Top Secret!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Top Secret!
Top secret.jpg
Uomini fanno i loro bisogni sulle statue dei piccioni, in una scena del film
Titolo originaleTop Secret!
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1984
Durata90 min
Rapporto1,77:1
Generecommedia, comico, musicale
RegiaZucker-Abrahams-Zucker
SoggettoZucker-Abrahams-Zucker, Martyn Burke
SceneggiaturaZucker-Abrahams-Zucker, Martyn Burke
ProduttoreJon Davison, Hunt Lowry
Produttore esecutivoZucker-Abrahams-Zucker
Casa di produzioneParamount Pictures
FotografiaChristopher Challis
MontaggioFrançoise Bonnot, Bernard Gribble
Effetti specialiNick Allder
MusicheMaurice Jarre
ScenografiaPeter Lamont, Michael Lamont, John Fenner, Crispian Sallis
CostumiEmma Porteous
TruccoStuart Freeborn
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Top Secret! è un film comico del 1984 del trio di registi e sceneggiatori Zucker-Abrahams-Zucker, celebri anche per la serie de Una pallottola spuntata e de L'aereo più pazzo del mondo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il cantante americano di "surf rock" Nick Rivers, viene invitato per errore ad un festival musicale nella Germania Est in piena Guerra Fredda. L'ambientazione ricorda assai la Germania nazista, a partire dalle uniformi, identiche a quelle dell'epoca bellica.
Incontrando una ragazza il quale padre è stato sequestrato dal regime per costringerlo a collaborare per la ricerca su un nuovo tipo di arma, il protagonista viene coinvolto in un crescendo di situazioni comiche surreali, tra canzoni e sparatorie, inseguimenti e baci bollenti, nonché un ambiguo leader di un gruppo di partigiani contro la dittatura tedesco orientale.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti ha incassato un totale di $20,458,340[3]. In Italia si è classificato al 35º posto tra i primi 100 film di maggior incasso della stagione cinematografica 1984-1985.[4]

Analisi[modifica | modifica wikitesto]

La comicità surreale basata sul nonsense, i paradossi visivi e i giochi di parole, è tipica della filmografia di Abrahms e Zucker, prendendo spunto da diversi generi cinematografici, dal cinema di guerra e di spionaggio alle commedie musicali e ed il cinema adolescenziale. Non è infrequente il riferimento sessuale.
Alcune scene parodistiche prendono spunto da pellicole come Casablanca, La grande fuga e Quella sporca dozzina. Viene inoltre irriso il telefilm A-Team, successo di allora, ed alcuni comportamenti e stereotipi di varie culture europee.
Omar Sharif in un inedito ruolo comico, il quale personaggio muore in una maniera alquanto grottesca.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

  • In un articolo apparso sul quotidiano La Stampa, visti gli autori del film, la pellicola viene accostata inevitabilmente a L'aereo più pazzo del mondo la cui comicità rispetto a questo nuovo lavoro era apparsa più liscia e scorrevole, meno lambiccata o forzata. Viene comunque apprezzato l'umorismo del genere parodistico-surreale che in questo caso viene definito addirittura furioso. Alla fine della fiera, però, la torta sembra non lievitata bene.[5]
  • Su sito Rotten Tomatoes, Top Secret! ha un indice di gradimento complessivo del 76% e una media voto di 6,6 / 10.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Movies - Theater Guide, in New York Magazine, nº 26, 1984, p. 70.
  2. ^ Cinema - Prime Visioni a Genova, in La Stampa, nº 248, 1984, p. 25.
  3. ^ Top Secret! Domestic Total Gross, boxofficemojo.com. URL consultato l'8 agosto 2016.
  4. ^ Stagione 1984-85: i 100 film di maggior incasso, hitparadeitalia.it. URL consultato l'8 agosto 2016.
  5. ^ S.R., Prime Film: Top Secret! - Spionaggio surreale nella Germania Est, in La Stampa, nº 272, 1984, p. 29.
  6. ^ Top Secret! (1984), rottentomatoes.com. URL consultato l'8 agosto 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema