People Are Strange

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
People Are Strange
ArtistaThe Doors
Tipo albumSingolo
Pubblicazione11 settembre 1967
Durata2:10
Album di provenienzaStrange Days
GenereBlues rock
Rock psichedelico
Acid rock
EtichettaElektra Records
ProduttorePaul A. Rothchild
RegistrazioneMaggio-agosto 1967
Formati7"
The Doors - cronologia
Singolo precedente
(1967)
Singolo successivo
(1967)

People Are Strange è un singolo del gruppo rock statunitense The Doors, pubblicato l'11 settembre 1967 come primo estratto dall'album Strange Days.

Il singolo si piazzò al 12º posto nella Billboard Hot 100, la classifica dei 100 singoli più venduti e più trasmessi dalle radio negli Stati Uniti ed entrò nella top 10 della Cash Box. La canzone, scritta da Jim Morrison insieme a Robby Krieger, fu cantata in apertura dello show televisivo in diretta nazionale all'Ed Sullivan Show il 17 settembre 1967.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

People Are Strange venne composta all'inizio del 1967 dopo che il chitarrista Robby Krieger e un depresso Jim Morrison ebbero raggiunto a piedi la cima di Laurel Canyon.[1] Il batterista della band, John Densmore, ricordò il processo di scrittura della canzone nel libro Riders on the Storm.[2] Lui e il chitarrista Robby Krieger, che diventarono poi coinquilini, ricevettero la visita di un Jim Morrison "profondamente depresso".[2] Su suggerimento di Krieger, fecero una passeggiata lungo Laurel Canyon. Morrison tornò "euforico" dalla passaggiata ​​con i primi testi di People Are Strange.[2] Krieger, incuriosito dai nuovi testi, era convinto che la canzone diventasse un successo dopo aver ascoltato la melodia vocale.[2]

« [Morrison disse] "Sì, mi sento davvero bene con questa. Mi è venuta in mente all'improvviso ... in un attimo ... mentre ero seduto lì sulla cresta a guardare la città." I suoi occhi erano selvaggi per l'eccitazione. "L'ho scarabocchiato il più velocemente possibile. È stato bello scrivere di nuovo." Guardò la carta stropicciata in mano e cantò il coro nella sua inquietante voce blues." »

(John Densmore[2])

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. People Are Strange - 2:10 (testo: Morrison - musica: Morrison, Krieger)
Lato B
  1. Unhappy Girl - 1:58 (The Doors)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1967) Posizione
massima
U.S. Hot 100 12
Cash Box 10

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

People Are Strange
ArtistaEcho & the Bunnymen
Tipo albumSingolo
Pubblicazione28 agosto 1987
Durata3:36
GenerePost-punk
Rock alternativo
EtichettaWEA
ProduttoreRay Manzarek
Formati7", 12", CD
Echo & the Bunnymen - cronologia
Singolo precedente
(1987)
Singolo successivo
(1990)

Echo & the Bunnymen[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo musicale inglese Echo & the Bunnymen registrò una cover di People Are Strange per la colonna sonora del film Ragazzi perduti del 1987. Successivamente venne pubblicato come singolo nello stesso anno raggiungendo il n° 29 della classifica britannica nel febbraio 1988 e il n° 13 di quella irlandese nel 1991. La canzone venne prodotta dal tastierista dei Doors Ray Manzarek. Il lato B fu lo stesso del singolo precedente Bedbugs and Ballyhoo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

7"
Lato 1
  1. People Are Strange - 3:36 (testo: Morrison - musica: Morrison, Krieger)
Lato 2
  1. Run, Run, Run (Live) - 3:51 (Reed)
12"
Lato A
  1. Lips Like Sugar (testo: McCulloch - musica: Sergeant, McCulloch, Pattinson)
  2. Rollercoaster (testo: McCulloch - musica: Echo & the Bunnymen)
Lato AA
  1. People Are Strange - 3:36 (testo: Morrison - musica: Morrison, Krieger)
CD (1991)
  1. People Are Strange - 3:36 (testo: Morrison - musica: Morrison, Krieger)
  2. Paint It Black (Live)- 3:20 (Jagger, Richards)
  3. Run, Run, Run (Live) - 3:46 (Reed)
  4. Friction (Live) - 4:40 (Verlaine)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Produzione
  • Ray Manzarek - produzione in People Are Strange
  • Lars Aldman - produttore in Paint It Black, Run, Run, Run e Friction
  • Michael Bergek - ingegneria del suono in Paint It Black, Run, Run, Run e Friction

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1988) Posizione
massima
Regno Unito 29
Irlanda 21
Classifica (1991)
Regno Unito 34
Irlanda 13

Stina Nordenstam[modifica | modifica wikitesto]

People Are Strange
ArtistaStina Nordenstam
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1998
Durata5:39
Album di provenienzaPeople Are Strange
GenereRock alternativo
EtichettaEastWest
ProduttoreIan Caple,
Stina Nordenstam
FormatiCD, 12"
Stina Nordenstam - cronologia
Singolo precedente
Dynamite
(1997)
Singolo successivo
Get on with Your Life
(2004)

La cantautrice svedese Stina Nordenstam registrò una versione di People Are Strange sull'album di cover omonimo. Un remix venne pubblicato in concomitanza con l'album. Il remix UNKLE appare come traccia bonus sulla versione giapponese dell'album, e si trova anche sul cofanetto di UNKLE, Eden.

CD[modifica | modifica wikitesto]

  1. People Are Strange (UNKLE Mix) - 5:39
  2. People Are Strange (Album Version) - 3:35
  3. People Are Strange (Techno Animal Remix) - 8:35

12"[modifica | modifica wikitesto]

Lato A1
  1. People Are Strange (UNKLE Mix) - 5:39
Lato B1
  1. People Are Strange (Techno Animal Remix) - 8:35

Venne distribuito anche un CD promozionale di 3:56 radio edit remix di UNKLE.

Altre cover[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1987, i Brave Combo fecero una cover della canzone nell'album Musical Varieties.
  • Nel 1992, Edward Furlong nell'album Hold on Tight.
  • Nel 1998, gli Alvin and the Chipmunks nell'album The A-Files: Alien Songs.
  • Nel 2000, i Twiztid nell'album Freek Show.
  • Nel 2002, il pianista George Winston nell'album Night Divides the Day – The Music of the Doors.
  • Nel 2005, Tori Amos fece una cover dal vivo.
  • Nel 2007, gli Evanescence reinterpretarono il brano molte volte durante il tour Family Values Tour 2007.
  • Nel 2007, Bob Brozman nell'album Post Industrial Blues.
  • Nel 2008, il gruppo psychobilly The Lucky Devils nell'album Goin' Mad.
  • Nel 2008, la band canadese Johnny Hollow nell'album, Dirty Hands.
  • Nel 2011, ne fecero una parodia The Skimmity Hitchers (un gruppo del sud-est dell'Inghilterra) nell'album Game, Sett and Natch col titolo People Arr Strange.
  • Nel 2012, la canzone venne reinterpretata in ucraino dal cantante Yuriy Veres e dalla band Kamyaniy gist nell'album 60/70. Source.
  • Butch Walker eseguì una cover del brano in un album tributo ai Doors.
  • Tiny Tim fece anche una cover dalla canzone.[3]
  • Inês Laranjeira fece una cover durante lo show portoghese Idolos, dove il tema era "Le più grandi band di sempre".
  • L'artista francese Yodelice fece una cover del brano specialmente per l'emittente franco-tedesca ARTE nel programma Summer of Arte.

Nella cultura popolare[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio Randall Curtin cita la canzone (in particolare il testo “Faces look ugly when you’re alone”) nell'episodio Meadowlands (1.04) della serie I Soprano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Barney Hoskyns, Strange Day, Rhino Entertainment Company, 2007, p. 7.
  2. ^ a b c d e Riders on the Storm: My Life with Jim Morrison and the Doors, Random House Publishing Group, 4 nov 2009, ISBN 9780307429025.
  3. ^ God Bless Tiny Tim: The Complete Reprise Recordings, in Allmusic. URL consultato il 15-02-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]