Southeast Pro Cycling Team

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Yellow Fluo)
Southeast Pro Cycling Team
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Una ammiraglia Vini Fantini durante la Milano-Sanremo 2013
Una ammiraglia Vini Fantini durante la Milano-Sanremo 2013
Informazioni
Codice UCI STH
Nazione Italia Italia
Debutto 2009
Specialità Strada
Status PCT
Biciclette MCipollini
Sito ufficiale Southeast Pro Cycling Team
Staff tecnico
Gen. manager Angelo Citracca
Dir. sportivi Serge Parsani
Luca Amoriello
Filippo Ballerini
Andrea Bardelli
Giuseppe Di Fresco
Devid Redolini
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Divisa

La Southeast Pro Cycling Team (codice UCI: STH), conosciuta in precedenza come ISD, Farnese Vini, Vini Fantini, YellowFluo e Neri Sottoli, è una squadra ciclistica maschile di ciclismo su strada italiana. Ha licenza da UCI Professional Continental Team, che le consente di partecipare alle gare dei Circuiti continentali UCI. Grazie alle wild-card assegnate dall'UCI, ha la possibilità di partecipare anche ad alcuni eventi del UCI World Tour.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

2008-2009: La nascita e gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008, dalla partnership tra due aziende del settore siderurgico, l'ucraina ISD (Unione Industriale Donbas) e l'italiana Danieli, nacque lo ISD Cycling Team. Aveva due centri operativi, uno in Ucraina a Donec'k, gestito dal manager esecutivo Mark Beygelzimer e dal team manager Mykola Myrza, ed uno in Italia, con sede a Pistoia,[1] e guidato dai manager Marco Floreani, che curava le attività sportive della Danieli, e Angelo Citracca, che gestiva le relazioni con corridori e sponsor. Tra i direttori sportivi vi erano gli ex professionisti Luca Scinto e Alberto Elli, mentre Mario Cipollini curava la parte tecnica.[2][3]

Forte di una licenza di Professional Continental Team, la squadra fece il suo debutto nella stagione 2009: undici erano i ciclisti italiani in organico – e tra essi Giovanni Visconti, campione italiano in linea 2007, e Dario David Cioni, quarto al Giro d'Italia 2004 – e otto quelli ucraini, alcuni dei quali provenienti dalla ISD Sport-Donetsk, formazione Continental supportata dalla stessa ISD. Oscar Gatto diede la prima vittoria al team, aggiudicandosi una tappa al Giro di Sardegna in febbraio, mentre Visconti contribuì con quattro successi, tra cui la Coppa Agostoni e il Gran Premio Industria e Commercio di Prato. La squadra venne peraltro invitata al Giro d'Italia: in quella "Corsa rosa" Visconti fece sua la classifica dei Traguardi Volanti.

2010-2011: I successi con Visconti, Gatto e Guardini[modifica | modifica wikitesto]

Andrea Guardini, undici vittorie da pro nel 2011

L'anno dopo fu ancora Visconti ad ottenere i principali risultati per il sodalizio italo-ucraino: il siciliano vinse infatti la Classica Sarda, il Presidential Cycling Tour of Turkey e soprattutto, per la seconda volta, il titolo nazionale in linea. Il tedesco Patrik Sinkewitz, approdato solo in giugno alla corte di Citracca, si aggiudicò invece il Giro di Romagna; quattro successi arrivarono da José Rujano, due da Bartosz Huzarski. Al termine della stagione la ISD lasciò però la sponsorizzazione della squadra, andando ad affiancare la Lampre: al posto della società siderurgica subentrò la Farnese Vini, già co-sponsor della stessa Lampre nel 2010.[4]

Per il 2011 il team, che già l'anno prima aveva spostato a Londra la propria sede legale, assunse licenza britannica, confermando comunque lo status di Professional Continental Team. La formazione, ora composta quasi interamente da corridori italiani, poteva sempre fare affidamento sul campione nazionale Visconti[5], oltre che su giovani promettenti quali Andrea Guardini, il già citato Gatto, Elia Favilli e Matteo Rabottini. Fu proprio Guardini, in termini numerici, l'atleta più vittorioso del team nel 2011: il neopro veronese ottenne infatti ben undici vittorie, cinque delle quali al Tour de Langkawi in febbraio, sulle ventidue conseguite dalla squadra[6]. Tra gli altri Gatto diede ai giallo-fluo il primo successo al Giro d'Italia, sprintando sul traguardo di Tropea – fece comunque suoi pure il Trofeo Matteotti e il Giro di Romagna-Coppa Placci – mentre Visconti si confermò campione nazionale per la terza volta, seconda in maglia ISD/Farnese.

2012: Consacrazione di Guardini e l'arrivo di Pozzato[modifica | modifica wikitesto]

L'ingaggio di maggior rilievo in vista del 2012 fu quello di Filippo Pozzato al posto di Giovanni Visconti ceduto alla Movistar.

Al termine della stagione le vittorie saranno 17, 10 del solo Andrea Guardini.

2013: Di Luca e Santambrogio, scandalo doping al Giro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 la Vini Fantini-Selle Italia perde Filippo Pozzato e Andrea Guardini ma ingaggia Stefano Garzelli, Danilo Di Luca, Mauro Santambrogio e Francesco Chicchi.

Soppratutto grazie ai risultati di Oscar Gatto, Francesco Chicci e Mauro Santambrogio la squadra si dimostra competitiva, ad aprile arriva l'ingaggio di Danilo Di Luca che porta con sé lo sponsor della sua precedente squadra, Acqua e sapone, che apparirà sulle maglie al Giro d'Italia. La squadra ottiene buoni risultati al Giro ma Danilo Di Luca e Mauro Santambrogio verranno squalificati per positività all'EPO.[7]

2014: Neri Sottoli[modifica | modifica wikitesto]

La squadra perde la Vini Fantini che diventa lo sponsor principale della Nippo-De Rosa e prende il nome provvisorio di Yellow Fluo. Successivamente dopo l'entrata di un nuovo sponsor la squadra cambia nome in Neri Sottoli. Dopo un controllo antidoping fuori competizione effettuato il 7 agosto, Matteo Rabottini viene trovato positivo all'Epo.[8]

2015: Southeast, campioni d'Italia[modifica | modifica wikitesto]

La squadra cambia sponsor e diventa Southeast Pro Cycling Team, Luca Scinto direttore sportivo della squadra fin dal debutto nel 2009 lascia la squadra per occuparsi della squadra junior creata in onore di Franco Ballerini.[9]

Gli ingaggi più significativi sono quelli di Alessandro Petacchi[10], Manuel Belletti, Francesco Gavazzi e il neo pro Jakub Mareczko.

Il ventunenne Jakub Mareczko al suo primo anno da professionista è l'italiano più vincente del 2015 con 13 successi.[11] I successi della squadra sono 23 tra cui la vittoria di due corse a tappe, il Sibiu Cycling Tour vinto da Mauro Finetto e il Tour of Taihu Lake da Jakub Mareczko. L'ottima stagione della Southeast la consacra vincitrice del Campionato Italiano a Squadre.[12]

Ad un controllo antidoping a sorpresa effettuato dall'Uci il 22 aprile, alla vigilia del Giro di Turchia il panamense Ramon Carretero viene trovato positivo all'Epo.[13]

2016: Ritorno di Scinto e Pozzato[modifica | modifica wikitesto]

Il direttore sportivo Luca Scinto[14] ritorna in squadra, anche Filippo Pozzato[15] dopo 3 stagioni passate alla Lampre rientra nella squadra di Angelo Citracca. Dopo sei anni termina la collaborazione con le bici Cipollini per correre su bici Wilier Triestina.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Annuario[modifica | modifica wikitesto]

Anno Codice Nome Cat. Biciclette Dirigenza
2009 ISD Regno Unito ISD PCT Specialized Manager: Angelo Citracca
Dir. sportivi: Alberto Elli, Mykola Myrza, Luca Scinto, Bogdan Bondariev
2010 ISD Regno Unito ISD-Neri Sottoli PCT MCipollini Manager: Angelo Citracca
Dir. sportivi: Luca Scinto, Luca Amoriello, Bogdan Bondariev, Leonardo Canciani
2011 FAR Regno Unito Farnese Vini-Neri Sottoli PCT MCipollini Manager: Angelo Citracca
Dir. sportivi: Leonardo Canciani, Stefano Giuliani, Leonardo Scarselli, Luca Scinto
2012 FAR Regno Unito Farnese Vini-Neri Sottoli PCT MCipollini Manager: Angelo Citracca
Dir. sportivi: Stefano Giuliani, Serge Parsani, Leonardo Scarselli, Luca Scinto
2013 VIN Italia Vini Fantini-Selle Italia PCT MCipollini Manager: Angelo Citracca
Dir. sportivi: Luca Scinto, Luca Amoriello, Giuseppe Di Fresco, Serge Parsani, Christian Valente
2014 YEL
NRI
Italia Yellow Fluo
Italia Neri Sottoli-Alè
PCT MCipollini Manager: Angelo Citracca
Dir. sportivi: Luca Scinto, Luca Amoriello, Giuseppe Di Fresco, Stefano Garzelli, Serge Parsani, Christian Valente
2015 STH Italia Southeast Pro Cycling Team PCT MCipollini Manager: Angelo Citracca
Dir. sportivi: Serge Parsani, Luca Amoriello, Filippo Ballerini, Andrea Bardelli, Giuseppe Di Fresco, Devid Redolini

Classifiche UCI[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1998, le squadre ciclistiche erano classificate dall'UCI in un'unica divisione. Nel 1999 la classifica a squadre venne divisa in prima, seconda e terza categoria (GSI, GSII e GSIII), mentre i corridori rimasero in classifica unica.[16] Nel 2005 fu introdotto l'UCI ProTour[17] e, parallelamente, i Circuiti continentali UCI;[16] dal 2009 le gare del circuito ProTour sono state integrate nel Calendario mondiale UCI, poi divenuto UCI World Tour.

Aggiornato al 31 dicembre 2015

Anno Class. Pos. Migliore cl. individuale
2009 America T. 21º Ucraina Andriy Grivko (102º)
Asia T. 40º Ucraina Denys Kostyuk (161º)
Europe T. Italia Giovanni Visconti (1º)
Oceania T. 17º Australia Simon Clarke (30º)
2010 Asia T. 22º Italia Pierpaolo De Negri (108º)
Europe T. Italia Giovanni Visconti (1º)
2011 Asia T. Italia Andrea Guardini (8º)
Europe T. Italia Giovanni Visconti (1º)
2012 America T. 20º Brasile Rafael Andriato (42º)
Asia T. 10º Italia Andrea Guardini (3º)
Europe T. 14º Italia Oscar Gatto (41º)
2013 America T. 13º Italia Mauro Santambrogio (80º)
Asia T. 11º Italia Francesco Chicchi (15º)
Europe T. Italia Mauro Santambrogio (21º)
2014 America T. 14º Brasile Rafael Andriato (76º)
Asia T. 52º Italia Francesco Chicchi (144º)
Europe T. Italia Mauro Finetto (5º)
2015 America T. 23º Italia Jakub Mareczko (65º)
Asia T. Italia Jakub Mareczko (2º)
Europe T. Italia Manuel Belletti (13º)

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 10 maggio 2015

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

Participazioni: 6 (2009, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015)
Vittorie di tappa: 4
2011 (Oscar Gatto)
2012 (Matteo Rabottini, Andrea Guardini)
2013 (Mauro Santambrogio)
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 1
2012 Scalatori (Matteo Rabottini)
Partecipazioni: 0
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0
Partecipazioni: 0
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

La Vini Fantini al foglio firma della settima tappa del Giro d'Italia 2013 a San Salvo
Strada
  • Campionati albanesi: 1
A cronometro: 2015 (Eugert Zhupa)[18]
In linea: 2010, 2011 (Giovanni Visconti)
In linea: 2009 (Andrij Hrivko)

Organico 2016[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 15 dicembre 2015.[19]

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

GM=General manager; DS=Direttore sportivo.
Naz. Ruolo Sportivo
Italia GM Angelo Citracca
Italia DS Luca Amoriello
Italia DS Filippo Ballerini
Italia DS Andrea Bardelli
Italia DS Giuseppe Di Fresco
Italia DS Serge Parsani
Italia DS Devid Redolini

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Naz. Sportivo Anno
Spagna Julen Amezqueta 1993
Italia Manuel Belletti 1985
Italia Liam Bertazzo 1992
Italia Matteo Busato 1987
Italia Samuele Conti 1991
Italia Matteo Draperi 1991
Venezuela Gilbert Ducournau 1992
Italia Andrea Fedi 1991
Italia Giuseppe Fonzi 1991
Venezuela Tomás Gil 1977
Italia Jakub Mareczko 1994
Colombia Daniel Felipe Martinez 1996
Italia Filippo Pozzato 1981
Spagna Cristian Rodríguez 1995
Spagna Enrique Sanz 1989
Italia Mirko Tedeschi 1989
Italia Mirko Trosino 1992
Albania Eugert Zhupa 1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2009 UCI Professional Continental Teams - ISD - NERI (ISD) - ITA, www.uci.ch. URL consultato il 3 gennaio 2012.
  2. ^ E' ufficiale, nasce la ISD-Danieli di Angelo Citracca, in tuttobiciweb.it, 31 agosto 2008. URL consultato il 02-12-2009.
  3. ^ Francesco Pelosi, ISD CYCLING TEAM: CON CIPOLLINI PARTE LA SFIDA, in cyclingandgo.com. URL consultato il 02-12-2009.
  4. ^ Luca Capuano, ISD, Farnese-Vini sarà lo sponsor nel 2011, in spaziociclismo.it, 24 agosto 2010. URL consultato il 1 gennaio 2011.
  5. ^ (EN) 2011 UCI Professional Continental Teams - FARNESE VINI - NERI SOTTOLI (FAR) - GBR, www.uci.ch. URL consultato il 3 gennaio 2012.
  6. ^ FARNESE. Sabato a Ortona la presentazione ufficiale, in www.tuttobiciweb.it, 2 gennaio 2011. URL consultato il 4 gennaio 2011.
  7. ^ Giro, doping: Mauro Santambrogio positivo all'Epo dopo la prima tappa. Licenziato, su Ultime notizie sportive - La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  8. ^ Doping, Matteo Rabottini squalificato per due anni, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  9. ^ Yellow Fluo: Scinto giù dall'ammiraglia, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  10. ^ Petacchi firma per la Southeast, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  11. ^ Jakub Mareczko dalla Cina fa tappa alla Gazzetta, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  12. ^ La Coppa Italia a Colbrelli e alla Southeast, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  13. ^ La bella favola di Carretero finisce nell'Epo, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  14. ^ Southeast, Citracca: "Confermato il ritorno di Scinto e il probabile arrivo di Rossato", su www.cyclingpro.net. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  15. ^ Pozzato, sì alla Southeast: "Parlare? No, ora devo pedalare", su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  16. ^ a b Archivio delle classifiche UCI, 62.50.72.82. URL consultato il 3 dicembre 2009.
  17. ^ Archivio delle classifiche UCI ProTour, uciprotour.com. URL consultato il 12-12-2009.
  18. ^ EUGERT ZHUPA CAMPIONE NAZIONALE ALBANESE A CRONOMETRO PER LA 6A VOLTA | Ciclismoblog.it, su www.ciclismoblog.it. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  19. ^ SOUTHEAST 2016, su procyclingstats.com. URL consultato il 15 dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo