Corona dei Paesi Bassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La corona Reale dei Paesi Bassi

L'attuale corona dei Paesi Bassi è di fabbricazione abbastanza recente. Nel 1813 il nuovo principe sovrano dei Paesi Bassi, Guglielmo I, figlio ed erede dell'esiliato Guglielmo V di Orange-Nassau, venne proclamato re ad Amsterdam. Tuttavia nessuna corona era presente alla cerimonia.

Quando, nel 1815, Guglielmo I venne proclamato "re dei Paesi Bassi" a Bruxelles, non gli venne posta sul capo una corona, anche se era presente un grosso ed inindossabile oggetto in rame dorato, perle e vetro colorato. I quattro fori nel cerchio, le particolari dimensioni e la mancanza del conto del gioielliere fa supporre che quella sia stata la vecchia corona funebre settecentesca che veniva legata ad un cuscino sulla parte superiore della bara quando i cortei funebri dei sovrani viaggiavano alla volta di Delft, tradizionale luogo di sepoltura della Casa d'Orange-Nassau.

Nel 1840 il re Guglielmo I abdicò e venne realizzata una nuova corona. Questa corona non contiene diamanti o perle, è fatta in argento dorato e sfere in pasta di vetro colorata. Il rivestimento interno è di velluto rosso. Guglielmo II dei Paesi Bassi ed i suoi successori hanno scelto di non indossarla, ma di lasciarla sopra un tavolo speciale durante le cerimonie. La corona reale è utilizzata anche nei funerali.

La corona dei Paesi Bassi non è normalmente esposta al pubblico. È stato possibile vederla solo nelle incoronazioni del 1890, 1948, 1980, 2013, ad un funerale nel 1934 e ad una mostra nel 1990.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paesi Bassi