Cantando sotto la pioggia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Singin' in the Rain" rimanda qui. Se stai cercando la canzone, vedi Singin' in the Rain (brano musicale).
Cantando sotto la pioggia
Singin' in the Rain trailer.jpg
Titolo originale Singin' in the Rain
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1952
Durata 103 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.37:1
Genere musical, commedia
Regia Stanley Donen, Gene Kelly
Soggetto Adolph Green, Betty Comden
Sceneggiatura Adolph Green, Betty Comden
Produttore Arthur Freed per MGM
Distribuzione (Italia) MGM (1953)
Fotografia Harold Rosson
Montaggio Adrienne Fazan
Effetti speciali Warren Newcombe, Irving G. Ries
Musiche Nacio Herb Brown, Roger Edens, Al Goodhart, Al Hoffman
Scenografia Jacques Mapes, Edwin B. Willis, Harry McAfee
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Cantando sotto la pioggia (Singin' in the Rain) è un film del 1952 diretto da Stanley Donen e Gene Kelly, interpretato dallo stesso Gene Kelly, Donald O'Connor e Debbie Reynolds. Kelly e Donen si occuparono anche delle coreografie. Il film è ambientato alla fine degli anni venti, nel periodo di passaggio dal cinema muto al sonoro.

Trama[modifica | modifica sorgente]

A Hollywood, alla fine degli anni venti, l'attore Don Lockwood, acclamata star del muto con un passato di ballerino, musicista e stuntman, non sopporta la propria partner sullo schermo, la bionda e svampita Lina Lamont. Il successo dei primi film sonori costringe R.F. Simpson, il produttore della Monumental Pictures, a trasformare Il cavaliere spadaccino, l'ultima pellicola della coppia, in un film parlato, ma l'idea si rivela impraticabile a causa del tono di voce gracchiante e fastidioso di Lina.

Dopo uno screen test fallimentare il ballerino Cosmo Brown, il migliore amico di Don, suggerisce di trasformare il film in un musical che viene, per l'appunto, rinominato Il cavaliere della danza, nel quale Lina verrebbe doppiata dalla giovane attrice e cantante Kathy Selden di cui Don si è nel frattempo innamorato. Lina si infuria quando scopre la verità e cerca di sabotare la storia d'amore, nonché di costringere Kathy a continuare a doppiare i suoi futuri film. Alla prima il film è un enorme successo e quando a Lina viene chiesto di cantare, Don, Cosmo e R.F. la convincono a esibirsi in playback con Kathy dietro le quinte, per poi poterla smascherare alzando il sipario durante la sua esibizione e quindi rivelando il talento di Kathy.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Gene Kelly nella scena in cui canta sotto la pioggia
  • Il film Etoile sans Lumière di Marcel Blistène del 1946, in cui recita la cantante francese Edith Piaf, accanto ad Yves Montand, tratta di una giovane e brava cantante, Madeline, che presta la voce alla star del cinema Stella Dora in uno dei primi film sonori. Si presume quindi che Cantando sotto la pioggia prenda spunto dal film con la Piaf.
  • La sequenza in cui Kelly canta sotto la pioggia fu in realtà girata di giorno. L'effetto notte fu ottenuto ricoprendo la scena con teloni. Per la pioggia, fu aggiunto del latte all'acqua in modo che rendesse meglio sulla pellicola. Durante le riprese l'attore aveva oltre 39 di febbre.[1]

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Il film venne pensato dal produttore della MGM Arthur Freed come un "contenitore" di alcune delle canzoni che aveva scritto insieme a Nacio Herb Brown per i primi film musicali della MGM fra il 1929 e il 1940. Betty Comden e Adolph Green scrissero quindi la sceneggiatura pensando al modo di inserire le varie melodie.

Solo due canzoni vennero scritte appositamente per il film:

  • Make 'Em Laugh (scritta dallo stesso Freed), anche se è considerata pressoché un plagio della canzone Be a Clown di Cole Porter, che fa parte della colonna sonora del film Il pirata (1948), diretto da Vincente Minnelli e interpretato dallo stesso Gene Kelly.
  • Moses Supposes (musica di Roger Edens, testo di Comden e Green).

La canzone Singin' in the rain fu cantata per la prima volta sullo schermo da Cliff Edwards, noto come "Ukulele Ike" nel musical Hollywood che canta (1929), poi da Jimmy Durante nel film Il professore (1932), e riproposta da Judy Garland in Little Nellie Kelly (1940), per poi essere omaggiata in tutte le sue versioni in C'era una volta Hollywood (1974), raccolta celebrativa dei migliori musical della MGM. La canzone è citata anche nel film Arancia meccanica (1971) di Stanley Kubrick, quando viene ironicamente canticchiata da Alex DeLarge durante la scena dello stupro a casa dello scrittore. Singin' in the rain è stata poi riproposta nel 1977 in versione disco dal gruppo Sheila & B. Devotion.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Cantando sotto la pioggia fu il primo film in cui Adolfo Geri doppiò Gene Kelly dopo essere essere andato alla O.D.I. di Carlo D'Angelo e il relativo doppiaggio fu eseguito nell'autunno del 1952. In quell'anno infatti Adolfo Geri, dopo aver dato la voce per l'appunto sempre a Kelly in Un americano a Parigi (1951), a causa di contrasti con alcuni colleghi lasciò infatti la CDC per passare alla O.D.I. e da quel periodo in poi l'attore americano fu doppiato da altre voci, il più delle volte dal mitico Giuseppe Rinaldi. Dopo Cantando sotto la pioggia solamente altri due film di Kelly vennero mandati alla O.D.I. per curarne l'edizione italiana ovvero Les Girls e Destinazione Parigi, film entrambi del 1957 in modo che l'attore americano potesse riavere l'abitudinale brillante voce di Geri.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1989 è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[2]

Nel 1998 l'American Film Institute l'ha inserito al decimo posto della classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi e dieci anni dopo, nella lista aggiornata, è salito addirittura al quinto posto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Picture show man - singin in the rain. URL consultato il 3 aprile 2010.
  2. ^ (EN) National Film Registry, National Film Preservation Board. URL consultato il 3 gennaio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema