Quel giorno a Rio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quel giorno a Rio
Titolo originale Blame It on Rio
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1984
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere commedia, romantico
Regia Stanley Donen
Sceneggiatura Charlie Peters, Larry Gelbart
Produttore Stanley Donen, Bruce McNall
Produttore esecutivo Larry Gelbart
Casa di produzione Sherwood Productions
Fotografia Reynaldo Villalobos
Montaggio George Hively, Richard Marden
Musiche Kenneth Wannberg
Scenografia Marcos Flaksman (art director)
Trucco Dalee Henderson, Tony Lloyd
Interpreti e personaggi

Quel giorno a Rio (Blame It on Rio) è un film del 1984 diretto da Stanley Donen.

È una commedia romantica statunitense con Michael Caine, Joseph Bologna, Valerie Harper, Michelle Johnson e Demi Moore. È un remake del film francese Un moment d'égarement del 1977.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Matthew (nella versione italiana Matteo) è un quarantatrenne che porta avanti stancamente il rapporto con la moglie Karen. Insieme all'amico Victor, in procinto di divorziare, e le rispettive figlie, le giovanissime Nicole e Jennifer, decidono di fare un viaggio di distrazione a Rio. La moglie di Matthew a sorpresa parte da sola per un'altra località turistica a Bahia, per meditare su un matrimonio, a detta di lei, in crisi.

A Rio la villeggiatura scorre tranquilla con le ragazze che sempre più libere da inibizioni seguono il vortice vitale della movida brasiliana; Victor già perfettamente a proprio agio nel ruolo di scapolo libero, passa il tempo a correre dietro le gonne di belle signore in cerca di facili avventure. Solo Matthew non riesce a divertirsi, annoiato di tutto, sino a quando si ritrova solo con Jennifer, ad una festa di matrimonio brasiliano in spiaggia; scoppia la passione. Victor viene messo a conoscenza dalla figlia stessa di questa relazione, senza che lei confessi il nome dell'amante quarantenne; il padre, molto arrabbiato, va in cerca per Rio di questo misterioso amante, per picchiarlo.

Jennifer dichiara a Matthew di essere innamorata di lui sin da bambina; Matthew impaurito da questa relazione da prima la rifiuta poi cede al sentimento, sino a dichiarare a Victor che il misterioso amante della figlia è proprio lui e che ama sua figlia. Victor, sentitosi tradito dal migliore amico, decide di tagliare i ponti con lui. Intanto la figlia di Matthew, Nicole, telefona alla madre richiedendone l'intervento senza specificarne le cause. Karen vola a Rio e tra una confessione e un tentato suicidio da parte di Jennifer, si scopre che Victor aveva iniziato una relazione con la stessa Karen, ritrovandosi anche lui nel ruolo di amico traditore. Jennifer di ritorno dall'ospedale in compagnia di un giovane medico, sembra avere già dimenticato la sbandata per lo zio Matteo, decide insieme a Nicole di continuare la vacanza a Rio. Matthew e Karen si rendono conto di non possono stare l'uno lontano dall'altra e partono insieme per Bahia intenzionati a recuperare il loro matrimonio, anche Victor abbandona l'idea del divorzio e torna con la moglie.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Stanley Donen su una sceneggiatura di Charlie Peters e Larry Gelbart,[2] fu prodotto dallo stesso Donen e da Bruce McNall per la Sherwood Productions.[3] Fu girato a Rio de Janeiro[4]nel marzo del 1983.[5] Il titolo di lavorazione fu Love, Rio.[6]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito con il titolo Blame It on Rio negli Stati Uniti dal 17 febbraio 1984[6] al cinema dalla Twentieth Century Fox e per l'home video dalla Vestron Video nel 1984.[3]

Altre distribuzioni:[6]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini il film è "riuscito a metà", "vorrebbe essere brillante ed è triste". La sceneggiatura risulterebbe "banale" ed il film nel complesso "volutamente amorale".[7] Secondo Leonard Maltin "Caine è fantastico e la Johnson davvero sexy"; la sceneggiatura sembrerebbe appartenere ad una "sitcom al vetriolo". Il principale difetto risiederebbe nella colonna sonora, troppo invadente e composta da brani troppo noti.[8]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Le tagline sono:[9]

  • "You can blame the night, blame the wine, blame the moon in her eyes, but when all else fails... you'd better... Blame it on Rio!".
  • "She's the hottest thing on the beach. She's also his best friend's daughter!".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Quel giorno a Rio - American Film Institute. URL consultato il 14 marzo 2013.
  2. ^ (EN) Quel giorno a Rio - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 14 marzo 2013.
  3. ^ a b (EN) Quel giorno a Rio - IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 14 marzo 2013.
  4. ^ (EN) Quel giorno a Rio - IMDb - Luoghi delle riprese. URL consultato il 14 marzo 2013.
  5. ^ (EN) Quel giorno a Rio - IMDb - Box office / incassi. URL consultato il 14 marzo 2013.
  6. ^ a b c (EN) Quel giorno a Rio - IMDb - Date di uscita. URL consultato il 14 marzo 2013.
  7. ^ Quel giorno a Rio - MYmovies. URL consultato il 14 marzo 2013.
  8. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2009, Dalai editore, 2008, p. 1663, ISBN 8860181631. URL consultato il 14 marzo 2013.
  9. ^ (EN) Quel giorno a Rio - IMDb - Tagline. URL consultato il 14 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema