Ubuntu (filosofia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Una persona che viaggia attraverso il nostro paese e si ferma in un villaggio non ha bisogno di chiedere cibo o acqua: subito la gente le offre del cibo, la intrattiene. Ecco, questo è un aspetto di Ubuntu, ma ce ne sono altri. Ubuntu non significa non pensare a se stessi; significa piuttosto porsi la domanda: voglio aiutare la comunità che mi sta intorno a migliorare?. »
(Nelson Mandela)

Ubuntu è un'etica o un'ideologia dell'Africa sub-Sahariana che si focalizza sulla lealtà e sulle relazioni reciproche delle persone.

È un'espressione in lingua bantu che indica "benevolenza verso il prossimo". È una regola di vita, basata sulla compassione, il rispetto dell'altro. Appellandosi all'ubuntu si è soliti dire Umuntu ngumuntu ngabantu, "io sono ciò che sono in virtù di ciò che tutti siamo". L'ubuntu esorta a sostenersi e aiutarsi reciprocamente, a prendere coscienza non solo dei propri diritti, ma anche dei propri doveri, poiché è una spinta ideale verso l'umanità intera, un desiderio di pace.

Significato[modifica | modifica sorgente]

Mandela descrive il concetto di Ubuntu

Ecco alcune interpretazioni del senso di Ubuntu:

  • «Io sono quello che sono per quello che tutti siamo»
  • «Io sono perché noi siamo»
  • «Io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti»
  • «Umanità verso gli altri»

Una definizione popolarmente accettata è anche, « la credenza in un legame universale di scambio che unisce l'intera umanità »[1].

Si può tradurre Ubuntu (non senza perdita di parte del significato) con Umanità, nel senso di qualità umana. Cercando di tradurre la parola, bisogna infine tenere presente che nel senso di Ubuntu trova spazio anche la dimensione religiosa di un legame tra tutti gli esseri umani.

Louw suggerisce che il concetto di Ubuntu definisce l'individuo in funzione delle sue molteplici relazioni con gli altri, e sottolinea l'importanza di ubuntu come concetto religioso. Egli dichiara che mentre la massima Zulu umuntu ngumuntu ngabantu ("una persona è una persona tramite (altre) persone") potrebbe non avere apparenti connotazioni religiose nel contesto della società Occidentale, nel contesto Africano suggerisce che la persona deve diventare tale comportandosi con il resto dell'umanità in modo conforme al rispetto degli antenati e in loro venerazione. Coloro i quali sostengono il principio di ubuntu durante la loro vita potranno raggiungere, nella morte, un'unità con quelli che sono ancora vivi.

Cambiamento in Sud Africa[modifica | modifica sorgente]

Ubuntu è visto come uno dei principi fondamentali della nuova repubblica del Sud Africa, ed è connesso con l'idea di un Rinascimento Africano. Nella sfera politica, il concetto di ubuntu è usato per enfatizzare la necessità di unità o consenso nel prendere decisioni, così come la necessità di un'etichetta umanitaria per informare queste decisioni.

Particolarmente legato all'ubuntu è il Premio Nobel sudafricano Desmond Tutu, che da questo concetto ha tratto ispirazione per la sua azione contro l'apartheid.

Zimbabwe[modifica | modifica sorgente]

In shona, la prima lingua per diffusione in Zimbabwe dopo l'inglese, ubuntu è unhu. Il concetto di ubuntu è visto in Zimbabwe esattamente come nel resto delle culture Africane, e in Shona esiste anche un detto simile a quello Zulu sopracitato: munhu munhu nevanhu. Altre manifestazioni di ubuntu sono che è tabù chiamare persone più anziane per nome, e le nuore di solito si inginocchiano quando devono salutare i loro suoceri e mettere sempre da parte per loro del cibo in segno di rispetto.

Nei vari campi della società[modifica | modifica sorgente]

In campo politico: Ubuntu prende il significato di unione e condivisione nel momento in cui si devono prendere decisioni. Questo ideale ha stimolato lo spirito patriottico e dà alle popolazioni nere orgoglio, dignità e rispetto.

In campo giuridico: L'Ubuntu agisce in campo giuridico diffondendo la sua fratellanza. Per esempio: dopo che un uomo uccide un altro uomo l'assassino sconta la sua pena, ma intanto la famiglia del colpevole instaura un legame con la famiglia della vittima per risarcirne i danni.

In campo Religioso: I seguaci dell'Ubuntu credono che esista un legame universale che unisca tutta l'umanità. La citazione dell'Ubuntu: <una persona è un tramite per mezzo delle altre> assume il significato che tutti debbano comportarsi con tutti in modo uguale, corretto e nel rispetto degli antenati.

In campo economico: Il progetto economico Ubuntu ha molti volontari ed è sponsorizzato da istituzioni pubbliche e private. Tutto questo per lo sviluppo di una forma di solidarietà economica.

In campo sociale: Ubuntu ha molti significati in questo campo perché riguarda le molteplici relazioni tra gli individui:

  • L'ospitalità è sacra e non è richiesto presentare omaggi.
  • Le persone anziane devono essere chiamate per cognome o soprannome, non per nome.
  • L'Ubuntu definisce con precisione i ruoli sociali.
  • Non esistono bambini orfani, perché non esistono figli di sangue ma solo figli e nessun genitore abbandonerebbe il proprio figlio.

Ubuntu (distribuzione GNU/Linux)[modifica | modifica sorgente]

L'etica di Ubuntu ha ispirato il nome e la filosofia dell'omonima distribuzione Linux.

Opere artistiche[modifica | modifica sorgente]

Il concetto di ubuntu è illustrato nel film In My Country, che parla della Commissione di Verità e Riconciliazione, con Samuel L. Jackson e Juliette Binoche.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Our heritage: a view of the future?, 30 settembre 2005. URL consultato il 12 aprile 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]