Adam Nelson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adam Nelson
Adam Nelson Deagu 2011.jpg
Adam Nelson durante i mondiali di Daegu 2011.
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 183 cm
Peso 115 kg
Atletica leggera Atletica leggera
Dati agonistici
Specialità Getto del peso
Record
Peso 22,51 m (2002)
Peso indoor 22,40 m (2008)
Società Nike
Birchfield Harriers
Ritirato 2012
Carriera
Nazionale
2000-2011 Stati Uniti Stati Uniti
Palmarès
Giochi olimpici 1 1 0
Mondiali 1 3 0
Mondiali indoor 0 1 0
Mondiali juniores 1 0 0
Universiadi 0 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 2 settembre 2011

Adam Nelson (Atlanta, 7 luglio 1975) è un ex atleta statunitense, specializzato nel getto del peso. In carriera ha vinto il titolo olimpico ed Atene 2004 e un argento olimpico alle olimpiadi di Sydney 2000. Ha vinto un titolo mondiale nell'edizione di Helsinki 2005 e tre argenti nelle edizioni del: 2001, 2003, 2007. Ha un primato personale outdoor di 22,51 metri e indoor di 22,40, risultati che lo piazzano rispettivamente al 10º e al 3º posto nelle graduatorie mondiali di tutti i tempi.[1][2] Nel dicembre 2012 decide di ritirarsi dallo sport agonistico dopo la notizia della consegna della medaglia d'oro olimpica di Atene 2004 considerandola il giusto coronamento della sua carriera.[3]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizi (1993-1999)[modifica | modifica sorgente]

Nelson ha studiato alla Lovett School di Atlanta, e in quel periodo ha praticato vari sport come il football e l'atletica leggera.

Dopo la laurea, conseguita nel 1993, si è iscritto al Dartmouth College dove Nelson ha vinto anche vari riconoscimenti come membro della squadra universitaria di atletica leggera. Detiene ancora oggi il record di getto del peso dell'università grazie ad un lancio a 19,88 metri. Inoltre, ha giocato nella squadra di football come linebacker diventando così la prima matricola a giocare a football a Dartmouth. Prima del 1993, la Ivy League vietava infatti agli studenti del primo anno di giocare nella squadra di football dell'università.

I successi (2000-2007)[modifica | modifica sorgente]

Nelson ai campionati nazionali statunitensi del 2010.

Nel 2000, dopo aver vinto i Trials Olimpici nel getto del peso, alle Olimpiadi di Sydney 2000 è riuscito a conquistare la medaglia d'argento sempre nella stessa specialità. In quell'occasione Nelson era il favorito per la vittoria, avendo vinto tutti i grandi Meeting nell'estate dei quell'anno. Il suo lancio a 21,21 m è stato appena 8 centimetri più corto di quello del vincitore Arsi Harju.[4]

Nel 2001, ai campionati mondiali di Edmonton vinse la medaglia d'argento dietro al connazionale John Godina e,[5] due anni più tardi, ai mondiali di Parigi 2003 si dovette accontentare ancora una volta dell'argento.[6]

Nelson vinse anche una medaglia d'argento alle Olimpiadi estive di Atene 2004. La gara di getto del peso si tenne nell'antico stadio di Olimpia. Nelson lanciò subito al suo primo tentativo a 21,16 m, misura che lo mantenne in testa alla competizione fino al sesto turno, quando, l'ucraino Jurij Bilonoh lanciò alla sua stessa misura scavalcandolo così in classifica in virtù del suo secondo miglior lancio a 21,15. Entrato in pedana per il suo ultimo tentativo Nelson fece ancora un lancio nullo e così Bilonoh vinse la medaglia d'oro e Nelson si dovette accontentare della seconda medaglia d'argento olimpica consecutiva.[7] In occasione del suo ultimo lancio nullo, l'atleta statunitense protestò vivacemente con i giudici di gara ma, successivamente, si scusò per la sua reazione emotiva. Nel marzo 2013 il vincitore del getto del peso, l'ucraino Jurij Bilonoh, è stato privato della medaglia d'oro dopo essere risultato positivo ad un test anti-doping retroattivo.[8] Le medaglie vengono di conseguenza riassegnate ed il titolo di campione olimpico viene dato a Nelson.[9][10]

Nel 2005 riuscì finalmente a realizzare il suo sogno di vincere un titolo mondiale. Ai campionati del mondo di Helsinki, vinse infatti la medaglia d'oro davanti all'olandese Rutger Smith, grazie ad un lancio di 21,73 metri.[11] Due anni dopo, ai mondiali di Osaka 2007 si presentò ancora come uno tra i favoriti alla medaglia. Dopo una facile qualificazione, in finale raggiunse il secondo posto dopo una lunga sfida con il connazionale Reese Hoffa.[12]

Ultimi anni (2008-2012)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2008, grazie al terzo posto ai Trials olimpici si è qualificato per la sua terza Olimpiade. A Pechino però, giunto in finale, i suoi tre tentativi furono nulli e si dovette accontentare del 12º posto.[13] L'anno successivo, ai campionati del mondo di Berlino 2009 ha raggiunto il quinto posto grazie ad un lancio a 21,11, suo primato stagionale.[14]

Durante la stagione 2011 è riuscito a tornare sopra la soglia dei 22 metri, lanciando a 22,09 durante i campionati nazionali statunitensi e vincendo così anche il suo quarto titolo nazionale all'aperto. Giunto ai Campionati mondiali di Daegu, come uno dei favoriti e con la terza misura fra i partecipanti, non è però riuscito ad esprimersi ai suoi livelli. Ha superato il turno di qualificazione con l'undicesima misura di ripescaggio a 20,23 m,[15][16] in finale invece, non è riuscito ad andare oltre all'ottava posizione con un lancio per lui deludente a 20,29.[17] Al quarto turno era riuscito a scagliare il suo peso fin sulla fettuccia dei 21 metri non riuscendo però a restare in pedana.

La medaglia Olimpica postuma e il ritiro (2012)[modifica | modifica sorgente]

Dopo una stagione a buon livello che però non lo vide partecipare ai giochi olimpici di Londra 2012, nel dicembre dello stesso anno viene data notizia della positività di vari atleti a dei controlli antidoping postumi sui campioni di urine prelevati ad Atene 2004. Tra gli atleti trovati positivi c'era anche l'ucraino Jurij Bilonoh, vincitore della gara di getto del peso davanti a Nelson.[8] La IAAF decise di riassegnare le medaglie dando il titolo olimpico a Nelson.[9][10] Dopo la notizia l'atleta statunitense, ormai trentasettenne, decise di interrompere i suoi allenamenti e di ritirarsi ufficialmente dall'attività agonistica ritenendo questa medaglia il giusto coronamento della sua carriera.[3]

Progressione[modifica | modifica sorgente]

Getto del peso outdoor[modifica | modifica sorgente]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
2012 21,54 m Stati Uniti Athens 14-4-2012
2011 22,09 m Stati Uniti Eugene 26-6-2011
2010 21,29 m Svizzera Zurigo 19-8-2010
2009 21,11 m Germania Berlino 15-8-2009
2008 22,12 m Stati Uniti Eugene 8-6-2008
2007 21,61 m Giappone Osaka 25-8-2007
2006 22,04 m Stati Uniti Indianapolis 23-6-2006
2005 21,92 m Monaco Monaco 10-9-2005
2004 21,68 m Stati Uniti Gresham 5-6-2004
2003 21,29 m Finlandia Kuortane 20-7-2003
2002 22,51 m Stati Uniti Portland 18-5-2002
2001 21,53 m Svizzera Rüdlingen 19-8-2001
2000 22,12 m Stati Uniti Sacramento 22-9-2000
1999 20,64 m Spagna Palma di Maiorca 10-7-1999 12º
1998 20,61 m Svizzera Rüdlingen 23-8-1998 12º
1997 19,62 m Stati Uniti Bloomington 7-6-1997 38º
1996 19,14 m Stati Uniti Filadelfia 26-4-1996 68º
1995 18,27 m Stati Uniti Filadelfia 28-4-1995 111º
1994 18,34 m Portogallo Lisbona 23-7-1994 98º

Getto del peso indoor[modifica | modifica sorgente]

Stagione Risultato Luogo Data Rank. Mond.
2012 21,27 m Stati Uniti Boston 4-2-2012
2011 20,51 m Polonia Bydgoszcz 16-2-2011
2010 20,91 m Polonia Bydgoszcz 10-2-2010
2009 21,01 m Stati Uniti Fayetteville 13-2-2009
2008 22,40 m Stati Uniti Fayetteville 15-2-2008
2006 20,99 m Stati Uniti Boston 28-1-2006
2005 21,66 m Stati Uniti Boston 29-1-2005
2004 19,81 m Stati Uniti New York 6-2-2004 29º
2003 20,63 m Stati Uniti Boston 2-3-2003 11º
2002 21,57 m Stati Uniti New York 1-3-2002
2001 21,40 m Stati Uniti Atlanta 3-3-2001
1999 20,32 m Stati Uniti Atlanta 27-2-1999 12º
1998 19,86 m Stati Uniti Indianapolis 13-3-1998 23º
1997 17,88 m Stati Uniti Hanover 1-2-1997 114º

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Nelson sul podio dopo la vittoria dell'argento ai mondiali di Osaka 2007.
Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1994 Mondiali juniores Portogallo Lisbona Getto del peso Oro Oro 18,34 m
1999 Universiadi Spagna Palma di Maiorca Getto del peso Argento Argento 20,64 m
2000 Olimpiadi Australia Sydney Getto del peso Argento Argento 21,21 m
2001 Mondiali indoor Portogallo Lisbona Getto del peso Argento Argento 20,72 m
Mondiali Canada Edmonton Getto del peso Argento Argento 21,24 m
2003 Mondiali Francia Parigi Getto del peso Argento Argento 21,26 m
2004 Olimpiadi Grecia Atene Getto del peso Oro Oro 21,16 m [18]
2005 Mondiali Finlandia Helsinki Getto del peso Oro Oro 21,73 m
2007 Mondiali Giappone Osaka Getto del peso Argento Argento 21,61 m Record personale stagionale
2008 Olimpiadi Cina Pechino Getto del peso 12º nm
2009 Mondiali Germania Berlino Getto del peso 21,11 m Record personale stagionale
2011 Mondiali Corea del Sud Daegu Getto del peso 20,29 m

Campionati nazionali[modifica | modifica sorgente]

  • 4 volte campione nazionale nel getto del peso (2000, 2002, 2006, 2011)
  • 2 volte campione nazionale indoor nel getto del peso (2001/2002)
  • 1 volta campione nazionale NCAA nel getto del peso (1997)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Graduatorie mondiali all-time, getto del peso maschile outdoor, IAAF.org, 28 ottobre 2009. URL consultato l'11 novembre 2009.
  2. ^ (EN) Graduatorie mondiali all-time, getto del peso maschile indoor, IAAF.org, 28 ottobre 2009. URL consultato l'11 novembre 2009.
  3. ^ a b (EN) Nelson on cusp of Olympic gold, Sportsillustrated.cnn.com, 5 dicembre 2012. URL consultato il 17 marzo 2013.
  4. ^ (EN) Olimpiadi 2000, finale getto del peso maschile, IAAF.org, 22 settembre 2000. URL consultato il 6 maggio 2011.
  5. ^ (EN) Campionati mondiali 2001, finale getto del peso maschile, IAAF.org, 4 agosto 2001. URL consultato il 13 novembre 2009.
  6. ^ (EN) Campionati mondiali 2003, finale getto del peso maschile, IAAF.org, 23 agosto 2003. URL consultato il 12 novembre 2009.
  7. ^ (EN) Giochi olimpici 2004, getto del peso maschile, IAAF.org, 18 agosto 2004. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  8. ^ a b (EN) INTERNATIONAL OLYMPIC COMMITTEE IOC DISCIPLINARY COMMISSION - REGARDING YURIY BILONOG, Olympic.org, 1-12-2012. URL consultato il 6-3-2013.
  9. ^ a b (ES) Manolo Martínez, bronce olímpico, coe.es, 5 marzo 2013. URL consultato il 5 marzo 2013.
  10. ^ a b (EN) Olympic Games 2004 - Shot Put Final, IAAF.org. URL consultato il 5 marzo 2013.
  11. ^ (EN) Campionati mondiali 2005, finale getto del peso maschile, IAAF.org, 6 agosto 2005. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  12. ^ (EN) Campionati mondiali 2007, finale getto del peso maschile, Osaka2007.iaaf.org, 25 agosto 2007. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  13. ^ (EN) Giochi Olimpici 2008, finale getto del peso maschile, IAAF.org, 15 agosto 2008. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  14. ^ (EN) Campionati mondiali 2009, finale getto del peso maschile, Berlin.iaaf.org, 15 agosto 2009. URL consultato il 19 gennaio 2010.
  15. ^ (EN) Campionati mondiali 2011 - getto del peso maschile qualificazioni, IAAF.org, 1º settembre 2011. URL consultato il 1º settembre 2011.
  16. ^ (EN) Campionati mondiali 2011 - getto del peso maschile qualificazioni sommario, IAAF.org, 1º settembre 2011. URL consultato il 1º settembre 2011.
  17. ^ (EN) Campionati mondiali 2011 - getto del peso maschile finale, IAAF.org, 2 settembre 2011. URL consultato il 2 settembre 2011.
  18. ^ Da 2º passa 1º dopo la squalifica dell'ucraino Jurij Bilonoh.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Peter Matthews, Athletics 2006: The International Track and Field Annual, SportsBooks Ltd, 2006. ISBN 1-899807-34-9
  • (EN) Mark Butler, IAAF statistics handbook, Valencia 2008, Monaco, IAAF Media & Public Relation Department, 2008. (ISBN non esistente)
  • (EN) Mark Butler, IAAF statistics handbook, Berlin 2009, Monaco, IAAF Media & Public Relation Department, 2009. (ISBN non esistente)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]