Robby Krieger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Alan Krieger
Robby Krieger nel 2007
Robby Krieger nel 2007
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock and roll
Rock psichedelico
Acid rock
Blues rock
Periodo di attività 1965 – Presente
Strumento Chitarra
Gruppi The Psychedelic Rangers
The Doors
The Butts Band
The Doors of the 21st Century
Riders on The Storm
Album pubblicati 7
Studio 7
Sito web

Robert Alan Krieger, detto Robby (Los Angeles, 8 gennaio 1946), è un chitarrista statunitense, noto per esser stato il chitarrista del gruppo rock "The Doors". È l'autore di molte canzoni del gruppo, tra cui Light My Fire, Love Me Two Times, Touch Me e Love Her Madly. Con il suo stile unico nel rock riuscì ad unire e ad amalgamare i suoni dell'organo di Manzarek, la pulsante batteria di Densmore e la voce mistica di Jim Morrison. Ancora in attività dopo il periodo The Doors, è stato inserito al 76º posto nella classifica dei 100 migliori chitarristi di tutti i tempi, secondo la rivista Rolling Stone.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nato da famiglia ebrea, fu educato ad ascoltare musica classica, tuttavia, già da ragazzino, si dilettava a sentire artisti come Fats Domino, Presley, i Platters. Iniziò a suonare la tromba, quindi il pianoforte. Iscritto al liceo California Menlo Park School, si esercitava di notte, come autodidatta, a suonare la chitarra, in particolare con il flamenco, usando altresì un ukulele, per ricercare delle nuove sonorità. Prese quindi lezioni di chitarra flamenco durante una vacanza di Natale a Puerto Vallarta, nel 1963; queste prime sonorità ispaniche verranno soprattutto evidenziate nel futuro brano intitolato Spanish Caravan.
Abbandonato il ritmo spagnolo, cominciò quindi a suonare in qualche band liceale di Menlo, per proseguire con altre band all'Università di Santa Barbara. Collaborò alla formazione di una jug band chiamata The Back Bay Chamberpot Terriers with Bill Wolff (successivamente chiamata The Peanut Butter Conspiracy). Dopo aver assistito ad un concerto di Chuck Berry, decise di dedicarsi al rhythm and blues, scambiando la sua chitarra da flamenco con una Gibson SG. Poi, grazie ai suoi studi di musica indiana all'università, iniziò a sperimentare nuovi sound con altre piccole band di amici e, a volte, con un batterista conosciuto alcuni mesi prima, John Densmore. I due iniziarono a fare qualche jam blues, anche se l'interesse di Krieger per la musica indiana lo portò a studiare anche il sitar presso la Kinnara School, fondata da Ravi Shankar. Partecipò anche a lezioni di meditazione, dove conobbe Ray Manzarek. Questi, insieme a Densmore, lo convinsero a provare insieme a Jim Morrison, nel 1965.

The Doors[modifica | modifica wikitesto]

La primissima rock-band, con Jim Morrison alla voce, Ray Manzarek al piano, John Densmore alla batteria, Rick Manzarek alla chitarra, Jim Manzarek all'armonica a bocca e Patty Sullivan (ragazza che, successivamente diventerà soltanto co-produttrice della band), registrarono i primi sei brani agli inizi di settembre 1965, presso i World Pacific Jazz Studios: Moonlight Drive, Hello, I Love You, Summer's Almost Gone, My eyes Have Seen You, The End Of The Night, e Go Insane(A Little Game), stampando anche qualche vinile per procurarsi ingaggi.
Krieger, quindi, avverrà soltanto qualche settimana dopo, in sostituzione alle defezioni di Rick e Jim Manzarek. Invitato da Densmore, il giovane Robby dimostrò subito la sua abilità nell'usare la chitarra slide, in particolare l'effetto bottleneck; nascono ufficialmente i Doors. Dopo vari esordi nei club di Los Angeles e concerti, furono quindi ingaggiati al London Fog[1] e più tardi al leggendario Whisky a Go Go[2] e dopo essersi fatti un nome grazie ai loro memorabili concerti, i quattro furono messi sotto contratto nel 1966 dalla Elektra Records, e il 4 gennaio del 1967 pubblicarono il loro primo album, The Doors. Il disco diventerà uno dei classici del rock di tutti i tempi, anche grazie a pezzi come Light my Fire, la cui sola musica fu scritta proprio da Krieger.
Nel giro di tre anni i Doors pubblicarono altrettanti album. Agli inizi degli anni settanta produrranno ancora due album, Morrison Hotel del 1970 e L.A. Woman del 1971. Tuttavia, nello stesso anno, il cantante e frontman Jim Morrison morirà a Parigi. Il gruppo tenterà di continuare comunque il lavoro, pubblicando l'album Other Voices e, nel 1972, Full Circle, ma con ben più modesto successo. Fu quello, l'ultimo album prima dello scioglimento definitivo del gruppo. Krieger firmerà, come co-produttore dei Doors, circa 40 brani della nota band, in uno dei quali, Running Blue, canta come seconda voce insieme a Morrison.

Dopo i Doors[modifica | modifica wikitesto]

Robby Krieger continuò a suonare anche dopo i Doors. Già poco prima dello scioglimento ufficiale, insieme a Densmore, comparve come produttore per la band The Comfortable Chair, della casa editrice Ode. Sempre con Densmore, formò i The Butts Band poi, si mise a pubblicare vari album solisti, tra i quali Robby Krieger & Friends del 1977, Versions del 1983 e No Habla del 1986.
Nel 1980 contribuì all'album Sharp Cuts (Planet Records), antologia rock di vari musicisti americani, e precisamente nel brano She's Illegal, sotto il nome di The Willys, insieme a Duncan (chitarra, voce), Stevo (tastiere, voce), Marten Ingle (basso, voce), Kyle C. Kyle (batteria).
Continuò con numerosi tour dal vivo, anche in Europa, per tutti gli anni novanta, più altre collaborazioni con band come i Blue Öyster Cult. Fece anche da seconda chitarra dei Ramones, durante il tour del 1992, per il brano Take it as it Comes. Il 25 luglio 1999 partecipò al sequel festival Woodstock 1999, suonando insieme ai Creed.
Nel 2002 invece, ritornò con Manzarek, formando i Manzarek–Krieger, altrimenti detti The Doors of the 21st Century, con Ian Astbury dei Cult e, inizialmente, Stewart Copeland dei Police alla batteria, per effettuare alcune registrazioni e concerti dal vivo. Nel 2005, in seguito ad una causa portata avanti da Densmore nei confronti dei due ex compagni, che nel frattempo continuavano a farsi chiamare The Doors, ottenne che il gruppo non potesse più usare il vecchio nome, che fu ribattezzato da Ray in Riders On The Storm. Tuttavia, il 16 febbraio 2007, Ian Astbury lasciò il gruppo per ritornare con i Cult, e la reunion si sciolse.
Nel 2008-2009 Robby Krieger partecipò alla serie di concerti Experience Hendrix, in tributo al celebre chitarrista. Nel 2011 produsse il singolo Break'n A Sweat insieme a Skrillex, noto artista di musica Dubstep. Nel 2011, Manzarek-Krieger collaborarono col giovane deejay di musica elettronica dubstep Skrillex nel brano il brano Break'n A Sweat. Nello stesso anno, Manzarek fece la sua ultima apparizione in Italia al Pistoia Blues Festival, dove suonò insieme a Krieger in occasione dei 40 anni dalla morte di Jim Morrison. Dopo la morte di Manzarek nel 2013, Krieger e Densmore annunciarono più volte un live tribute in memoria del tastierista scomparso[3], concerto, però, non ancora avvenuto.

Strumentazione[modifica | modifica wikitesto]

Chitarre:

  • Varie Gibson SG "Diavoletto" con leva del tremolo. Durante l'era dei Doors, Krieger utilizzò tre differenti SG. La prima, una Gibson SG Special del 1965 (fu la sua SG principale, usata ad esempio nell'esibizione alla PBS e all'Ed Sullivan Show) fu rubata al termine della carriera musicale del gruppo. La seconda, una Gibson SG Standard del 1967, fu usata occasionalmente (compare nel concerto all'Hollywood Bowl del 5 luglio 1968). La terza, una Gibson SG Special del 1967 (differente dall'altra SG Special per via del battipenna più largo), fu usata molto raramente dal vivo all'inizio del 1968. Compare invece in diverse foto durante le registrazioni dell'album "Strange Days".
  • Gibson "Les Paul" modello "Standard"
  • 2 Gibson "ES-335"
  • Chitarra flamenca Josè Ramirez.

Amplificazione:

  • Fender valvolari (attualmente usa due "Hot Rod Deville")
  • Testata Acoustic "260" usata con una cassa Acoustic 2x15" "261" (la medesima combinazione veniva usata anche da Ray Manzareck con l'organo).

Effetti: Krieger, al tempo dei Doors, usava tre pedali di fuzz della "Maestro" tra cui due "Fuzz Tone".

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

The Doors[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei The Doors.

Butts Band[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Con il poeta Michael C. Ford[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Doors At The London Fog
  2. ^ The Doors At The Whisky
  3. ^ http://kearth101.cbslocal.com/2014/02/10/the-doors-robby-krieger-john-densmore-planning-ray-manzarek-tribute-concert-this-summer/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN37113757 · LCCN: (ENn94064103 · ISNI: (EN0000 0000 7140 8143 · GND: (DE134678184 · BNF: (FRcb14010492h (data)