Vtoroj divizion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vtoroj divizion
Sport Football pictogram.svg Calcio
Paese Russia Russia
Cadenza annuale
Apertura luglio
Partecipanti 75 squadre
Formula 4 gironi all'italiana A/R
1 girone A/R/A
Promozione in PFN Ligi
Retrocessione in Pervenstvo Rossii sredi ljubitel'skich futbol'nych klubov
Storia
Fondazione 1994
Detentore Tosno
Volgar' Astrachan'
Sokol Saratov
Tjumen'
Sachalin
Edizione in corso Vtoroj division 2015-2016

La Vtoroj divizion (cir. rus. Второй дивизион, letteralmente "Seconda divisione") costituisce il terzo ed ultimo torneo professionistico del campionato russo di calcio.

Geograficamente è divisa in 5 zone: Ovest, Centro, Sud, Urali, Siberia. In totale dovrebbero parteciparvi 76 club, cioè sedici per ciascun girone tranne l'ultimo, il più orientale e caratterizzato da enormi distanze che obbligano a regole particolari. La squadra vincitrice di ogni zona è promossa automaticamente nel FNL Football Championship. Le ultime classificate di ogni zona perdono lo status professionistico e sono retrocesse nel campionato di calcio dilettantistico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Con la dissoluzione dell'Unione Sovietica nacque la terza divisione russa, ultimo campionato nazionale, col nome di Vtoraja Liga (in russo вторая лига, cioè Seconda Lega), riprendendo il nome della vecchia terza serie del campionato sovietico di calcio.

Tra il 1994 e il 1997 non fu l'ultimo campionato nazionale: fu infatti istituita la Tret'ja Liga come quarta serie del campionato; tale divisione ebbe breve vita (appena quattro stagioni). Nel 1998, con la ristrutturazione del campionato russo, tornò ad essere l'ultima livello nazionale e cambiò nome in Vtoroj divizion (cioè Seconda Divisione)

Fino al 2010 la manifestazione era organizzata dalla Russian Professional Football League come la serie cadetta, all'epoca chiamata "Prima divisione". Nel 2011 questa lega fu sciolta per la secessione dei club cadetti, e oggi la Vtoroj divizion è affidata ad interim al Settore professionistico della Federcalcio russa. Undici club hanno comunque tenuto in vita il nucleo organizzativo dalla vecchia RPFL, chiamato Association Professional Football League, onde salvaguardare l'affiliazione all'EPFL europea.

Squadre partecipanti alla stagione 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Ovest (16 club)[modifica | modifica wikitesto]

Centro (16 club)[modifica | modifica wikitesto]

Sud (22 club)[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo 1[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo 2[modifica | modifica wikitesto]

Urali meridionali (11 club)[modifica | modifica wikitesto]

Est (9 club)[modifica | modifica wikitesto]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Campionato a 6 gironi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Girone 1 Girone 2 Girone 3 Girone 4 Girone 5 Girone 6
Vincitrice Altre Promosse Vincitrice Altre Promosse Vincitrice Altre Promosse Vincitrice Altre Promosse Vincitrice Altre Promosse Vincitrice Altre Promosse
1992 Erzu Grozny Kolos Krasnodar Avtodor Vladikavkaz Avangar Kamyshin Spartak-2 Mosca[1] Znamja Truda, Interros Krasnoznamensk Baltika Smena-Saturn San Pietroburgo Neftechimik Gazovik Iževsk Zarja Leninsk-Kuzneckij Metallurg Aldan

Campionato a 7 gironi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Girone 1 Girone 2 Girone 3 Girone 4 Girone 5 Girone 6 Girone 7
1993[2] Anži Saljut Torpedo Arzamas Torpedo Mytishchi Vympel Devon Angara

Campionato a 4 gironi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Girone Ovest Girone Centro Girone Siberia Girone Est
Vincitrice Altra Promossa Vincitrice Altra Promossa
1994 Fakel Voronež Kolos Krasnodar Torpedo Volžskij Torpedo Arzamas Čkalovec Dinamo Jakutsk[3]

Campionato a 3 gironi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Girone Ovest Girone Centro Girone Est
Vincitrice Altra Promossa Vincitrice Altra Promossa Vincitrice
1995 Spartak Nal'čik Kuban' Gazovik-Gazprom Saturn Metallurg Krasnojarsk
1996 Metallurg Lipeck Anži Lada Dimitrovgrad Kristall Smolensk Irtyš Omsk
1997 Arsenal Tula Rubin Kazan' Tom' Tomsk

Campionato a 6 gironi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Girone Ovest Girone Centro Girone Sud Girone Volga Girone Urali Girone Est
1998 Torpedo-ZIL Spartak-Orechovo Volgar' Astrachan' Тorpédo-Viktórija Amkar Perm' Metallurg Krasnojarsk
1999 Avtomobilist Noginsk[4] Spartak-Chukotka Mosca Kuban'[4] Lada Togliatti Nosta Novotroick Metallurg Novokuzneck[4]
2000 Severstal Cherepovets Chimki[4] Kuban' Svetotechnika[4] Neftechimik Metallurg Novokuzneck[4]
2001 Dinamo S. Pietroburgo Metallurg Lipeck[4] SKA Rostov Svetotechnika[4] Uralmaš[4] SKA-Ėnergija
2002 Baltika Metallurg Lipeck Terek Groznyj Svetotechnika Uralmaš Metallurg-ZAPSIB Novokuznetsk

Campionato a 5 gironi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Girone Ovest Girone Centro Girone Sud Girone Volga-Urali Girone Est
2003 Arsenal Tula Orël Dinamo Machačkala KAMAZ Luč-Ėnergija
2004 Torpedo Vladimir[5] Fakel Voronež Dinamo Stavropol'[6] Ural Čkalovec
2005 Baltika Salyut-Energiya Angušt Nazran' Sodovik Metallurg Krasnojarsk
2006 Tekstilshchik-Telecom Spartak Rjazan' Spartak Vladikavkaz Nosta Novotroick Zvezda Irkutsk
2007 Sportakademklub Vitjaz' Podol'sk Černomorec Novorossijsk Volga Ul'janovsk Dinamo Barnaul
2008 MVD Rossii Metallurg Lipeck Volgar-Gazprom-2 Volga N. Novgorod Čita
2009 Dinamo S. Pietroburgo Avangard Kursk Žemčužina-Soči Mordovija Irtyš Omsk
2010 Torpedo Vladimir Torpedo Mosca Černomorec Novorossijsk Gazovik Orenburg Metallurg-Enisej
2011-2012 Petrotrest Saljut Rotor Neftechimik Metallurg-Kuzbass
2012-2013 Chimik Dzeržinsk Arsenal Tula Angušt Nazran' Gazovik Orenburg Luč-Ėnergija
2013-2014 Tosno Sokol Saratov Volgar' Astrachan' Tjumen' Sachalin

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Non promosso in quanto formazione riserve.
  2. ^ Nessuna promozione prevista.
  3. ^ Non promossa: perse i play-off con il Čkalovec
  4. ^ a b c d e f g h i Non promossa dopo i play-off.
  5. ^ Non promosso: al suo posto ammesso il Petrotest.
  6. ^ Non promosso: al suo posto ammesso il Volgar-Gazprom.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]