Targhe d'immatricolazione portoghesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le targhe d'immatricolazione portoghesi sono destinate ai veicoli immatricolati nel Paese sudeuropeo.

Piastra di un ciclomotore con sistema introdotto nel 2006
Targa di un quadriciclo

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Targa portoghese con formato emesso dal 1998
Targa con formato in uso dal 4 marzo 1992 al 31/12/1997

Le targhe automobilistiche del Portogallo, assegnate su scala nazionale, sono composte da due serie di coppie di cifre ed una serie di due lettere nere su sfondo bianco separate da quadratini al centro (da trattini fino al 1992).
Le tre serie sono state impiegate in passato collocando le due lettere in prima, seconda e terza posizione.
Non vengono utilizzate le lettere con segni diacritici né K[1], Y e W, che non fanno parte dell'alfabeto portoghese.
A partire dal 4 marzo 1992, ogni targa ha impresse a sinistra la banda blu con le dodici stelle dell'Unione Europea e la sigla automobilistica internazionale P di colore bianco, mentre nel 1998 era stata introdotta una fascia gialla a destra con il mese (sotto) e l'anno (sopra) di emissione.
Le targhe su un'unica riga misurano 520 × 110 mm, quelle su doppia linea 340 × 220 mm.
La grafica attualmente in uso è diversa da quella utilizzata tra il 1992 e il 1998, come si può notare dalle immagini riportate.

Motoveicoli e ciclomotori[modifica | modifica wikitesto]

Piastra di un motociclo con sistema utilizzato dal 25/05/2005

Le piastre dei motocicli e dei ciclomotori sono entrambe disposte su due righe, ma le prime hanno uno sfondo bianco, le seconde giallo. In alto recano la banda blu con le dodici stelle gialle dell'UE, il codice internazionale "P" e la prima coppia di cifre; in basso le due lettere precedono un quadratino e la seconda coppia di cifre. Dal 4 marzo 1992 al 24 maggio 2005 i motocicli avevano in alto una coppia di cifre, in basso (da sinistra a destra) la seconda coppia di cifre, il quadratino e le due lettere; dal 1937 al 3 marzo 1992 erano invece posizionate in alto le due lettere, mentre in basso si trovavano le due coppie di cifre separate dal quadratino[2]. Fino al 2006 i ciclomotori avevano sulla riga superiore una sigla di tre lettere che identificava il comune di immatricolazione, secondo lo schema 1-ABC/12-34.
I quadricicli, incluse le microcar, hanno piastre con la stessa numerazione dei veicoli a due ruote, dal quali si differenziano per il colore giallo dello sfondo e per i caratteri disposti su un'unica riga.

Formato precedente al 1992[modifica | modifica wikitesto]

Targa con formato emesso dal 1937 al 3 marzo 1992

Prima del 1937 le targhe portoghesi consistevano in tre serie di numeri posti a coppie e separate da trattini. Fino al 1992 erano di plastica, in caratteri bianchi a rilievo su fondo nero; a partire dall'anno suddetto sono metalliche.

Codici e targhe speciali[modifica | modifica wikitesto]

Targa diplomatica; il numero di tre cifre a sinistra identifica lo Stato o l'Organizzazione internazionale a cui è intestato il veicolo (200 = Commissione Europea)
Piastra di un veicolo tattico dell'esercito
Targa apposta su una vettura ufficiale del Presidente
Targa apposta su un fuoristrada della Guardia Nazionale Repubblicana
Piastra con il nome del concessionario applicata ad un'autovettura Hyundai ancora da immatricolare
  • AM FORÇA AÉREA PORTUGUESA
  • AP MARINHA PORTUGUESA
  • CC (rosso su bianco) CORPO CONSULAR
  • CD (rosso su bianco), D (nei soli rimorchi, nero su bianco) CORPO DIPLOMÁTICO
  • EM MINISTÉRIOS DO GOVERNO
  • FM (rosso su bianco), F (nei soli rimorchi, nero su bianco) FUNCIONÁRIO EM MISSÃO (= veicolo di un funzionario in missione senza status di diplomatico)
  • GF GUARDA FISCAL
  • GNR GUARDA NACIONAL REPUBLICANA
  • ISENTO (giallo su nero, nelle targhe dei ciclomotori della Polizia) Veicolo esentasse
  • MX, MG, ME EXÉRCITO PORTUGUÈS[3]
  • PR (argento su nero, tra le due lettere è posizionato lo stemma nazionale) PRESIDENTE DA REPÚBLICA

Il codice "GNR" precede una lettera identificativa della categoria del veicolo, un punto ed un numero da 01 a 9999. Le lettere in uso sono le seguenti:

  • B = Veicolo blindato
  • C = Veicolo pesante da trasporto
  • E = Veicolo con funzioni speciali
  • F = Automezzo in dotazione alla Guardia Doganale (Brigada Fiscal)
  • G = Veicolo leggero da trasporto
  • J = Fuoristrada
  • L = Autovettura
  • M = Motociclo o ciclomotore
  • P = Veicolo pesante adibito al trasporto di passeggeri
  • T = Automezzo in dotazione ai Vigili del Traffico.

Le targhe temporanee da esportazione sono gialle con caratteri neri. A sinistra è presente la banda blu dell'UE; essa precede una combinazione di cinque cifre che incomincia da 00001, un punto ed una lettera corrispondente ad una delle quattro province dove ha sede l'ufficio doganale che ha rilasciato la targa: A = Azzorre, M = Madeira, L = Lisbona e P = Porto. Sulla destra sono riportati all'interno di una banda bianca la sigla EXP in alto, l'anno di scadenza della validità al centro (es. 16 = 2016) ed il mese di scadenza in basso (es. 06 = giugno).
Fino al 1998 il blocco alfanumerico consisteva in due lettere blu (la prima delle quali era una T), un trattino, due cifre, un secondo trattino ed altre due cifre.

Le targhe provvisorie dei veicoli non ancora immatricolati misurano 220 × 330 mm, hanno caratteri bianchi in campo rosso e sono disposte su due linee: il nome per intero della concessionaria o autorimessa è sormontato da un numero progressivo.

Le piastre delle macchine e dei rimorchi industriali seguono la numerazione 00-AA-00 e si distinguono per i caratteri neri su sfondo rosso; nella fascia gialla a destra è posizionata in alto una lettera nera (di dimensioni analoghe alla sigla internazionale "P" nella banda blu a sinistra) indicante la categoria commerciale della macchina.

Le targhe delle macchine agricole hanno caratteri neri su sfondo verde riflettente e disposti su due linee: su quella superiore i trattori hanno il numero 01 e i rimorchi agricoli 02, su quella inferiore si trovano tre cifre e due lettere progressive che iniziano da AA[4].

I filobus di Coimbra e Porto hanno targhe nere composte da un numero bianco a due o tre cifre progressive.

Codici riservati ai veicoli delle Azzorre e di Madera[modifica | modifica wikitesto]

Sigle automobilistiche e zone di immatricolazione nelle targhe dei rimorchi[modifica | modifica wikitesto]

Targa di un rimorchio immatricolato nel distretto di Lisbona

Nei soli rimorchi il distretto o (solo nelle isole Azzorre) il comune è indicato da una sigla posizionata alla destra della banda blu e composta da una o due lettere; il codice dell'area di immatricolazione precede un punto ed un numero le cui cifre variano da due a sei.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La sequenza da 00-01-KA a 80-79-KF è stata utilizzata nel 1997 per i veicoli usati importati.
  2. ^ Portugal frames, su licenseplatemania.com. URL consultato il 07 aprile 2017.
  3. ^ La maggior parte dei veicoli tattici dell'esercito utilizza tuttora piastre del vecchio formato, cioè nere con scritte bianche.
  4. ^ Parker - Weeks, Registration Plates of the World, Yeovil, 2004, p. 472.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Parker N. - Weeks J., Registration Plates of the World, Fourth Edition, L J Print Group, Yeovil, Somerset, United Kingdom 2004, pp. 472-474. ISBN 0-9502735-7-0

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]