Rosita Toros

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rosita Torosh)

Rosita Toros o Torosh (Udine, 10 novembre 1945Udine, 8 dicembre 1995) è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si diploma presso il Centro sperimentale di cinematografia nel 1969, anno in cui inizia la sua carriera cinematografica. Sin da giovanissima la sua passione per l’arte della recitazione l’aveva portata a svolgere attività teatrale amatoriale nelle realtà presenti a Udine, sua città d'origine.

Come molti altri attori diplomati al C.S.C. (Carla Mancini, Luigi Antonio Guerra, Lorenzo Piani ed altri ancora), apparve in numerosissimi film degli anni settanta (western all'italiana, musicarelli, commedia all'italiana e gialli), nei quali interpretava anche in ruoli di contorno, dove sapeva comunque dimostrare la sua bravura. La bellezza del suo volto, dai tratti nobili e raffinati, incarnava le caratteristiche mitteleuropee della sua origine avvolte da un calore tutto mediterraneo.

Ha avuto un ruolo da co-protagonista in I pugni di Rocco, un film di Lorenzo Artale che ebbe distribuzione solo regionale e ruoli di rilievo anche in altri film tra cui Lady Barbara, di Mario Amendola. Vanno ricordate alcune sue partecipazioni a produzioni importanti, come L'uccello dalle piume di cristallo di Dario Argento, Milano odia: la polizia non può sparare di Umberto Lenzi e Il mostro è in tavola... barone Frankenstein di Paul Morrissey e Antonio Margheriti. Ha svolto anche attività televisiva, partecipando tra l’altro alla serie dedicata al Commissario De Vincenzi, interpretato da Paolo Stoppa.

Sempre negli anni Settanta è stata presidente della Lega Italiana Naturisti.

Nel 1991 sposa Pietro Cimatti, poeta, pittore, critico e saggista, suo compagno di vita da sempre.

Negli anni '92/’93 conduce la trasmissione radiofonica "La telefonata" su Radio 1, dove vengono affrontate prevalentemente tematiche di carattere spirituale.

Muore l'8 dicembre 1995.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN232665594 · SBN: IT\ICCU\MILV\162220