Proteine plasmatiche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le proteine plasmatiche sono le proteine che si trovano disciolte nel plasma, la componente liquida del sangue, ad una concentrazione media di ca. 7 g/dl.

Le proteine plasmatiche ricoprono numerose funzioni biologiche:

Esse, inoltre, determinano la pressione colloiodo-osmotica del plasma, fondamentale per il mantenimento del liquidi all'interno dello spazio vascolare.

L'elettroforesi consente di separare le diverse proteine contenute nel plasma; in base alla velocità di migrazione elettroforetica, esse possono essere così classificate:

Profilo elettroforetico normale
Proteina plasmatica Livello normale  % Descrizione
Albumina 3.6-4.9 g/dl 55-65% trasporta numerose sostanze, fra cui il colesterolo, gli acidi grassi liberi e il calcio e rende ragione di oltre l'80% dell'intera pressione oncotica del plasma.
α1-globuline 0.2-0.4 g/dl 2-5% α1-antitripsina
α2-globuline 0.4-0.8 g/dl 7-11% α2-macroglobulina, aptoglobina, ceruloplasmina
β-globuline 0.6-1.0 g/dl 9-13% transferrina, β2-microglobulina
γ-globuline 0.9-1.4 g/dl 14-20% rappresentano gli anticorpi, proteine fondamentali del sistema immunitario

Il fibrinogeno non è presente nel profilo elettroforetico poiché quest'ultimo si riferisce alle proteine del siero, che è appunto plasma privato del fibrinogeno. Esso rappresenta comunque una quota importante delle proteine plasmatiche, ammontando la sua concentrazione normale a ca. 0.2-0.4 g/dl.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medicina