Gibson Guitar Corporation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gibson Guitar Corporation
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1902 a Kalamazoo
Fondata da Orville Gibson
Sede principale Nashville
Filiali Epiphone, Baldwin, Garrison, Maestro, Wurlitzer, Tobias, Valley Arts Guitar, Slingerland, MaGIC, Gibson Amphitheatre, Hamilton, Chickering, Kramer, Steinberger, Electar, Aeolian
Prodotti
Slogan Only Gibson Is Good Enough
Sito web www.gibson.com

Gibson Guitar Corporation è una marca di costruttori di chitarre folk e chitarre elettriche.

Storia[modifica | modifica sorgente]

1902 - 1951[modifica | modifica sorgente]

Orville Gibson cominciò a costruire mandolini nel 1894 a Kalamazoo, Michigan, USA. Nel 1902 fu creata la Gibson Mandolin-Guitar Mfg. Co, Ltd. per commercializzare i suoi strumenti. A cominciare dal 1908 Orville Gibson fu pagato 500$ all'anno dall'azienda. A causa di una malattia tra il 1907 ed il 1916 venne ricoverato più volte ed il 21 agosto 1918 morì.

Tra il 1920 il 1930 la Gibson cambiò radicalmente il concetto di chitarra e divenne la principale produttrice di chitarre statunitensi con il modello Gibson L5. Nel 1936 introdusse la ES-150, la prima chitarra elettrica commerciale.

1952 - 1984[modifica | modifica sorgente]

Nel 1952 la Gibson mise in commercio la sua prima chitarra solid-body, creata in collaborazione con il famoso musicista Les Paul. Nei tardi anni cinquanta fu la volta di originali ed eccentriche chitarre come la Gibson Explorer e la Flying V ma anche la splendida semiacustica ES-335 inoltre la Gibson modificò radicalmente i pickup con l'introduzione dell'humbucker.

Nel 1957 la Gibson acquistò l'azienda Epiphone, una sua concorrente che produceva strumenti molto simili per modelli e qualità, e ne incamerò il catalogo; la Epiphone, comunque, non ha perso il suo nome e continua tuttora la sua attività.

Alla Les Paul seguì, nel 1954, la Les Paul Custom ed il modello SG nel 1961 rimpiazzò la custom. Questi strumenti furono utilizzati fin dalla fine degli anni sessanta da famosi chitarristi come Frank Zappa, Eric Clapton, Peter Green, Jimmy Page.

Un modello particolare di chitarra prodotto dalla Gibson è stato denominato Lucille in onore di B.B. King che per oltre quarant'anni ha suonato con una Gibson ES-335 da lui chiamata, appunto, Lucille; Frank Zappa l'ha immortalata in un suo brano: Lucille has missed my mind up.

Tra il 1974 ed il 1984, la produzione delle chitarre Gibson fu spostata da Kalamazoo a Nashville, Tennessee.

La Gibson produce anche banjo e violini in una piccola e caratteristica fabbrica, aperta al pubblico, a Opry Mills Mall sempre a Nashville. Altri stabilimenti sono situati a Memphis, Tennessee (Custom Shop) e a Bozeman, Montana dove si producono chitarre acustiche.

Dai primi anni cinquanta la sua rivale per eccellenza è la Fender, nota per aver introdotto sul mercato prima la Telecaster e poi la Stratocaster, facendo calare fortemente le vendite della Gibson.

Controversie legali[modifica | modifica sorgente]

Nel agosto 2011 l'azienda viene indagata dal Governo degli Stati Uniti perché sospettata di usare per le sue chitarre legno proveniente da alberi in via d'estinzione.[1]

Strumenti Gibson[modifica | modifica sorgente]

Chitarre Acustiche[modifica | modifica sorgente]

  • Gibson B-25
  • Gibson EC-30
  • Gibson Hummingbird
  • Gibson J-35
  • Gibson J-45
  • Gibson J-50
  • Gibson J-60
  • Gibson J-160
  • Gibson J-180
  • Gibson J-185
  • Gibson J-200
  • Gibson L-1
  • Gibson L-4
  • Gibson L-4A
  • Gibson L-48
  • Gibson L-5
  • Gibson SJ-150
  • Gibson SJ-200
  • Gibson L-200

Chitarre elettriche[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 10 settembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]