jazzisti italiani più noti internazionalmente, anche grazie ad una lunga attività oltreoceano. Le sue influenze principali nel campo del Jazz sono Miles Davis e Chet Baker. Ha al suo attivo più di novanta registrazioni delle quali una trentina da solista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Trieste nel 1939 per caso, come ha raccontato egli stesso[1]; di famiglia piemontese da generazioni, è cresciuto a Torino dove ha cominciato a suonare da autodidatta il trombone in bande dixieland. Trasferitosi a Roma nei primi anni sessanta, ha avuto modo di collaborare con importanti musicisti, in particolare con Gato Barbieri e con Steve Lacy. Con il primo ha registrato nel 1962 la colonna sonora del film di Giuliano Montaldo Una bella grinta. Con Steve Lacy ha suonato in un quartetto e si è trasferito in Argentina per qualche tempo, dove ha registrato nel 1966 The Forest and the Zoo, considerato uno dei dieci dischi essenziali del free jazz[2].

Da lì, nel 1967 si è trasferito a New York, dove ha vissuto e lavorato per una decina d'anni collaborando fra gli altri con la Jazz Composer Orchestra e partecipando all'incisione dell'epocale disco Escalator Over the Hill di Carla Bley. Ha collaborato con importanti musicisti come Lee Konitz, Pat Metheny, Michel Petrucciani, John Abercrombie, Joe Henderson, Paul Motian, Richard Galliano, Miroslav Vitous, Joe Lovano e Roswell Rudd.

Enrico Rava

Nel 1972 incide il suo primo album da leader di un quartetto, Il giro del giorno in 80 mondi. Con questa nuova formazione suona in vari club newyorkesi, in giro per l'Argentina e l'Europa riscuotendo molti consensi. In seguito ha registrato numerosissimi album con musicisti italiani, americani ed europei, fra i quali il saxofonista Massimo Urbani, il pianista Stefano Bollani, il chitarrista John Abercrombie.

Nel 1975, partecipa, non accreditato per l'usanza dell'epoca, al disco di Giuni Russo: "Love is A Woman".

Attualmente è leader di un quintetto in cui figurano Gianluca Petrella al trombone, Roberto Gatto alla batteria, Rosario Bonaccorso al basso e Andrea Pozza (che ha sostituito Stefano Bollani) al pianoforte, con cui ha registrato vari dischi per la ECM.

Nel 2009 l'Auditorium Parco della Musica di Roma lo ha incaricato della direzione del Jazz Lab con il quale ha realizzato alcuni progetti, quali Rava suona Gershwin e Rava on the dance floor, basato su musiche di Michael Jackson riarrangiate con Mauro Ottolini.

Nel 2007 ha ricevuto una Nomination come Best Jazz Act per il prestigioso Italian Jazz Awards l'Oscar Italiano del Jazz votato dal pubblico e nel 2008 ha ottenuto una Nomination come Best Jazz Album con "The Third Man", in duetto con Stefano Bollani, per la seconda Edizione degli Italian Jazz Awards.

Spesso Rava ha suonato in dischi di musica leggera, ad esempio in Come sarà mio figlio di Mario Castelnuovo, La disciplina della Terra di Ivano Fossati e Ti ricordi? No non mi ricordo di Gino Paoli e Ornella Vanoni.

Fiorello ha inventato il personaggio di Paolo Fava, trombettista jazz dai lunghi capelli bianchi, imitando proprio Enrico Rava; i due si sono conosciuti lavorando ad un audiolibro realizzato dalla Rai e tratto dal primo romanzo di Andrea Camilleri[3].

Dal 3 dicembre 2014 è cittadino onorario di Chiavari (provincia di Genova).[4]

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Rava, che è anche flicornista, ha una tecnica strumentale non virtuosistica e una sonorità calda e personale. Il suo fraseggio, semplice e melodicamente espressivo, è caratterizzato da repentine ascese al registro acuto e si esprime meglio su tempi lenti e medi e sulle strutture armonicamente poco complesse delle sue composizioni.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Enrico Rava è anche autore di due libri: il primo, pubblicato nel 2004 da Minimum Fax e scritto in collaborazione con Alberto Riva, si intitola Note necessarie. Come un'autobiografia, e racchiude anche un cd antologico del musicista.

Ad esso è seguito Incontri con musicisti straordinari. La storia del mio jazz, pubblicato nel 2011 da Feltrinelli.

Gruppi[modifica | modifica wikitesto]

  • Enrico Rava e Stefano Bollani Duo
  • Enrico Rava e Gianluca Petrella Duo
  • Enrico Rava Quintet
    • Enrico Rava - tromba
    • Gianluca Petrella - trombone
    • Andrea Pozza - piano
    • Rosario Bonaccorso - contrabbasso
    • Roberto Gatto - batteria
    • Roswell Rudd come special guest - trombone
  • Enrico Rava New Generation featuring Mauro Ottolini
    • Enrico Rava - tromba
    • Mauro Ottolini - trombone, tuba
    • Giovanni Guidi - piano
    • Stefano Senni - contrabbasso
    • João Lobo - batteria
  • Enrico Rava Generation
    • Enrico Rava - tromba
    • Gianluca Petrella - trombone
    • Giovanni Guidi - piano
    • Stefano Senni - contrabbasso
    • Fabrizio Sferra - batteria
  • Enrico Rava Pianoless Four
    • Enrico Rava - tromba
    • Gianluca Petrella - trombone
    • Rosario Bonaccorso - contrabbasso
    • Aldo Romano - batteria
  • Enrico Rava Special Edition

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Pubblicazione Etichetta discografica Titolare Album
Jazz a confronto, 14  ? Horo Enrico Rava
The forrest and the zoo 1966 ESP Steve Lacy (con E.Rava, Johnny Dyani, Louis Moholo)
Stereokonitz 1968 RCA Lee Konitz (con E.Rava, F.D'Andrea, G.Tommaso, G.Munari)
Crucial moment 1968 Rearward / Schema Rec. Giorgio Azzolini (con E.Rava, F.D'Andrea, A.Romano)
Escalator over the hill 1971 JCOA Carla Bley, Mike Mantler
Il giro del giorno in 80 mondi 1972 Black Saint Enrico Rava
The Katcharpari Rava 1973 MPS Enrico Rava
Quotation marks 1974 JAPO Enrico Rava
The pilgrim and the stars 1975 ECM Enrico Rava
The plot 1976 ECM Enrico Rava
The new village on the left... 1976 Black Saint Marcello Melis (con E.Rava, Roswell Rudd, Don "Famoudou" Moye, Gruppo Rubanu)
Quartet 1978 ECM Enrico Rava
Andanada 1983 Soul Note Enrico Rava Quintet
Rava string band 1984 Soul Note Enrico Rava
Little red moon 1985 Soul Note Archie Shepp (con E.Rava, Siegfried Kessler, Wilbur Little, Clifford Jarvis)
Secrets 1986 Soul Note Enrico Rava Quintet
Volver 1988 ECM Enrico Rava / Dino Saluzzi Quintet
Quatre 1989 Gala Rava, D'Andrea, Vitous, Humair
I'll be around 1989 Soul Note Tiziana Ghiglioni, Enrico Rava, Mal Waldron
What a day! 1990 Gala Enrico Rava
Bella 1990 Philology E.Rava E.Pieranunzi E.Pietropaoli R.Gatto
Nausicaa 1993 Egea E.Rava E.Pieranunzi
Rava l'opera va 1993 Label Bleu Enrico Rava
Chanson 1994 Label Bleu E.Rava R.Galliano R.Marcotulli E.Pietropaoli
for BIX and POPS 1994 Philology E.Rava F.D'Andrea
Electric Five 1995 Soul Note Enrico Rava
Rava Carmen 1995 Label Bleu Enrico Rava
Italian Ballad 1996 Venus E.Rava Electric Five
Icon 1996 Flex Records E.Rava C.Fasoli F.D'Andrea
Ragazzi Selvaggi 1996 Ricordi E.Rava
D.N.A. 1996 Giant of Jazz Enrico Rava & Mario Rusca
Noir 1997 Label Bleu Enrico Rava Electric Five
L'age mur 1997 Philology Lee Konitz - Enrico Rava Quartet
Certi angoli segreti 1998 Label Bleu Enrico Rava
Shades of Chet 1999 Via Veneto E. Rava, P. Fresu
Andata senza ritorno 1999 YVP E.Rava - M.Magnoni - J.Allouche - P.Danielsson - S.Lazarevitch
Rava play Rava 1999 Philology E.Rava - S.Bollani
Duo en Noir 1999 Between the Line Enrico Rava - Ran Blake
Live at Birdland Neuburg 1999 Double Moon Records Enrico Rava & Michael Flugel Quartet
Litania sibilante 2000 Enja Italian Instable Orchestra
Vento 2000 Label Bleu E. Rava, B.Casini
Radio Days 2000 Philology Enrico Rava, Renato Sellani
La dolce vita 2000 CAM E. Rava, G. Tommaso
Flashback 2001 Philology E. Rava, G.Basso, S.Bollani, A.Tavolazzi, M.Manzi
Smiling in Hollywood 2001 GMG music Enrico Rava / Mario Rusca Trio & Strings
Le cose inutili 2002 Philology E. Rava, R. Sellani
Play Miles Davis 2002 Label Bleu E. Rava, P. Fresu
Montreal Diary /B 2002 Label Bleu E. Rava, S. Bollani
Full of Life 2003 CAM Enrico Rava Quartet
Happiness is... 2003 Stunt Enrico Rava feat. John Abercrombie
Play Rava 2003 Philology Phil Woods Lee Konitz Enrico Rava 6et
Easy Living 2004 ECM Enrico Rava Quintet
Hope 2004 Auand Francesco Bearzatti, Enrico Rava
Flat fleet 2005 Philology Enrico Rava
Tati 2005 ECM Enrico Rava
The Third Man 2006 ECM Enrico Rava - Stefano Bollani
The Words and The Days 2007 ECM E.Rava Quintet
New York Days 2009 ECM Enrico Rava, Stefano Bollani, Paul Motian, Mark Turner, Larry Grenadier
Tribe 2010 ECM Enrico Rava Quintet (E.Rava, G.Petrella, G.Guidi, G.Evangelista, F.Sferra)
Rava on the dance floor 2012 ECM Enrico Rava

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il padre, titolare di un'azienda di spedizioni, si trovava in quel periodo in questa città per un lavoro alla dogana; cfr. Enrico Rava & Alberto Riva, Note necessarie, Minimum Fax, Roma, 2004, pag. 16
  2. ^ Giorgio Li Calzi, Che noia il jazz quando è banale, articolo pubblicato su La Stampa di domenica 13 settembre 2009, pag. 67
  3. ^ Intervista ad Enrico Rava realizzata da Antonio Lodetti; http://www.lamescolanza.com/TEMP=2008/32008/rava=0532008.htm
  4. ^ Chiavari: Enrico Rava è cittadino chiavarese

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49409190 LCCN: n91048540