Carlo Vittorio Amedeo Ignazio delle Lanze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Carlo Vittorio Amedeo delle Lanze)
Carlo Vittorio Amedeo Ignazio delle Lanze
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Nato 1º settembre 1712, Torino
Ordinato presbitero 1736
Consacrato arcivescovo 1747
Creato cardinale 10 aprile 1747 da papa Benedetto XIV
Deceduto 23 gennaio 1784

Carlo Vittorio Amedeo Ignazio Delle Lanze (Torino, 1º settembre 1712Abbazia di San Benigno, 23 gennaio 1784) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Torino il 1º settembre 1712 da Carlo Francesco Agostino, conte delle Lanze e di Vinovo[1] e da Barbara Piossasco di Piobesi.

Intrapresa inizialmente la carriera militare, decise di dedicarsi a quella ecclesiastica ed intraprese gli studi a Roma presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica, terminandoli poi al Torino. Nel 1731 ebbe il suddiaconato, divenendo successivamente diacono e poi sacerdote nel 1736. Molto vicino inizialmente al giansenismo, rientrò successivamente nell'ortodossia cattolica.

Fu abate dell'Abbazia di San Giusto di Susa e di quella di Lucedio.

Papa Benedetto XIV lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 10 aprile 1747 con il Titolo (diaconia) dei Santi Cosma e Damiano. Nello stesso anno venne consacrato vescovo e nominato Aricivescovo titolare di Nicosia (Cipro), carica che mantenne fino al 1773.

Nel 1749 divenne Abate Commendatario dell'Abbazia di Fruttuaria (o di San Benigno, nel Canavese), carica che mantenne fino alla morte.

Nel 1775 fu nominato da papa Pio VI Prefetto della Sacra Congregazione del Concilio Tridentino, carica che tenne fino alla morte.

Cambiò numerose volte il titolo cardinalizio, destinando poi gl'introiti derivanti dall'ultimo (Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina) alla causa di beatificazione di Benedetto Giuseppe Labre.[2]

Morì nell'Abbazia di Fruttuaria e fu ivi sepolto. Con lui si estinse la famiglia comitale dei Delle Lanze.

Conclavi[modifica | modifica sorgente]

Durante il suo periodo di cardinalato Carlo Vittorio Amedeo delle Lanze partecipò ai conclavi:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Francesco Agostino della Lanze era ufficialmente figlio di Carlo delle Lanze, conte di Sales, e di Gabriella di Mesme di Marolles. In realtà il padre naturale fu Carlo Emanuele II di Savoia del quale la madre era l'amante. Vedi: L. De Mauri, Vinovo et ses Porcelaines, Piantanida Valcarenghi Editori, Milano, 1923, pag. 15
  2. ^ The Cardinals of the Holy Roman Church

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (FR) L. De Mauri, Vinovo et ses Porcelaines, Milano, Piantanida Valcarenghi Editori, 1923.
  • V. Fascio, NeroFruttuaria. Il segreto Delle Lanze, Torino, Carta e Penna Editore, 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Successioni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Arcivescovo titolare di Nicosia Successore Archbishop CoA PioM.svg
Raniero Felice Simonetti 1747 - 1773 Giuseppe Vicentini
Predecessore Cardinale diacono dei Santi Cosma e Damiano Successore CardinalCoA PioM.svg
Mario Bolognetti luglio - ottobre 1747 Ludovico Maria Torriggiani
Predecessore Cardinale presbitero di San Sisto Successore CardinalCoA PioM.svg
Luigi Maria Lucini, O.P. 1747 - 1758 Giuseppe Agostino Orsi, O.P.
Predecessore Cardinale presbitero di Sant'Anastasia Successore CardinalCoA PioM.svg
Giacomo Oddi 1758 - 1763 Lodovico Calini
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Prassede Successore CardinalCoA PioM.svg
Giacomo Oddi 1763 - 1783 Vitaliano Borromeo
Predecessore Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina Successore CardinalCoA PioM.svg
Giuseppe Pozzobonelli 1783 - 1784 Marco Antonio Colonna
Predecessore Cardinale protopresbitero Successore CardinalCoA PioM.svg
Giuseppe Pozzobonelli 1783 - 1784 Paul d'Albert de Luynes
Predecessore Prefetto della Sacra Congregazione del Concilio Tridentino Successore Coat of arms of the Vatican City.svg
Ferdinando Maria de' Rossi 1775 - 1784 Guglielmo Pallotta