Stadio olimpico di Baku

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stadio olimpico di Baku
Bakı Olimpiya Stadionu
Baku National Stadium 2015-06.jpg
Informazioni
StatoAzerbaigian Azerbaigian
UbicazioneBaku
Inizio lavori2011
Inaugurazione2015
Costo640 milioni $[1]
Mat. del terrenoErba
ProprietarioFederazione calcistica dell'Azerbaigian
ProgettoHeerim Architects & Planners Co.
Uso e beneficiari
CalcioNazionale di calcio dell'Azerbaigian
Capienza
Posti a sedere69.870[2]
Mappa di localizzazione

Coordinate: 40°25′47.16″N 49°55′11.24″E / 40.429766°N 49.91979°E40.429766; 49.91979

Lo stadio olimpico di Baku è uno stadio situato a Baku, capitale dell'Azerbaigian. Con una capienza di 69.870 posti, ospita le partite della nazionale di calcio dell'Azerbaigian.[2] Ha ospitato I Giochi europei nel 2015[3] e ospiterà alcune partite del campionato europeo di calcio 2020.[4][5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione è iniziata il 6 giugno 2011 in occasione del 100º anniversario del calcio azero.[6]

Il progetto, finanziato dall'azienda petrolifera statale SOCAR, comprende oltre lo stadio, una serie di hotel, un parcheggio con 3.617 posti auto e spazi verdi per un totale di 81,574 metri quadrati.[7] Inoltre, contestualmente alla costruzione del complesso sportivo, è stato dato il via ad un ampio piano per il ripristino dell'ecosistema ambientale del vicino lago Boyukshor.[8]

Lo stadio è stato inaugurato il 6 marzo 2015 e ha ospitato la finale di Europa League 2018-2019.[9]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ stadiumdb.com
  2. ^ a b UEFA EURO 2020 evaluation report UEFA
  3. ^ dailymail.co.uk
  4. ^ telegraph.co.uk
  5. ^ uefa.com
  6. ^ azernews.az
  7. ^ ayna.az. URL consultato il 27 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).
  8. ^ dutchwatersector.com Archiviato l'11 aprile 2016 in Internet Archive.
  9. ^ UEFA.com, Baku ospiterà la finale di UEFA Europa League 2019, su UEFA.com. URL consultato il 23 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]