Giangiacomo Feltrinelli Editore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Feltrinelli" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Feltrinelli (disambigua).
Giangiacomo Feltrinelli Editore s.r.l.
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società a responsabilità limitata
Fondazione 1954 a Milano
Fondata da Giangiacomo Feltrinelli
Sede principale Milano, via Andegari 6
Settore Editoria
Sito web www.feltrinellieditore.it

La Giangiacomo Feltrinelli Editore è una delle principali case editrici italiane.

La casa editrice nacque alla fine del 1954 a Milano. Ne è fondatore Giangiacomo Feltrinelli, che già nel 1949 aveva dato vita alla "Biblioteca G. Feltrinelli" per lo studio della storia contemporanea e i movimenti sociali, trasformata prima in istituto e succesivamente nella Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.[1]

La casa editrice sorse sulle ceneri della "Colip" (Cooperativa del Libro Popolare, 1949-54), di cui rileva una collana prestigiosa, la "Universale Economica".

"Cambiare il mondo con i libri, combattere le ingiustizie con i libri"; erano questi il movente e la meta di Giangiacomo Feltrinelli quando fondò la sua casa editrice.

Feltrinelli fece uscire libri che scossero profondamente le coscienze di molti (e causarono a lui anche più di un processo[senza fonte]); pubblicò autori del terzo mondo, letteratura politica e romanzi che fecero scandalo, come quelli di Henry Miller e due capolavori letterari di rilievo internazionale: nel 1957 Il dottor Živago di Boris Pasternak - pubblicato tra mille difficoltà - e, nel 1958, Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Giorgio Bassani ne è stato direttore editoriale.

Librerie La Feltrinelli[modifica | modifica sorgente]

Con 124 punti vendita[2] in 57 città, La Feltrinelli è una delle principali catene italiane di librerie e negozi di musica. I punti vendita sono suddivisi in diverse tipologie, in base ai prodotti venduti e alla localizzazione:

  • La Feltrinelli librerie, il più tradizionale punto vendita Feltrinelli, il primo dei quali aprì a Pisa nel 1957 (32 librerie)
  • La Feltrinelli Libri e Musica, in cui l'offerta libraria è integrata da dischi, dvd e videogiochi, con 30 punti vendita[3]
  • La Feltrinelli Village, 27 librerie situate all'interno di centri commerciali[4]
  • La Feltrinelli Express, 11 punti vendita situati all'interno di stazioni e aeroporti[5]
  • RED La Feltrinelli, RED è l'acronimo per "Read, Eat e Dream" (Leggi, Mangia e Sogna), poiché la libreria è anche un ristorante e un punto vendita di prodotti alimentari biologici e artigianali.[6] Al momento sono aperti 2 RED: a MIlano e Firenze.
  • La Feltrinelli Point, un franchising di 15 librerie aperte in piccole e medie città[7]
  • Ricordi Media Stores, catena italiana per la distribuzione di musica, dove si possono trovare Cd, dischi, video, spartiti, partiture, prodotti multimediali, strumenti, libri, biglietti per concerti.[8]. Al giugno 2014 rimangono solamente 2 punti vendita dello storico marchio Ricordi Media Stores quello di bologna in via Ugo Bassi[9] e quello di Milano all'interno della Galleria Vittorio Emanuele II[10]. Il secondo punto vendita è destinato a trasformarsi in un punto vendita La Feltrinelli in seguito all'accordo di riorganizzazione degli spazi all'interno della galleria intercorso tra Prada e Feltrinelli[11].

Delle cinque librerie La Feltrinelli International, specializzate in libri nelle principali lingue straniere e materiali per l'apprendimento linguistico[12] rimane solo quella di Roma.

Nasce la Holding[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 viene costituita la Holding Effe 2005 che riporta sotto la sua ala sia la casa editrice sia le Librerie Feltrinelli. Il primo frutto di questo nuovo assetto è il negozio virtuale La Feltrinelli.it. Nel 2008 il Gruppo Feltrinelli acquisisce la maggioranza di PDE (Promozione Distribuzione Editoria), che con i suoi 5.000 punti vendita è la seconda realtà distributiva italiana. Nel 2014 Messaggerie e il Gruppo Feltrinelli danno vita ad una joint venture creando un polo di distribuzione da 70 milioni di libri all'anno[12].

case editrici[modifica | modifica sorgente]

  • Apogeo,
  • Kowalski
  • Eskimosa
  • Edizioni Gribaudo
  • Vita
  • Urra
  • Editorial Anagrama (10%), in lingua spagnola

laFeltrinelli.it[modifica | modifica sorgente]

Il primo tentativo di commercio elettronico da parte del gruppo Feltrinelli risale all'ottobre 1999, quando in compartecipazione aziendale con Kataweb (gruppo l'Espresso) viene inaugurata la libreria virtuale Zivago.com [1], ma l'iniziativa fallisce due anni dopo quando il 27 settembre del 2001 il sito viene chiuso e la società viene messa in liquidazione [2]. Nel 2005 il gruppo Feltrinelli, dopo aver riunito sotto la Holding Effe sia la casa editrice sia i punti vendita, decide di presidiare il canale digitale con la creazione del sito www.lafeltrinelli.it. Nasce così un portale che distribuisce una vasta gamma di prodotti: oltre a libri, anche dvd, videogiochi, ereader e altro. Il sito si propone anche come aggregatore di opinioni, consigli e informazioni sui prodotti offerti, scambiate direttamente dagli utenti secondo le modalità della Rete.

TV[modifica | modifica sorgente]

L'11 maggio 2013 viene lanciato il canale televisivo LaEFFE, con la collaborazione del gruppo editoriale L'Espresso, sul canale 50 del digitale terrestre.

Scuola Holden[modifica | modifica sorgente]

Nel 2012 il Gruppo Feltrinelli è entrato con una partecipazione del 49,8% nel capitale sociale della Scuola Holden, la scuola di scrittura e storytelling fondata da Alessandro Baricco nel 1994.

Feltrinelli entra nella ristorazione[modifica | modifica sorgente]

A marzo 2013 l'Antica Focacceria San Francesco S.p.A. è passata a EFFE 2005 per il 95%. La holding dal gruppo Feltrinelli già possedeva il 49%. Antica Focacceria San Francesco gestirà gli spazi ristorativi all'interno dei punti vendita Feltrinelli e i tre ristoranti di proprietà: i RED di Roma, Firenze e Milano[13].

Libri dei primi anni[modifica | modifica sorgente]

1955

1957

1958

1959

1961

1962

Collane ed opere enciclopediche[modifica | modifica sorgente]

Tra le numerose collane ed enciclopedie edite da Feltrinelli, da segnalare le seguenti:

Fonte: Feltrinelli 1955-2005, Catalogo storico.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.
  2. ^ "Librerie di proprietà"
  3. ^ La Feltrinelli Libri e Musica
  4. ^ La Feltrinelli Village
  5. ^ La Feltrinelli Express
  6. ^ La Feltrinelli RED
  7. ^ http://www.lafeltrinelli.it/fcom/it/home/pages/puntivendita/Franchising/elenco.html La Feltrinelli Point
  8. ^ Ricordi Media Stores
  9. ^ http://www.lafeltrinelli.it/fcom/it/home/pages/puntivendita/negozi/trova/emiliaromagna/RicordiMediaStores-Bologna.html
  10. ^ http://www.lafeltrinelli.it/fcom/it/home/pages/puntivendita/negozi/trova/lombardia/RicordiMediaStores-Milano.html
  11. ^ http://www.ilghirlandaio.com/design/94023/entra-versace-prada-si-allarga-e-feltrinelli-si-ridimensiona-cos-cambia-il-salotto-di-milano/
  12. ^ Nozze tra Feltrinelli e Messaggerie un polo da 70 milioni di libri l’anno.
  13. ^ "Feltrinelli entra nella ristorazione

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]