Amarillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il genere di piante delle Amaryllidaceae, vedi Amaryllis.
Amarillo
city
(EN) City of Amarillo
Amarillo – Veduta
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of Texas.svg Texas
Contea Potter
Randall
Amministrazione
Sindaco Debra McCartt
Territorio
Coordinate 35°11′57″N 101°50′43″W / 35.199167°N 101.845278°W35.199167; -101.845278 (Amarillo)Coordinate: 35°11′57″N 101°50′43″W / 35.199167°N 101.845278°W35.199167; -101.845278 (Amarillo)
Altitudine 1099 m s.l.m.
Superficie 233,9 km²
Abitanti 190 695 (2010)
Densità 815,28 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 79101-79111, 79114, 79116-79121, 79123-79124, 79159, 79163, 79166-79168, 79171-79172, 79174, 79178, 79182, 79185, 79187, 79189
Prefisso 806
Fuso orario UTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Amarillo
Amarillo – Mappa
Sito istituzionale

Amarillo è una città degli Stati Uniti d'America, capoluogo della contea di Potter nello stato del Texas. Considerata la capitale mondiale dell'elio (Helium Capital of the World), è per importanza l'undicesima città del Texas.[1]

Parte della città, la maggiore dell'area del Texas Panhandle, (l'insieme delle ventisei contee dello stato poste maggiormente a settentrione).[2] si estende nel territorio della contigua contea di Randall.

Unica città del Texas ad essere situata sul tracciato in cui transitava la storica Route 66, oggi 409, è ubicata in maniera centrale rispetto alle principali vie di comunicazione stradale e ferroviaria, grazie anche al collegamento con la linea ferroviaria Fort Worth-Denver, che tanto ha contribuito nel tardo XIX secolo allo sviluppo della città.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Immagini
La torre dell'orologio all'interno del campus del College di Washington Street
Una veduta aerea del quartiere degli affari di Amarillo come appariva nel 1912
Skyline della parte downtown di Amarillo

Nell'aprile 1887, J. T. Berry stabilì un primo insediamento abitativo per una città da erigere in una zona ben fornita di acque che fosse situata lungo il tracciato ferroviario che univa attraverso la Texas Panhand le città di Fort Worth e Denver City. Berry e i commercianti della vicina Colorado City (Texas) intendevano fare della nuova città il maggiore centro commerciale della regione. Il 30 agosto 1887, il centro abitato edificato da Berry - e chiamato inizialmente Oneida - fu scelto come sede capoluogo della contea di Potter.

Il 19 giugno 1888, Henry B. Sanborn, considerato uno dei padri di Amarillo,[3] e il suo socio in affari Joseph Glidden iniziarono ad acquistare terreni posti immediatamente a est della località che, posta in una zona depressa, poteva essere soggetta a fenomeni alluvionali. Sanborn incentivò anche attraverso nuove locazioni di favore il trasferimento di gran parte della popolazione verso il nuovo quartiere di Polk Street, divenuto il nuovo distretto commerciale della città.[4]

In effetti, e come era stato previsto, forti piogge allagarono quasi completamente nell'anno successivo la zona residenziale istituita da Berry costringendo la restante parte di popolazione, che ancora non lo aveva fatto, a trasferirsi nell'insediamento predisposto da Sanborn che, nel 1893, sarebbe divenuto la nuova sede capoluogo di contea.

Dalla fine dell'Ottocento Amarillo si è confermata come centro di vitale importanza per la produzione e lo scambio delle merci specie nel campo agricolo. La scoperta di giacimenti di gas naturale (principalmente elio), avvenuta nel 1981, e di petrolio, tre anni dopo, ha portato poi all'insediamento di nuove compagnie produttive (Cliffside Gas Field ed Amarillo Helium Plant).[5] Alla Fort Worth and Denver City Railroad si sono quindi aggiunte altre compagnie ferroviarie per servire il territorio, la Atchison, Topeka and Santa Fe Railway e la Chicago, Rock Island and Pacific Railroad.

Negli anni 1930, al pari di altre città, anche il centro texano fu colpito dalla Grande depressione che colpì pesantemente anche il settore del turismo.

Amarillo è diventata nel 1913 la prima città del Texas, e la quinta negli USA, ad adottare la forma di autonomia locale demandata ad un consiglio municipale.

Popolazione e geografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo il censimento USA del 2000 la città conta una popolazione di 173.627 abitanti (mentre a luglio 2005 il numero stimato dei residenti era di 183.021). La superficie è di 233,9 chilometri quadrati (160 km² per il solo territorio delle contee di Potter e Randall).

L'area metropolitana conta una popolazione stimata di 236.113 abitanti residenti nelle quattro contee di Armstrong, Carson, Potter e Randall.

Situata a 1099 metri sul livello del mare, ha clima secco o semi-arido solo parzialmente perturbato da correnti di aria fredda provenienti da nord e da nord-ovest e da blizzard, tempeste di neve che si verificano occasionalmente nel cuore della stagione invernale. In estate la temperatura può toccare punte elevate con basso tasso di umidità. Il livello annuale delle piogge raggiunge mediamente i 508 mm.

Amarillo fa parte geograficamente della regione del Llano Estacado, un territorio a mesa che si estende nel sud-ovest degli Stati Uniti e comprende South Plains e parte del Texas Panhandle.

Originariamente la città aveva il nome di Oneida. L'attuale nome pare intenda indicare il colore giallo dei fiori che punteggiano le praterie che circondano l'Amarillo Lake e l'Amarillo Creek (è da notare che il termine amarillo deriva dalla lingua spagnola e indica il colore giallo o, in senso lato, le sfumature giallognole, bionde o rossastre).[6]

Cultura e turismo[modifica | modifica sorgente]

Sede di un polo universitario con campus e museo d'arte interno (l'Amarillo Museum of Arts), oltre che di un teatro dell'opera e di edifici storici, Amarillo annovera fra le sue principali attrattive il Cadillac Ranch, omaggio all'era dell'automobile, situato ai margini dell'Interstate 40. Vi sono esposte dieci cadillac sovrapposte in forma di piramide egizia, opera realizzata nel 1974 dall'artista Stanley Marsh III.

Il Big Texan Steak Ranch è un motel-ristorante con inclusa piscina con la forma dello stato del Texas. Situato nella zona in cui transitava il tracciato dell'antica Route 66, è conosciuto per le bistecche da due chili che vi vengono cucinate e servite gratuitamente se consumate nel lasso di tempo di un'ora.

Il parco statale di Palo Duro Canyon consente di visitare una delle maggiori attrattive naturalistiche della zona: il secondo maggiore canyon degli Stati Uniti dopo il Grand Canyon.

La squadra di baseball locale è la Amarillo Dillas che milita nella United League Baseball e disputa i suoi incontri al Potter County Memorial Stadium, costruito nel 1949.

Il giornale locale è il quotidiano Amarillo Globe-News.

Amarillo

Amarillo è situata sui seguenti nodi stradali:

La città - che ha dato i natali all'attrice-ballerina Cyd Charisse - è citata in canzoni country and western come, ad esempio, Is This the Way to Amarillo (scritta da Neil Sedaka e Howard Greenfield), Amarillo by Morning (del 1973, scritta da Paul Fraser e Terry Stafford), Amarillo (del 1975, contenuta nell'album Elite Hotel, scritta da Emmylou Harris e Rodney Crowell), e Amarillo Sky (del 2002, del duo McBride & the Ride). Amarillo by Morning è anche il titolo di un documentario a cortometraggio di Spike Jonze, girato nel 1997 durante un rodeo a Houston.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Amarillo è un importante centro economico, culturale e turistico con valenza regionale in grado di coprire tanto il Texas Panhandle quanto il Nuovo Messico orientale e l'Oklahoma Panhandle.[7]

Già capitale mondiale per la produzione di elio,[8] la città - cui sono state dedicate numerose canzoni di genere country - ha il soprannome di The Yellow Rose of Texas e, da tempi più recenti, quello di Rotor City, USA per l'industria che produce convertiplano V-22 Osprey ad uso militare.[9]

Durante la seconda guerra mondiale, Amarillo - attuale sede di una delle maggiori aziende della meat packing industry - è stata anche un centro della Army Air Field per la presenza della Pantex Army Ordnance Plant produttrice di armi e bombe.

Con la fine del conflitto entrambe vennero poi chiuse. Pantex Plant fu poi riaperta nel 1950 a causa della guerra fredda per la produzione all'Amarillo Air Force Base-Strategic Air Command di armi nucleari e componenti per i B-52 Stratofortress[10]

L'arrivo di nuova manodopera ha favorito negli anni sessanta l'uscita della città da un lungo periodo di crisi, con una contestuale crescita demografica (da 74 000 a 135 000 abitanti) ed un incremento dei consumi. Tuttavia, la chiusura - avvenuta il 31 dicembre 1968 - dell'Amarillo Air Force Base ha nuovamente contribuito ad un decremento nell'indice abitativo, sceso nel 1970 a circa 125 000 unità.

Una sostanziale trasformazione della città si è avuta, sempre negli anni settanta, con l'insediamento di numerose aziende del terzo settore, come la ASARCO, la Iowa Beef Processors (poi Tyson Foods), la Owens-Corning e la Weyerhaeuser. La popolazione è nuovamente cresciuta anche per correnti migratorie dal Vietnam e dalla Birmania impiegate alla Iowa Beef Processors.[11]

Sede vescovile[modifica | modifica sorgente]

Dal 3 agosto 1926 Amarillo è sede vescovile come distaccamento di Dallas e San Antonio.

Questi i vescovi che si sono succeduti nel tempo: [12]

  • 25 agosto 1926-2 giugno 1933: Rudolph-Aloysius Gerken
  • 10 febbraio 1934-23 gennaio 1941: Robert-Emmet Lucey
  • 2 agosto 1941-2 luglio 1958: Laurence-Julius FitzSimon
  • 18 agosto 1958-16 aprile 1963: John-Louis Morkovsky
  • 16 aprile 1963-28 agosto 1979: Lawrence-Michael De Falco
  • 25 marzo 1980-20 gennaio 1997: Leroy Matthiesen
  • dal 20 gennaio 1997: John Yanta

Persone legate ad Amarillo[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Amarillo è anche il titolo di una canzone dei Gorillaz presente nell'album The Fall.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Texas State Library / U.S. Census Bureau, 2000 Census: Population of Texas Cities. URL consultato il 22 novembre 2006.
  2. ^ Rathjen, Fredrick W. The Texas Panhandle Frontier (1973). pg. 11. The University of Texas Press. ISBN 0-292-78007-9.
  3. ^ Vedi Amarillo.com.
  4. ^ Vedi Amarillo.com.
  5. ^ Greg Livadas, State of Ballooning: Texas, ottobre 1999 Balloonlife.com-Nap.edu.
  6. ^ Sebbene sia un nome di origine spagnola, Amarillo viene pronunciato secondo la lingua inglese come "Am-ah-RILL-oh" piuttosto che "Ah-mah-REE-yoh". I primi residenti usavano invece pronunciarlo secondo la lingua spagnola ma in capo ad un anno fu adottata la pronuncia in inglese. Secondo Charles F. Rudolph, redattore del Tascosa Pioneer, a contrastare la pronuncia spagnola del nome Amarillo furono quasi subito gli stessi impiegati della Fort Worth and Denver City Railroad - Fonte: Hammond, Clara T., comp. Amarillo (1974). pg. 6. George Autry, Printer, Amarillo, Texas.
  7. ^ Vedi Fhwa.dot.gov.
  8. ^ Vedi Wired.com.
  9. ^ Vedi Amarilloedc.com.
  10. ^ Vedi Amarilloedc.com.
  11. ^ Vedi Amarillo.com.
  12. ^ Fonte: Catholic-hierarchy.org

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas