Bazaar (software)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bazaar
Logo
Sviluppatore Canonical Ltd. e la comunità
Ultima versione 2.6.0 (27 luglio 2013)
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio Python
Genere Controllo versione
Licenza GNU General Public License
(Licenza libera)
Sito web http://bazaar.canonical.com
« Next-generation distributed version control »
(Manuale di bzr su Debian stable)

Bazaar (bzr) è un sistema di controllo versione distribuito rilasciato come software libero da Canonical Ltd. È scritto in Python e fa parte del progetto GNU.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alle caratteristiche generiche di un qualunque altro software di controllo versione distribuito, Bazaar nasce per essere soprattutto semplice ed efficiente in confronto con Git.[1]

Revisioni progressive[modifica | modifica wikitesto]

Bazaar assegna un numero progressivo ad ogni revisione (commit). Ad esempio: 1, 2, 2.1.1, 3, ecc.

La sotto-numerazione è assegnata per le unioni (merge) da altri rami di sviluppo (branch).

Git invece associa ad ogni revisione un nome composto da 41 caratteri pseudo-casuali. Ad esempio: a11bef06a3f659402fe7563abf99ad00de2209e6.

Bug tracker integrato[modifica | modifica wikitesto]

Bazaar permette nativamente di interfacciarsi a qualsiasi bug tracker.[2]

Ad esempio, sapendo che tramite il comando commit si registra una revisione; si può usare commit --fixes lp:1234 per registrare una revisione aggiungendo in più che il bug https://bugs.launchpad.net/ubuntu/+bug/1234 è stato risolto.

Git invece non gestisce nativamente queste informazioni che devono per cui essere inserite come parte della descrizione delle revisioni.

Interfacce grafiche[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzo di Bazaar Explorer per la visualizzazione dell'intero log di modifiche apportate ad un software dopo una serie di modifiche effettuate da parte di altri utenti
Controllo tra due versioni di un software tramite la funzione log di Bazaar Explorer

Canonical Ltd. ha realizzato un'interfaccia grafica per Bazaar, chiamata Bazaar Explorer[3]. Una delle funzionalità fornite da questa interfaccia è la possibilità di visualizzare graficamente e in modo semplice tutti cambiamenti apportati al codice sorgente a livello di contenuto fra due versioni di un software.[4] Fra altre caratteristiche, è particolarmente apprezzabile la visualizzazione dell'intero storico del progetto (il log).[5]

Sono da citare anche QBzr[6], QBzr-Eclipse Plugin[7], TortoiseBZR[8], Bazaar GTK+ Frontends[9] e molte altre valide alternative a Bazaar Explorer.[10]

Tutti questi software, compreso Bazaar Explorer, sono software libero.

Adozione[modifica | modifica wikitesto]

Hosting che offrono Bazaar[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni siti web che forniscono hosting gratuito per repository Bazaar sono i seguenti:

Progetti che usano Bazaar[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni dei progetti più rilevanti che usano Bazaar come sistema di controllo di versione:

e molti altri.[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Canonical Ltd., Why Switch to Bazaar? in Bazaar Migration Docs, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
    «Some Git fans claim Git is now as easy to learn as Bazaar or Mercurial. With respect, we strongly disagree. For example, read and compare the help for the log command across the various tools: 4 pages for bzr log, one page for svn log, 26 pages for git log, and one page for hg log. How many of the 26 pages of help for git log do you honestly understand? Could you explain it to everyone in your team? Wouldn’t you prefer a tool like Bazaar where log just does the right thing, following renames and sorting topologically, without needing to be specially asked? We certainly do. Of course, log is just one command. Go ahead and repeat the above test on any other commonly used operation like add, diff or commit. Git is undoubtedly powerful but, in our view, it’s far more complex than a version control tool needs to be for most people.».
  2. ^ (EN) Canonical Ltd., Why Switch to Bazaar? in Bazaar Migration Docs, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
    «As shown, bugs can be associated with changes.».
  3. ^ (EN) Canonical Ltd., Bazaar Explorer in Launchpad in Launchpad, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
  4. ^ (EN) Canonical Ltd., Our Vision - Bazaar Explorer in Bazaar Explorer - Version Control for Human Beings, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
    «Unlike many other version control applications, the focus is on managing branches and changes, rather than directories and files. For example, it’s easy to see exactly what’s changed in a branch and how it differs from it parent branch.».
  5. ^ (EN) Canonical Ltd., Bazaar Explorer - Version Control for Human Beings in Key Features - Bazaar Explorer, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
    «Bazaar Explorer provides easy access to Bazaar’s log file».
  6. ^ (EN) QBzr in Launchpad in Launchpad, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
  7. ^ (EN) QBzr-Eclipse Plugin in Launchpad in Launchpad, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
  8. ^ (EN) TortoiseBZR in Launchpad in Launchpad, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
  9. ^ (EN) Bazaar GTK+ Frontends in Launchpad in Launchpad, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
  10. ^ (EN) 3rdPartyTools in Bazaar, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
  11. ^ (EN) Ubuntu in Launchpad, Canonical. URL consultato il 3 giugno 2014.
  12. ^ (EN) MySQL in Launchpad in Launchpad. URL consultato il 3 giugno 2014.
  13. ^ (EN) Bzr checkout in Stellarium Wiki. URL consultato il 15 febbraio 2011.
  14. ^ (EN) OpenShot Video Editor in Launchpad in Launchpad. URL consultato il 3 giugno 2014.
  15. ^ (EN) Inkscape in Launchpad in Launchpad. URL consultato il 3 giugno 2014.
  16. ^ (EN) Bazaar in Launchpad in Launchpad. URL consultato il 3 giugno 2014.
  17. ^ (EN) Gwibber in Launchpad in Launchpad. URL consultato il 3 giugno 2014.
  18. ^ (EN) Exaile in Launchpad in Launchpad. URL consultato il 3 giugno 2014.
  19. ^ (EN) Zope.org in Launchpad in Launchpad. URL consultato il 3 giugno 2014.
  20. ^ (EN) Launchpad, Canonical Ltd.. URL consultato il 3 giugno 2014.
    «Featured projects».

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di software libero