Arcidiocesi di Granada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Granada
Archidioecesis Granatensis
Chiesa latina
Granada Kathedraal 16-03-2011 10-41-20.jpg
Escudo de la archidiócesis de Granada.svg  
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Diocesi suffraganee
Almería, Cartagena, Guadix, Jaén, Málaga
Arcivescovo metropolita Francisco Javier Martínez Fernández
Sacerdoti 418 di cui 282 secolari e 136 regolari
1.778 battezzati per sacerdote
Religiosi 256 uomini, 1.265 donne
Diaconi 1 permanenti
Abitanti 860.898
Battezzati 743.530 (86,4% del totale)
Superficie 6.945 km² in Spagna
Parrocchie 267
Erezione 1492
Rito romano
Cattedrale Annunciazione
Santi patroni San Cecilio di Illiberi
Indirizzo C. Gracia 48, 18002 Granada, España
Sito web www.diocesisgranada.es
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Spagna
La basilica di Nuestra Señora de las Angustias.
Particolare della facciata della basilica di San Juan de Dios.
Dettaglio della cattedrale di Granada.

L'arcidiocesi di Granada (in latino: Archidioecesis Granatensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 743.530 battezzati su 860.898 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Francisco Javier Martínez Fernández.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende la parte sud-occidentale della provincia di Granada, mentre il resto della provincia appartiene alla diocesi di Guadix.

Sede arcivescovile è la città di Granada, dove si trova la cattedrale dell'Annunciazione. Nella città episcopale sorgono anche due basiliche minori: la basilica di Nuestra Señora de las Angustias, e la basilica di San Juan de Dios.

Il territorio si estende su 6.945 km² ed è suddiviso in 267 parrocchie, raggruppate in tre vicariati e 19 arcipreture:

  • vicariato 1: arcipreture di San Juan de Dios, Virgen de las Angustias, Polígono de Cartuja, Virgen de Gracia, Genil, Sierra Nevada e Gabia;
  • vicariato 2: arcipreture di Alfaguara, Santa Fe, Sierra Elvira, Montes Orientales, Loja e Alhama;
  • vicariato 3: arcipreture di Valle de Lecrín, Costa Occidental, Motril, Órgiva, Alpujarra Interior e Costa Oriental.

Provincia ecclesiastica[modifica | modifica wikitesto]

La provincia ecclesiastica di Granada comprende le seguenti suffraganee:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sul territorio dell'odierna arcidiocesi sorgeva, in antichità, la diocesi di Illiberi, nota successivamente con il nome di diocesi di Elvira.

L'arcidiocesi di Granada è stata eretta il 10 dicembre 1492. In precedenza sono noti alcuni vescovi titolari di Granada.

Nel 1563 fu istituito il seminario diocesano, dedicato a san Cecilio, convertendo un preesistente collegio ecclesiastico.

Nei secoli XVIII e XIX la vita dell'arcidiocesi subì gravi ripercussioni a causa della situazione politica ostile alla Chiesa. L'invasione napoleonica provocò gravi danneggiamenti del patrimonio artistico e degli edifici di culto. La soppressione degli ordini religiosi condusse all'abbandono di monasteri e conventi. Infine, le desamortizaciones minarono le rendite economiche dell'arcidiocesi.

Cronotassi[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

  • Gonzalo de Valbuena, O.F.M. † (13 settembre 1437 - 1442 deceduto)
  • Juan de Haterano, O.F.M. † (19 dicembre 1442 - ? deceduto)
  • Diego de Guadalajara, O.P. † (9 gennaio 1447 - ?)
  • Francisco de Lausana † (1451 - 1461 deceduto)
  • Hernando de Castilla, O.S.B. † (10 dicembre 1473 - ? deceduto)
  • Juan de Pastor † (23 luglio 1479 - ?)

Arcivescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Hernando de Talavera, O.S.H. † (23 gennaio 1493 - 14 maggio 1507 deceduto)
  • Antonio de Rojas Manrique † (22 dicembre 1507 - 11 maggio 1524 nominato patriarca delle Indie Occidentali)
  • Francisco Herrera Ruesta † (8 giugno 1524 - dicembre 1524 deceduto)
  • Pedro Portocarrero † (26 giugno 1525 - 5 giugno 1526 deceduto)
  • Pedro Ramírez de Alba, O.S.H. † (19 dicembre 1526 - 21 giugno 1528 deceduto)
  • Gaspar Ávalos de la Cueva † (22 gennaio 1528 - 29 marzo 1542 nominato arcivescovo di Santiago di Compostela)
  • Fernando Niño de Guevara † (29 marzo 1542 - 8 ottobre 1546 nominato patriarca delle Indie Occidentali)
  • Pedro Guerrero Logroño † (28 ottobre 1546 - 2 aprile 1576 deceduto)
  • Juan Méndez de Salvatierra † (11 settembre 1577 - 24 maggio 1588 deceduto)
  • Pedro Castro Quiñones † (6 dicembre 1589 - 5 luglio 1610 nominato arcivescovo di Siviglia)
  • Pedro González de Mendoza, O.F.M. † (19 luglio 1610 - 8 febbraio 1616 nominato arcivescovo di Saragozza)
  • Felipe Tassis de Acuña, O.S. † (24 febbraio 1616 - 20 luglio 1620 deceduto)
  • Garcerán Albañell † (16 novembre 1620 - 10 maggio 1626 deceduto)
  • Agustín Spínola Basadone † (7 settembre 1626 - 23 ottobre 1630 nominato arcivescovo di Santiago di Compostela)
  • Miguel Santos de Sampedro † (13 novembre 1630 - 11 marzo 1631 deceduto)
  • Fernando Valdés Llano † (18 luglio 1633 - 30 dicembre 1639 deceduto)
  • Martín Carrillo Alderete † (1º luglio 1641 - 28 giugno 1653 deceduto)
  • Antonio Calderón † (12 gennaio 1654 - 1654 deceduto)
  • José Argáiz Pérez † (27 luglio 1654 - 28 maggio 1667 deceduto)
  • Diego Escolano y Ledesma † (27 febbraio 1668 - 4 settembre 1672 deceduto)
  • Francisco de Rois y Mendoza, O.Cist. † (29 maggio 1673 - 16 marzo 1677 deceduto)
  • Alonso Bernardo de Ríos y Guzmán, O.SS.T. † (13 settembre 1677 - 5 ottobre 1692 deceduto)
  • Martín Ascargorta † (18 maggio 1693 - 25 febbraio 1719 deceduto)
  • Francisco Eustaquio Perea Porras † (3 luglio 1720 - 5 o 26 giugno 1723 deceduto)
  • Felipe de los Tueros Huerta † (20 gennaio 1734 - 12 settembre 1751 deceduto)
  • Onésimo Salamanca Zaldívar † (20 marzo 1752 - 19 dicembre 1757 nominato arcivescovo di Burgos)
  • Pedro Antonio de Barroeta Ángel † (19 dicembre 1757 - 20 marzo 1775 deceduto)
  • Antonio Jorge y Galván † (29 gennaio 1776 - 2 settembre 1787 deceduto)
  • Basilio Tomás Sancho Hernando, Sch.P. † (17 dicembre 1787 - dicembre 1787 deceduto)
  • Juan Manuel Moscoso y Peralta † (3 agosto 1789 - 24 luglio 1811 deceduto)
  • Blas Joaquín Álvarez Palma † (19 dicembre 1814 - 29 novembre 1837 deceduto)
    • Sede vacante (1837-1848)[1]
  • Luis Antonio Folgueras Sión † (17 gennaio 1848 - 28 ottobre 1850 deceduto)
  • Salvador José Reyes García de Lara † (5 settembre 1851 - 31 marzo 1865 deceduto)
  • Bienvenudo Monzón y Martín † (8 giugno 1866 - 27 marzo 1885 nominato arcivescovo di Siviglia)
  • José Moreno y Mazón † (27 marzo 1885 - 17 gennaio 1905 deceduto)
  • José Meseguer y Costa † (27 marzo 1905 - 9 dicembre 1920 deceduto)
  • Vicente Casanova y Marzol † (7 marzo 1921 - 23 ottobre 1930 deceduto)
    • Sede vacante (1930-1934)
  • Agustín Parrado y García † (4 aprile 1934 - 8 ottobre 1946 deceduto)
  • Balbino Santos y Olivera † (24 novembre 1946 - 14 febbraio 1953 deceduto)
  • Rafael García y García de Castro † (9 maggio 1953 - 3 febbraio 1974 deceduto)
  • Emilio Benavent Escuín † (3 febbraio 1974 succeduto - 25 maggio 1977 nominato arcivescovo dell'ordinariato militare in Spagna)
  • José Méndez Asensio † (31 gennaio 1978 - 10 dicembre 1996 ritirato)
  • Antonio Cañizares Llovera (10 dicembre 1996 - 24 ottobre 2002 nominato arcivescovo di Toledo)
  • Francisco Javier Martínez Fernández, dal 15 marzo 2003

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 860.898 persone contava 743.530 battezzati, corrispondenti all'86,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 680.000 682.000 99,7 421 323 98 1.615 258 1.440 254
1970 620.000 620.342 99,9 577 337 240 1.074 545 1.668 234
1980 631.000 638.800 98,8 429 231 198 1.470 455 1.902 258
1990 640.000 673.000 95,1 433 263 170 1.478 1 318 966 257
1999 660.500 694.269 95,1 449 267 182 1.471 2 304 1.402 264
2000 661.000 693.900 95,3 453 273 180 1.459 2 295 1.410 264
2001 674.828 693.900 97,3 457 277 180 1.476 1 291 1.420 264
2002 674.828 693.900 97,3 471 279 192 1.432 1 353 1.623 264
2003 675.115 693.900 97,3 428 285 143 1.577 1 275 1.610 265
2004 679.845 706.896 96,2 418 278 140 1.626 1 217 1.259 266
2006 743.530 860.898 86,4 418 282 136 1.778 1 256 1.265 267

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il 18 ottobre 1838 Juan José Bonel y Orbe era stato promosso dal re di Spagna arcivescovo di Granada, senza il consenso del papa. Il 4 ottobre 1847 fu nominato dal papa arcivescovo di Toledo.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi