20.000 leghe sotto i mari (film 1954)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
20.000 leghe sotto i mari
20000leghe gip.jpg
Il marinaio Ned (Kirk Douglas), Consiglio (Peter Lorre) e il Capitano Nemo (James Mason) sul ponte del Nautilus per andare sull'isola dei cannibali.
Titolo originale 20,000 Leagues Under the Sea
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1954
Durata 127 min
Colore colore (Technicolor)
Audio sonoro 4-Track Stereo (RCA Sound Recording)
Rapporto 1,37 : 1 (flat version)

2,55 : 1 (anamorphic)

Genere avventura, fantascienza
Regia Richard Fleischer
Soggetto Jules Verne
Sceneggiatura Earl Felton
Produttore Walt Disney (non accreditato)
Casa di produzione Walt Disney Productions (con il nome A Walt Disney Production)
Distribuzione (Italia) Dear Film (1955)
Rank Film (1966)
Cinema International Corporation (1974)
Buena Vista Enternament (2012)
Fotografia Franz Planer
Montaggio Elmo Williams
Effetti speciali Joshua Meador
Musiche Paul Smith
Scenografia Harper Goff (non accreditato)

John Meehan (architetto scenografo) Emile Kuri (arredatore)

Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

20.000 leghe sotto i mari (20,000 Leagues Under the Sea) è un film del 1954, prodotto da Walt Disney e diretto da Richard Fleischer, un adattamento cinematografico del romanzo omonimo di Jules Verne, pubblicato per la prima volta nel 1870.

È il primo film della Disney girato in CinemaScope.

La storia è ambientata nel periodo successivo alla Guerra di secessione e segue l'avventura del fiociniere Ned Land, del naturalista Pierre Aronnax e del suo assistente Consiglio a bordo del Nautilus, il sottomarino costruito e comandato dal Capitano Nemo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1868: la stampa è invasa da articoli riguardanti un misterioso mostro marino che affonda le navi incontrate lungo il suo percorso. I pochi testimoni scampati alle stragi raccontano di aver visto due grandi occhi fluorescenti e un corpo di massa enorme muoversi a velocità prodigiosa. Viene organizzata allora una spedizione per liberare i mari dal mostro e Pierre Aronnax, professore naturalista al Museo di Storia Naturale di Parigi famoso per aver pubblicato un'opera sulla vita sottomarina, viene chiamato a prendere parte alla spedizione assieme al suo fedele assistente Consiglio. I due s'imbarcano sul motoveliero Abraham Lincoln, nel quale incontreranno il valente fiociniere Ned Land.

Dopo molti mesi di navigazione infruttuosa, quando ormai il comandante della nave medita di abbandonare l'impresa, un uomo di vedetta avvista finalmente qualcosa che sembra essere il famigerato mostro. Le batterie della nave aprono il fuoco, ma la nave viene speronata e subisce gravi danni andando alla deriva. Durante lo scontro Aronnax finisce in mare e Consiglio si tuffa per salvarlo, ma la nave non può fermarsi a raccoglierli perché incapace di manovrare ed i due finiscono in balìa delle onde, aggrappati a oggetti galleggianti.

Dopo molte ore, trascinati dalla corrente, arrivano al cospetto di quella che sembra, nella nebbia fitta, un'isola galleggiante. Vi salgono sopra e si rendono conto che si tratta del mostro, o meglio di un battello sottomarino. Il professore s'introduce all'interno del battello con stupore e meraviglia e Consiglio, mentre sta per seguirlo, ode una voce di fuori chiamare: è Ned Land, caduto anch'egli in acqua. Nel frattempo Aronnax, affascinato, si è addentrato nel sottomarino, raggiungendo una sala con una grande finestra vetrata: da questa scorge degli uomini con speciali scafandri che camminano sul fondo marino in una processione funebre. I tre vengono poco dopo notati e catturati e quindi portati al cospetto del misterioso Capitano Nemo, un principe indiano dallo spirito vendicativo che ha l'obiettivo di ostacolare le grandi potenze mondiali ed in particolare di dare la caccia alle navi di "quella odiata nazione". Il Capitano Nemo e ciò che lo circonda affascinano il professor Aronnax, ma non Consiglio e Ned Land.

Li attende un lungo viaggio pieno di imprevisti ed avventure, tra cui una passeggiata sottomarina con tanto di galeone affondato con scrigno di gioielli, l'attacco di cannibali dopo il quale Ned Land viene rinchiuso in prigione per aver tentato la fuga, l'epica battaglia contro un calamaro gigante, che Ned uccide fiocinandolo in mezzo agli occhi, salvando così la vita al Capitano Nemo.

Il Nautilus raggiunge in seguito la base di Vulcania, dove sono conservati i segreti scientifici di Nemo e che il professore vorrebbe rivelare al mondo, ma delle navi da guerra, avvertite da messaggi in bottiglia segretamente inviati da Ned, sono ad attenderlo. Nemo sceglie allora di far esplodere l'isolotto ma colpito dal fuoco dei fucilieri, viene ferito gravemente e preferisce affondare nell'oceano assieme al suo equipaggio. Mentre l'isolotto esplode, i tre naufraghi riescono ad abbandonare il battello. Il professore vorrebbe tornare indietro a prendere il suo taccuino perso nella fuga, costringendo Ned a tramortirlo per farlo desistere e salvarlo.

Budget e incasso[modifica | modifica wikitesto]

Il film costò 4.3 milioni di dollari ed incassò 11.267.000 di dollari in tutto il mondo.[senza fonte]

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 gennaio 2009 la rivista Variety riportò in un articolo che un rifacimento intitolato 20,000 Leagues Under the Sea: Captain Nemo stava sviluppandosi alla Disney Pictures, con McG in trattative per dirigerlo e Bill Marsilli alla sceneggiatura[1]. Il film si sarebbe focalizzato sulle origini della figura centrale, capitano Nemo, e la costruzione della sua nave, il Nautilus. McG spiegò che il suo film sarebbe stato «più in sintonia con lo spirito del romanzo» rispetto al film di Fleischer, e che sarebbero state rivelate le origini di Nemo[2]. Qualche tempo dopo, Justin Marks e Randall Wallace furono incaricati della riscrittura della sceneggiatura[3]; ne uscì una versione piuttosto cupa e dalle atmosfere scure[4] . Sean Bailey fu delegato alla produzione insieme alla Wonderland Sound and Vision[5].

Per la parte di Nemo, McG pensò a Will Smith e Sam Worthington come candidati ideali, tuttavia, Smith rifiutò l'offerta e con Worthington non ebbe mai l'occasione di discuterne seriamente. Il 18 novembre 2009, la preproduzione fu congelata a tempo indeterminato e McG uscì dal progetto.[6][7][8]

Qualche settimana dopo l'annuncio del fermo del progetto, il produttore Sean Bailey avvicinò David Fincher come regista per un possibile riavvio orientato più verso l'azione e con un forte impatto visivo. Ciò che ne uscì fu il riavvio della produzione con Fincher alla regia e Scott Z. Burns alla sceneggiatura. Il tutto fu mantenuto nel più stretto riserbo, e il nuovo progetto fu annunciato nel maggio 2010.[4]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Differenze dal romanzo[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Nautilus di Verne è alimentato da elettricità, e non da energia atomica come invece si intuisce nel film.
  • La simpatica Esmeralda, la foca che risiede nel sottomarino diventata quasi un cagnolino da compagnia, non è presente nel libro di Verne.
  • La versione di Jules Verne di Ned Land e di Conseil è l'opposto di quella del film. Nel libro infatti il fiociniere è un uomo sulla quarantina, serio, intelligente, mentre nel film è un giocherellone, scaltro ma un po' imbranato. Nel romanzo Conseil è un giovane trentenne brillante e abile, nel film è un uomo sulla cinquantina goffo e insicuro.
  • L'isola di Vulcania, il meraviglioso "magazzino" segreto del Capitano Nemo, custode di tutte le sue miracolose invenzioni, non è prettamente citata nel libro.
  • La maggioranza degli episodi del libro di Verne sono omessi nel film, tra questi il passaggio dal Mar Rosso al Mediterraneo attraverso l'Arabian Tunnel, la sfida delle balene, la visita al continente sommerso di Atlantide, lo sbarco al Polo Sud.
  • Nel libro, durante la prima lotta contro una nave da guerra, Nemo ordina ai tre di rinchiudersi nei loro alloggi perché non scoprissero le sue intenzioni vendicative, cosa che nel film viene mostrata a loro sin dall'inizio, comportando evidenti reazioni e collera da parte soprattutto di Ned Land.
  • Il servo Conseil resta nel libro sempre fedele ad Aronnax, nel film spesso invece lo contrasta diventando, seppur con diffidenza, complice dei piani di fuga di Ned Land.
  • Nel romanzo due uomini dell'equipaggio perdono la vita, il primo durante la lotta con una nave da guerra, il secondo ucciso da una gigantesca piovra. Nel film invece non muore nessuno durante la permanenza dei tre protagonisti sul Nautilus, compare la cerimonia funebre sottomarina (di un uomo di Nemo morto probabilmente durante lo scontro con l'Abraham Lincoln) prima che i tre naufraghi vengano visti e catturati.
  • Il decesso della famiglia di Nemo viene raccontato in modo del tutto differente. Nel libro Nemo aveva perso moglie e due figli a causa di quella odiata nazione prima della costruzione del Nautilus. Nel film la moglie e il figlio sono stati torturati a morte per costringere Nemo a svelare i segreti inquietanti del Nautilus.
  • Sono più di una le piovre che nel libro attaccano il Nautilus, inoltre nel romanzo di Verne è Nemo che salva la vita a Ned dai tentacoli, l'opposto del film.
  • Il Nemo di Verne è visto come un antieroe, che si è esiliato nel mondo sommerso disgustato dall'umanità che risiede in superficie, volendosi circondare solo di opere d'arte. Nel film invece viene visto come un grande inventore, con un tragico passato, convinto che l'umanità non sia pronta per le sue nuove scienze, che in effetti protegge la razza umana da se stessa, distruggendo quella miracolosa tecnologia prima che possa cadere in mani sbagliate (chiaro indizio all'energia atomica).
  • La liberazione finale dal Nautilus viene da Verne scritta del tutto diversamente, mentre Aronnax, Conseil e Land si imbarcano per abbandonare il sottomarino, questo viene trasportato a forza dal maelstrom, vortice vicino alle coste della Norvegia, salvando solo i tre.
  • Le avventure del Capitano Nemo non terminano qui, come nel film, dove il personaggio muore nel finale lasciando le proprie parole in voce off come un testamento. Nel seguito del romanzo, il capitano verrà al contrario ritrovato su un'isola misteriosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Michael Fleming, McG to direct Disney's 'Leagues', Variety, 06 gennaio 2009.
  2. ^ (EN) Christina Radish, Director McG Gives IESB an Update on 20,000 Leagues Under the Sea and Says it's Action Packed!, IESB, 07 agosto 2009.
  3. ^ (EN) Randall Wallace to Rewrite Captain Nemo, Comingsoon.net, 08 luglio 2009.
  4. ^ a b David Fincher dirigerà 20.000 Leghe sotto i Mari!. BadTaste, 16-05-2010 (ultimo accesso il 16-05-2010).
  5. ^ (EN) Marc Graser. Justin Marks rewriting 'Nemo'. Variety, 11-02-2009.
  6. ^ (EN) Jim Vejvoda, Finding McG's Nemo in IGN, 15 gennaio 2009.
  7. ^ (EN) Clint Morris, Exclusive : Sam downplays Nemo in Moviehole.net, 21 agosto 2009.
  8. ^ (EN) Eric Goldman, McG Talks T5 in IGN, 07 agosto 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]