Antitrombina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Antitrombina
Struttura chimica
Struttura dell'antitrombina
Gene
HUGO SERPINC1 AT3, ATIII
Entrez 462
Locus Chr. 1 q25.1
Proteina
OMIM 107300
UniProt P01008

L'antitrombina è una piccola glicoproteina prodotta dal fegato che disattiva diversi enzimi del sistema della coagulazione.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

È costituita da 432 amminoacidi e contiene tre ponti disolfuro e quattro siti possibili di glicosilazione.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Agisce come cofattore dell'eparina e nell'inibizione delle proteine plasmatiche, in particolare nei confronti della trombina (II), ma anche dei fattori della coagulazione X, XII, XI e IX, della callicreina, della plasmina, dell'acrosina e della tripsina.

Variazioni di concentrazione plasmatica[modifica | modifica wikitesto]

Aumento[modifica | modifica wikitesto]

Può aumentare in caso di iperglobulinemia, uso di anticoagulanti orali di tipo cumarinico, VES elevata, PCR aumentata.

Diminuzione[modifica | modifica wikitesto]

Diminuisce in genere dopo terapia con contraccettivi orali, in seguito a embolia polmonare, infarto miocardico acuto, coagulazione intravascolare disseminata, tromboflebite, neoplasie del fegato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rang, Dale, Ritter, Moore, Farmacologia, Milano, Ambrosiana, 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina