Corno alpino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corno alpino
Informazioni generali
Classificazione Aerofoni a bocchino
Famiglia Trombe naturali
Utilizzo
Musica medievale

Il corno alpino è uno strumento aerofono di origine antichissima; Tacito lo chiama cornu alpinum citandolo nella sua opera: De origine et situ Germanorum[1].

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Strutturalmente è un lungo tubo conico in legno di larice o abete, senza fori né chiavi; gli strumenti moderni possono essere smontati per il trasporto. La tonalità dello strumento dipende dalla sua lunghezza, che può variare dai 2,45 ai 4,13 metri.

Essendo un corno naturale, può emettere un limitato numero di note, ossia i soli armonici. Questo strumento ha un notevole sviluppo di suono, che può essere udito per alcuni chilometri intorno; difatti la sua funzione originaria, fra i pastori, era di segnalazione.

Produttori di corni delle Alpi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il corno delle alpi. URL consultato il 17-08-2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]