Stellarium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stellarium
Logo
Screenshot di Stellarium
Screenshot di Stellarium
Sviluppatore Fabien Chéreau
Ultima versione 0.12.4 (28 settembre 2013)
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio
Genere Educazione
Licenza GNU General Public License
(Licenza libera)
Sito web www.stellarium.org/

Stellarium è un planetario virtuale realizzato mediante software, libero secondo i termini della GNU General Public License; disponibile per Linux, Windows e Mac OS X.

Questo software usa OpenGL per fornire una rappresentazione del cielo in tempo reale. Con Stellarium è possibile vedere oggetti alla portata di grandi telescopi.

Stellarium è stato sviluppato dal francese Fabien Chéreau, che ha lanciato il progetto nell'estate del 2001. Tra gli altri sviluppatori si annoverano Robert Spearman, Johannes Gajdosik, Matthew Gates, Nigel Kerr e Johan Meuris.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Stellarium contiene una vasta gamma di caratteristiche che lo rendono un planetario apprezzato nell'àmbito della didattica astronomica, tuttavia l'impossibilità di stampare carte celesti unita ad imprecisioni nel posizionamento dei corpi del sistema solare e la mancanza di un sistema di ricerca automatica di vari fenomeni astronomici, ne impediscono l'uso per scopi di ricerca[1].

La predetta vocazione eminentemente didattica ha fruttato un riconoscimento ufficiale assegnato nel 2006 alla versione 0.7.1 del programma[2].

Caratteristiche del cielo[modifica | modifica sorgente]

Interfaccia[modifica | modifica sorgente]

  • un potente zoom
  • controllo della data e dell'ora
  • interfaccia multilingua
  • possibilità di creare script personalizzati
  • proiezione del cielo per planetari
  • proiezione sferica
  • adattamento dinamico dell'occhio e messa in risalto dei corpi più luminosi
  • simulazione di inquinamento luminoso
  • interfaccia grafica e controllo esteso dalla tastiera
  • controllo del telescopio
  • numerosi plug-in che permettono, ad esempio, di visualizzare una porzione di cielo come vista da un oculare di un telescopio, o aggiungere asteroidi

Visualizzazioni[modifica | modifica sorgente]

  • griglie equatoriali e altazimutali
  • scintillio stellare
  • stelle cadenti
  • simulazioni di eclissi (conoscendone la data rilevabile da altra fonte)
  • sfondi personalizzabili
  • proiezione sferica panoramica

Personalizzazione[modifica | modifica sorgente]

  • possibilità di aggiungere cataloghi extra fino a 210 milioni di stelle.
  • possibilità di aggiungere le proprie immagini, oggetti del cielo profondo, panorami, costellazioni.
  • la proprietà di aggiungere e simulare Script, comandi utili, quindi, per delle lezioni.
  • disponibile in oltre 40 lingue dalla versione 0.8.0
  • possibilità di aggiungere nuove culture di visualizzazione del cielo.
  • possibilità di vedere il cielo da 36 corpi celesti tra pianeti e loro satelliti maggiori, asteroidi, pianeti nani e anche dal Sole.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Non è possibile, per esempio, ricostruire la totalità dell'eclissi solare del 15 febbraio 1961 per quelle località nelle quali fu totale, mostrando a video, erroneamente, una eclissi di tipo parziale.
  2. ^ Les trophées du libre.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]