Giuseppe Agostino Orsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Agostino Orsi
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Nato 9 maggio 1692, Firenze
Creato cardinale 24 settembre 1759 da papa Clemente XIII
Deceduto 13 giugno 1761, Roma

Giuseppe Agostino Orsi (Firenze, 9 maggio 1692Roma, 13 giugno 1761) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Agostino Francesco Orsi è nato a Firenze il 9 maggio 1692. Frequentò gli studi di grammatica, retorica e filosofia presso i Gesuiti nella sua città natale. Il 21 febbraio 1708 entrò nel convento domenicano di San Domenico a Fiesole e dopo la professione religiosa assunse il nome di Giuseppe Agostino. Dopo aver frequentato gli studi di filosofia e teologia a Fiesole, fu trasferito al convento di Firenze ove perfezionò i suoi studi di filosofia scolastica, dei Padri della Chiesa e degli scrittori ecclesiastici.

Dopo l'ordinazione sacerdotale, fu nominato prefetto degli studi nel convento di San Marco a Firenze. Chiamato a Roma nel 1732, fu dapprima professore di teologia e priore del Collegio San Tommaso d'Aquino fino al 1734; in seguito divenne teologo del cardinale Neri Corsini e professore di teologia all'Università la Sapienza. Nel dicembre 1738 fu nominato segretario della Congregazione dell'Indice; nel giugno 1749 ottenne l'importante carica di Maestro del Sacro Palazzo, ossia teologo ufficiale del papa.

Fu creato cardinale-presbitero da papa Clemente XIII nel concistoro del 24 settembre 1759. Il 19 novembre 1759 ottenne il titolo cardinalizio di San Sisto.

Morì il 13 giugno 1761 a Roma. I suoi resti riposano nella basilica di San Sisto Vecchio.

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • "Dissertatio historica qua ostenditur catholicam ecclesiam tribus prioribus sæculis capitalium criminum reis pacem et absolutionem neutiquam negasse" (Milano, 1730)
  • "Dissertatio apologetica pro SS. Perpetuæ, Felicitatis et sociorum martyrum orthodoxia adversus Basnagium" (Firenze, 1728)
  • "Dell'origine del dominio e della sovranità temporale de' Romani Pontefici" (Roma, 1742)
  • "Storia ecclesiastica" (20 vols., Roma, 1747–61)
  • "Dissertazione dommatica e morale contra l'uso materiale della parola" (Roma, 1727)
  • "Dimostrazione teologica" (Milan, 1729)
  • "Dissertatio theologica de ìnvocatione Spiritus Sancti in liturgiis Græcorum et Orientalium" (Milano, 1731)
  • "Dissertationes duæ de baptismo in nomine Jesu Christi et de chrismate confirmationis" (Milano, 1733)
  • "De concordia gratiæ et liberi arbitrii" (Roma, 1734)
  • "De irreformabili Romani Pontificis in definiendis fidei controversiis judicio" (Roma, 1739)
  • "De Romani Pontificis in Synodes œcumenicos eorumque canones potestate" (Rome, 1740).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cardinale presbitero di San Sisto Successore CardinalCoA PioM.svg
Carlo Vittorio Amedeo delle Lanze
2 ottobre 1747 - 22 novembre 1758
19 novembre 1759 - 13 giugno 1761 Giovanni Molin
26 giugno 1769 - 14 marzo 1773

Controllo di autorità VIAF: 14760958