Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Azazel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Azazel (disambigua).
Una interpretazione moderna di Azazel come demone caprino, da Collin de Plancy (Dictionnaire Infernal, Parigi, 1825)

Azazel (aramaico: רמשנאל, ebraico: עזאזל, Aze'ezel arabo: عزازل Azazil) è un nome enigmatico presente sia nei testi sacri ebraici che in quelli apocrifi; il nome è presente anche con gli appellativi Rameel e Gadriel. La prima apparizione di questo nome si trova nel Levitico 16:8, dove una capra è designata "per Azazel".

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Azazel è il demone dei deserti della mitologia ittita, mesopotamica e mazdea[1]

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Azazel (Sayan) (‘ăzaz’ēl) si crede significhi "Dio è diventato forte", dall'ebraico ‘ăzaz, terza persona singolare del perfetto di ‘āzaz, "essere forte", e ’ēl, "Dio". Un'altra teoria usa ‘āzaz nella sua forma più metaforica di "sfrontato" o "impudente" nel significato di "impudente verso Dio". Azazel è inoltre conosciuto come una variante di "Azael", "Aziel" e "Asiel".

Nella Bibbia ebraica e nella letteratura rabbinica[modifica | modifica wikitesto]

La prima apparizione del nome "Azazel" si trova nel "libro dei vigilanti", la prima parte del Libro di Enoch. Il nome denota uno degli angeli ribelli che insegnarono agli uomini a costruire armi e alle donne ornamenti e cosmesi (1 Enoch 8,1). Dio manda l'arcangelo Raffaele a incatenarlo e seppellirlo nel deserto di Dudael vicino a Gerusalemme (cap. 10), dove egli vorrebbe anche pentirsi ma non può. Il nome ricompare nel Levitico 16:8, quando Dio ordina al sommo sacerdote Aronne che nel giorno dello Yom Kippur venga sacrificato al Signore un capro per espiare i peccati degli israeliti e che un altro identico sia mandato nel deserto per Azazel.

Influenza nei media[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

  • Azazello è uno dei personaggi al seguito di Woland (il diavolo) nel romanzo Il maestro e Margherita di Michail Bulgakov.
  • Azazel è un demone donna che, accoppiandosi con un angelo, ha dato origine alla stirpe umana nel romanzo Due candele per il Diavolo di Laura Gallego Garcia.
  • Azazel è un piccolo demone rosso, dotato di poteri che gli permettono di interferire sulla fisica, sulle probabilità e sulle menti umane, co-protagonista di una serie di racconti scritti da Isaac Asimov.
  • Azazel compare nel quinto libro della saga di Shadowhunters, di Cassandra Clare.
  • Azazel è nominato nel terzo libro delle origini, "La principessa", di Cassandra Clare.
  • Azazel è il diavolo che costringe il monaco Ipa a raccontare la sua storia nel romanzo Azazel di Youssef Ziedan.
  • Azrael è l’angelo della morte che soffre per il proprio vampirismo nella serie paranormal romance di Heather Killough-Walden.

Nel cinema e in televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Azazel è l'antagonista del film Il tocco del male (1998), dove può trasmigrare di corpo in corpo con un tocco e dove canta costantemente Time is on my side dei Rolling Stones.
  • È il nome di un personaggio della Marvel Comics, apparso nel film X-Men - L'inizio; ha un aspetto vagamente demoniaco, una coda che termina con una punta e la pelle rossastra; nei fumetti, ha avuto una storia con la mutante Mystica, da cui è nato Nightcrawler, che ha l'aspetto e i poteri del padre e la pelle blu della madre.
  • Nella serie tv Supernatural, Azazel è la vera identità del demone identificato come "occhi gialli".
  • Nell'anime Highschool DxD Azazel rappresenta uno dei leader degli angeli caduti, in passato in guerra con demoni e clero.

Nei videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://culturacattolica.it, Il Principe di questo mondo, R.Grillo.