Use Your Illusion II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Use Your Illusion II
ArtistaGuns N' Roses
Tipo albumStudio
Pubblicazione17 settembre 1991
Durata75:57
Dischi1
Tracce14
GenereHeavy metal[1]
Hard rock[1]
EtichettaGeffen Records
ProduttoreMike Clink
Guns N' Roses
RegistrazioneA&M Studios, Record Plant Studios, Studio 56, Image Recording, Conway Studios & Metalworks Recording Studios - 1991
Certificazioni
Dischi di platinoSpagna Spagna[2]
(vendite: 100 000+)

Norvegia Norvegia (2)[3]
(vendite: 100 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (5)[4]
(vendite: 75 000+)

Svezia Svezia[5]
(vendite: 100 000+)
Guns N' Roses - cronologia
Album precedente
(1991)
Album successivo
(1993)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 4.5/5 stelle[1]
Rolling Stone 4/5 stelle[6]

Use Your Illusion II è il quarto album in studio del gruppo musicale hard rock statunitense Guns N' Roses, pubblicato nel 1991 dalla Geffen Records.

Fu il secondo di due dischi pubblicati parallelamente allo Use Your Illusion Tour, insieme ad Use Your Illusion I. Ha venduto 14 milioni di copie ed è rimasto dal 1991 in classifica per tre anni[6].

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Con questo album ci fu una grande svolta. Il sound subì un cambiamento[1], dato che l'album in studio precedente, Appetite for Destruction, era più veloce e massiccio[7][8][9][10]. Contiene inoltre una cover di Knockin' On Heaven's Door, celebre pezzo di Bob Dylan. Gli stessi Guns la suonarono dal vivo durante il Freddie Mercury Tribute Concert, nel 1992.

Il brano apripista, Civil War, vede alla batteria il primo batterista, Steven Adler, allontanato poi dalla formazione durante la registrazione dei due Illusion.

Il brano You Could Be Mine fu inserito anche nella colonna sonora del film Terminator 2 - Il giorno del giudizio, girato nello stesso anno.

Breakdown è la settima traccia dell'album. Axl Rose dichiarò che la fine della traccia è l'unica cosa che non lo soddisfece pienamente delle intere sessioni di registrazione di Use Your Illusion. Slash disse che fu una delle canzoni più difficili da registrare di tutto album, infatti Matt Sorum dovette provare molte volte prima di riuscire ad ottenere un drumming perfetto sulla traccia.[11]

Locomotive (sottotitolata Complicity) è la nona traccia dell'album. Slash la registrò usando una Gibson Explorer. La canzone fu scritta da Slash e da Izzy Stradlin in una casa a Hollywood Hills subito dopo la fine dell'Appetite for Destruction tour.[12]

Copertina[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio tratto dal quadro La Scuola di Atene di Raffaello Sanzio, figura riportata sulla copertina dell'album.

La copertina dell'album riprende quella del precedente Use Your Illusion I, che illustrava un personaggio da Scuola di Atene di Raffaello Sanzio. La differenza è nello sfondo, di colore blu anziché giallo ed arancione. Entrambe le copertine sono opera dell'artista estone-americano Mark Kostabi.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Civil War (McKagan, Rose, Stradlin, Slash) - 7:43
  2. 14 Years (Rose, Stradlin) - 4:21
  3. Yesterdays (Arkeen, James, McCloud, Rose) - 3:16
  4. Knockin' on Heaven's Door (Dylan) - 5:37
  5. Get in the Ring (McKagan, Rose, Slash) - 5:41
  6. Shotgun Blues (Rose) - 3:23
  7. Breakdown (Rose) - 7:04
  8. Pretty Tied Up (Stradlin) - 4:48
  9. Locomotive (Rose, Slash) - 8:42
  10. So Fine (McKagan) - 4:07
  11. Estranged (Rose) - 9:23
  12. You Could Be Mine (Rose, Stradlin) - 5:44
  13. Don't Cry [Alternate Lyrics] (Rose, Stradlin) - 4:44
  14. My World (Rose) - 1:24

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1991) Posizione
massima
Australia[13] 1
Austria[13] 1
Canada[14] 1
Francia[15] 2
Finlandia[16] 1
Germania[13] 2
Italia[17] 2
Norvegia[13] 2
Nuova Zelanda[13] 1
Paesi Bassi[13] 2
Regno Unito[18] 1
Spagna[19] 3
Stati Uniti[20] 1
Svezia[13] 4
Svizzera[13] 2

Classifiche di fine decennio[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1990–1999) Posizione
Austria[21] 2
Stati Uniti[22] 67

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1991) Posizione
Australia[23] 18
Austria[24] 27
Canada[25] 14
Francia[26] 12
Germania[27] 51
Italia[17] 25
Nuova Zelanda[28] 16
Regno Unito[29] 38
Classifica (1992) Posizione
Australia[30] 18
Austria[31] 3
Germania[32] 5
Nuova Zelanda[33] 20
Regno Unito[29] 45
Stati Uniti[34] 20
Svizzera[35] 5
Classifica (1993) Posizione
Germania[36] 31
Paesi Bassi[37] 39

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Stephen Thomas Erlewine, Use Your Illusion II, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 3 giugno 2013.
  2. ^ Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano: Certificados 1991–1995, prima edizione, ISBN 84-8048-639-2.
  3. ^ (NO) IFPI Norsk Platebransje, IFPI. URL consultato il 15 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2012).
  4. ^ Dean Scapolo, The Complete New Zealand Music Charts: 1966–2006, Wellington, Dean Scapolo and Maurienne House, 2007, ISBN 978-1-877443-00-8.
  5. ^ (SV) Gold & Platinum 1987–1998 (PDF), su IFPI Sweden, p. 8. URL consultato il 9 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012).
  6. ^ a b (EN) Christian Wright, Use Your Illusion II, in Rolling Stone. URL consultato il 30 maggio 2013.
  7. ^ debaser.it, I Guns si distaccano da Appetite 1, su debaser.it. URL consultato il 29 giugno 2010.
  8. ^ metal.it, I Guns si distaccano da Appetite 2, su metal.it. URL consultato il 9 luglio 2010.
  9. ^ metallized.it, I Guns si distaccano da Appetite 3, su metallized.it. URL consultato il 9 luglio 2010.
  10. ^ Storiadellamusica.it, I Guns si distaccano da Appetite 4, su storiadellamusica.it. URL consultato il 10 luglio 2010.
  11. ^ Bozza, Anthony, & Slash (2007). Slash. Harper Entertainment: New York. pp. 316-317
  12. ^ Bozza, Anthony, & Slash (2007). Slash. Harper Entertainment: New York. p. 252
  13. ^ a b c d e f g h (NL) Guns N' Roses - Use Your Illusion II, Ultratop. URL consultato il 1º marzo 2014.
  14. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 54, No. 20, October 19 1991 (PDF), in RPM, 19 ottobre 1991. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  15. ^ (FR) Le Détail des Albums de chaque Artiste, Infodisc.fr. URL consultato il 19 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2010). Selezionare "GUNS'N'ROSES" e premere "OK".
  16. ^ (FI) Timo Pennanen, Sisältää hitin - levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, 1ª ed., Helsinki, Kustannusosakeyhtiö Otava, 2006, ISBN 978-951-1-21053-5.
  17. ^ a b Gli album più venduti del 1991, hitparadeitalia.it. URL consultato il 14 maggio 2015.
  18. ^ (EN) Official Albums Chart Top 75: 22 September 1991 - 28 September 1991, Official Charts Company. URL consultato il 16 giugno 2015.
  19. ^ (ES) Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spagna, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  20. ^ (EN) Guns N' Roses - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 1º marzo 2014.
  21. ^ (DE) Bestenlisten – 90er-Album, austriancharts.at. URL consultato il 9 luglio 2015.
  22. ^ (EN) Geoff Mayfield, 1999 The Year in Music Totally '90s: Diary of a Decade - The listing of Top Pop Albums of the '90s & Hot 100 Singles of the '90s, Billboard, 25 dicembre 1999. URL consultato il 12 maggio 2015.
  23. ^ (EN) ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Albums 1991, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  24. ^ (DE) Jahreshitparade 1991, austriancharts.at. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  25. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 55, No. 3, December 21 1991, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  26. ^ (FR) Les Albums (CD) de 1991 par InfoDisc, su infodisc.fr. URL consultato il 14 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2012).
  27. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1991, offiziellecharts.de. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  28. ^ (EN) Top Selling Albums of 1991, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 22 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2015).
  29. ^ a b (EN) Complete UK Year-End Album Charts, chartheaven.com. URL consultato il 3 settembre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2012).
  30. ^ (EN) ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Albums 1992, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  31. ^ (DE) Jahreshitparade 1992, austriancharts.at. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  32. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1992, offiziellecharts.de. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  33. ^ (EN) Top Selling Albums of 1992, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 22 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2015).
  34. ^ (EN) 1992: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  35. ^ Schweizer Jahreshitparade 1992, Schweizer Hitparade. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  36. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1993, offiziellecharts.de. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  37. ^ (NL) Dutch charts jaaroverzichten 1993, dutchcharts.nl. URL consultato il 22 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]