Corona di sant'Edoardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un disegno della corona di sant'Edoardo.
La corona araldica di sant'Edoardo

La corona di sant'Edoardo è uno dei gioielli della corona britannica.

È la corona utilizzata tradizionalmente per incoronare i nuovi sovrani. Si tratta della stessa corona usata dal 1661 per l'incoronazione dei re, a sostituzione della corona distrutta sotto l'ordine di Oliver Cromwell durante la guerra civile inglese. Pare sia la copia della corona di Edoardo il Confessore, la quale incorporò materiali dalla corona di Alfredo il Grande.

L'originale corona di sant'Edoardo, indossata dal Confessore la notte di Natale del 1065, è stata utilizzata per l'incoronazione di Guglielmo I d'Inghilterra nel Natale 1066, e, successivamente, dai re normanni fino all'incoronazione di Giovanni d'Inghilterra nell'anno 1199. Il re Enrico III d'Inghilterra, è stato incoronato nell'ottobre 1216 con una diadema con fogliame.

L'attuale corona è nota per contenere l'oro proveniente dalla corona distrutta da Cromwell. È anche rinomata per contenere perle di proprietà della regina Elisabetta I.

La corona di sant'Edoardo comprende una base con quattro croci alternate a quattro gigli, sopra i quali gli archetti sono sormontati da una croce. All'interno è presente un berretto di velluto bordato di ermellino. La corona è realizzata in oro con 444 pietre preziose.

La regina Vittoria ed il re Edoardo VII scelsero di non essere incoronati con la corona di sant'Edoardo per via del peso, 2.155 grammi, preferendo la più leggera corona imperiale di stato.

La corona di sant'Edoardo è simbolo dell'autorità reale britannica all'interno del Commonwealth dal 1953 e può essere vista su tutti gli stemmi britannici ufficiali.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Regno Unito Portale Regno Unito: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Regno Unito