Ciscaucasia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le regioni del Caucaso settentrionale della Federazione Russa

La Ciscaucasia o Caucaso del Nord è la parte settentrionale della regione del Caucaso compresa tra il Mar Nero e Mar Caspio (Russia europea). Il termine è anche usato come sinonimo della regione economica del Caucaso settentrionale della Russia.

Politicamente, il Caucaso settentrionale (il territorio a nord della catena montuosa del Caucaso Maggiore) include le repubbliche russe del Caucaso del Nord come pure molte regioni della Georgia e Azerbaigian. Come parte della Federazione Russa, la regione del Caucaso settentrionale viene inclusa nel Distretto Federale Meridionale ed è costituita da Kraj di Krasnodar, Kraj di Stavropol, e le repubbliche constituenti, approssimativamente da ovest a est: Adigezia, Caracievo-Circassia, Kabardino-Balkaria, Ossezia Settentrionale-Alania, Inguscezia, Cecenia e Daghestan.[1] Fin dall'ottobre del 2007, i separatisti e i soldati del fronte caucasico condotti da Dokka Umarov e Akhmed Yevloyev hanno rivendicato tutte le regioni ciscaucasiche dalla Circassia al Mar Caspio come parte dell'emirato islamico governato dalla legge della sharia. Questo proclamato Emirato del Caucaso ha incontrato l'opposizione nella regione del Caucaso da parte degli apologeti della Repubblica Cecena di Ichkeria.

Nella Georgia, il Caucaso settentrionale include le regioni di Tusheti, Khevsureti e Khevi. [senza fonte]

Nell'Azerbaigian, il Caucaso del nord comprende le regioni nord-orientali. [senza fonte]

Geograficamente, il termine Caucaso del Nord comprende i declivi settentrionali e l'estremità occidentale della catena montuosa del Caucaso Maggiore, come pure una parte dei declivi meridionali a ovest (fino al fiume Psou). La regione della steppa pontico-caspica viene spesso anche definita come "Caucaso del Nord", perciò il confine settentrionale della regione geografica viene generalmente considerato essere la depressione del Kuma-Manyč. Essa è delimitata dal Mar d'Azov e dallo Stretto di Kerch a ovest, e dal Mar Caspio a est. In base alla "comunemente accettata divisione" che separa l'Europa dall'Asia, la maggior parte della regione ciscaucasica giace in territorio europeo.[2]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Una piccola cartina schematica delle regioni può essere consulata qui
  2. ^ Concise Atlas of the World, seconda edizione (2008),

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Alla ricerca di Dio e Libertà: risposte sufi all'avanzata russa nel Caucaso settentrionale di Anna Zelkina
  • (EN) La Russia nel mondo attuale. Una nuova geografia di Denis J. B. Shaw, Institute of British Geographers

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]