Arcidiocesi di Lima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Lima
Archidioecesis Limana
Chiesa latina
Lima.Catedral.JPG
Diocesi suffraganee
Callao, Carabayllo, Chosica, Huacho, Ica, Lurín, Yauyos
Arcivescovo metropolita e primate cardinale Juan Luis Cipriani Thorne
Ausiliari Adriano Tomasi Travaglia,
Raúl Antonio Chau Quispe
Sacerdoti 613 di cui 143 secolari e 470 regolari
4.652 battezzati per sacerdote
Religiosi 1.146 uomini, 1.755 donne
Diaconi 4 permanenti
Abitanti 3.169.175
Battezzati 2.852.257 (90,0% del totale)
Superficie 639 km² in Perù
Parrocchie 113
Erezione 14 maggio 1541
Rito romano
Indirizzo Plaza de Armas s/n, Apartado 1512, Lima 100, Perú
Sito web www.arzobispadodelima.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Perù
Il palazzo arcivescovile di Lima

L'arcidiocesi di Lima (in latino: Archidioecesis Limana) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2004 contava 2.852.257 battezzati su 3.169.175 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo cardinale Juan Luis Cipriani Thorne.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende i distretti della zona centrale della provincia di Lima.

Sede arcivescovile è la città di Lima, dove si trova la basilica cattedrale di San Giovanni Apostolo ed Evangelista.

Il territorio è suddiviso in 113 parrocchie, raggruppate in 9 vicariati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Lima fu eretta il 14 maggio 1541 con la bolla Illius fulciti praesidio di papa Paolo III, ricavandone il territorio dalla diocesi di Cuzco (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Siviglia.

L'8 gennaio 1546 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Quito (oggi arcidiocesi).

Il 12 febbraio 1546 fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Il 27 giugno 1561 cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Santiago del Cile (oggi arcidiocesi).

Nel 1572 papa Pio V concesse agli arcivescovi di Lima il titolo di primati del Perù, che sarà poi confermato da papa Gregorio XVI nel 1834 e da papa Pio XII nel 1943.

Il 15 aprile 1577 cedette ulteriori porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Arequipa e di Trujillo (oggi entrambe arcidiocesi).

Il 7 dicembre 1590 il santo vescovo Turibio de Mogrovejo istituì a Lima il primo seminario del continente americano, che oggi porta il suo nome.

Il 19 ottobre 1625 fu consacrata l'attuale cattedrale.

Il terremoto del 28 ottobre 1746 causò gravi danni alla cattedrale, che fu ristrutturata e nuovamente inaugurata il 29 maggio 1755.

Successivamente, cedette a più riprese porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione di nuove circoscrizioni ecclesiastiche e in particolare:

Intanto, il 31 maggio 1943 agli arcivescovi di Lima papa Pio XII concesse il titolo di primati del Perù con il decreto Cum ecclesiastica della Sacra Congregazione Concistoriale.

Infine, il 14 dicembre 1996 ha ceduto ancora porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Carabayllo, di Chosica e di Lurín.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Jerónimo de Loayza, O.P. † (13 maggio 1541 - 25 ottobre 1575 deceduto)
  • Diego Gómez de Lamadrid, O.SS.T. † (27 marzo 1577 - 13 giugno 1578 nominato arcivescovo, titolo personale, di Badajoz)
  • San Turibio Alfonso de Mogrovejo † (16 marzo 1579 - 23 maggio 1606 deceduto)
  • Bartolomé Lobo Guerrero † (19 novembre 1607 - 12 gennaio 1622 deceduto)
  • Gonzalo López de Ocampo † (2 ottobre 1623 - 15 ottobre 1627 deceduto)
  • Hernando de Arias y Ugarte † (29 maggio 1628 - 27 gennaio 1638 deceduto)
  • Pedro de Villagómez Vivanco † (16 luglio 1640 - 12 maggio 1671 deceduto)
  • Juan de Almoguera, O.SS.T. † (27 novembre 1673 - 2 marzo 1676 deceduto)
  • Melchor Liñán y Cisneros † (14 giugno 1677 - 28 giugno 1708 deceduto)
  • Antonio de Zuloaga † (11 dicembre 1713 - 21 gennaio 1722 deceduto)
  • Diego Morcillo Rubio de Suñón de Robledo, O.SS.T. † (12 maggio 1723 - 12 marzo 1730 deceduto)
  • Juan Francisco Antonio de Escandón, C.R. † (18 giugno 1731 - 28 aprile 1739 deceduto)
  • José Antonio Gutiérrez y Ceballos † (11 novembre 1740 - 16 gennaio 1745 deceduto)
  • Agustín Rodríguez Delgado † (14 giugno 1746 - 18 dicembre 1746 deceduto)
  • Pedro Antonio de Barroeta Ángel † (16 settembre 1748 - 19 dicembre 1757 nominato arcivescovo di Granada)
  • Diego del Corro † (13 marzo 1758 - 28 gennaio 1761 deceduto)
  • Diego Antonio de Parada † (25 gennaio 1762 - 23 aprile 1779 deceduto)
  • Juan Domingo González de la Reguera † (18 settembre 1780 - 8 marzo 1805 deceduto)
  • Bartolomé María de las Heras Navarro † (31 marzo 1806 - 6 settembre 1823 deceduto)
    • Sede vacante (1823-1834)
  • Jorge de Benavente † (23 giugno 1834 - 10 marzo 1839 deceduto)
  • Francisco de Sales Arrieta † (13 luglio 1840 - 4 maggio 1843 deceduto)
  • Francisco Javier de Luna Pizzarro † (24 aprile 1845 - 9 febbraio 1855 deceduto)
  • José Manuel Pasquel † (28 settembre 1855 - 15 ottobre 1857 deceduto)
  • José Sebastian Goyeneche Barreda † (26 settembre 1859 - 19 febbraio 1872 deceduto)
    • Manuel Teodoro del Valle † (4 giugno 1872 - 15 novembre 1872 nominato arcivescovo titolare di Berito) (arcivescovo eletto)
  • Francisco Orueta y Castrillón, C.O. † (21 marzo 1873 - 25 agosto 1886)
    • Sede vacante (1886-1889)
  • Manuel Antonio Bandini † (27 maggio 1889 - 11 aprile 1898 deceduto)
  • Manuel Tovar y Chamorro † (22 agosto 1898 - 25 maggio 1907 deceduto)
  • Pietro Emmanuele García Naranjó † (19 dicembre 1907 - 10 settembre 1917 deceduto)
  • Emilio Francisco Lisson Chaves, C.M. † (25 febbraio 1918 - 3 marzo 1931 dimesso)
  • Pedro Pascual Francesco Farfán † (18 settembre 1933 - 17 settembre 1945 deceduto)
  • Juan Gualberto Guevara † (16 dicembre 1945 - 27 novembre 1954 deceduto)
  • Juan Landázuri Ricketts, O.F.M. † (2 maggio 1955 - 30 dicembre 1989 ritirato)
  • Augusto Vargas Alzamora, S.J. † (30 dicembre 1989 - 9 gennaio 1999 ritirato)
  • Juan Luis Cipriani Thorne, dal 9 gennaio 1999

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 3.169.175 persone contava 2.852.257 battezzati, corrispondenti al 90,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 842.000 1.031.000 81,7 462 131 331 1.822 469 1.331 94
1966 2.037.120 2.122.000 96,0 731 148 583 2.786 922 1.920 117
1970 2.460.379 2.523.466 97,5 817 162 655 3.011 933 2.435 121
1976 3.459.912 3.594.775 96,2 851 200 651 4.065 7 987 2.194 131
1980 4.306.500 4.500.000 95,7 834 189 645 5.163 23 1.023 2.215 135
1990 5.396.000 5.638.000 95,7 869 155 714 6.209 43 1.133 2.271 148
1999 2.880.720 3.200.800 90,0 731 166 565 3.940 13 1.310 1.280 112
2000 2.260.801 2.457.393 92,0 701 136 565 3.225 13 865 1.480 112
2001 2.260.801 2.457.393 92,0 431 146 285 5.245 5 856 1.295 112
2002 3.164.246 3.425.250 92,4 617 139 478 5.128 4 1.073 1.388 112
2003 2.804.166 3.155.740 88,9 610 140 470 4.596 4 1.213 1.443 113
2004 2.852.257 3.169.175 90,0 613 143 470 4.652 4 1.146 1.755 113

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi