Prefissi telefonici dei cellulari italiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alle origini della telefonia mobile i prefissi telefonici cellulari italiani sono stati assegnati con criteri precisi e definiti che servivano a identificare l'operatore e il tipo di utente. Dal 2002, con l'introduzione della portabilità del numero mobile, il prefisso non ebbe più tale valore informativo. Per ovviare alla problematica, in seguito dell'attuazione del piano di numerazione nazionale[1], la delibera 26/08/CIR dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni implementò per tutti gli operatori il prefisso 456 che, anteposto al numero di telefono di un utente, consente di sapere se il numero in questione è gestito dallo stesso operatore di chi effettua l'interrogazione.

Prefissi degli operatori possessori della rete (MNO)[modifica | modifica wikitesto]

  • Rete Ferroviaria Italiana: 313 (operatore non commerciale ma tecnico)
  • Iliad Italia: 351-3, 351-4, 351-5, 351-6, 351-7, 351-8, 351-9, 352-0
  • TIM: 330, 331, 333, 334, 335, 336, 337, 338, 339, 360, 361*, 362*, 363*, 366, 368
  • Vodafone Italia: 340, 341*, 342, 343*, 344, 345, 346, 347, 348, 349, 383*
  • Wind Tre
    • Wind: 320, 322*, 323*, 324, 327, 328, 329, 355*, 380, 388, 389
    • Tre: 390*, 391, 392, 393, 397*

I prefissi seguiti da un asterisco sono prefissi tecnici, non destinati alla clientela.

Prefissi dei principali operatori virtuali (MVNO)[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ | AGCOM | Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, su agcom.it. URL consultato il 30 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2012).
  2. ^ Risorse di numerazione, su sviluppoeconomico.gov.it.
    «[...] Allegato A della Delibera n. 8/15/CIR "Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa" [...] 3780 / Numerazione del cliente di operatori virtuali / 1 / Mass Response Gmbh [...]»
    .
  3. ^ Elenco delle autorizzazioni generali [...] per il servizio di installazione e fornitura di reti pubbliche di comunicazione elettronica e per l'espletamento del servizio telefonico accessibile al pubblico (PDF), su mise.gov.it, 28 maggio 2020. URL consultato il 14 giugno 2020.
    «[...] Mass Response Service GmbH [...] Autorizzazione generale per Operatore Virtuale di Rete Mobile" (o MVNO, Mobile Virtual Network Operator) Area di copertura: Italia / 16/04/2019 / Mobile [...]».

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Risorse di numerazione, su sviluppoeconomico.gov.it, 11 marzo 2020, Esterni. URL consultato il 13 marzo 2020.
Telefonia Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia