PosteMobile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
PosteMobile
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione26 novembre 2007
Sede principaleRoma
GruppoPoste italiane
Persone chiaveMarco Siracusano, AD
Settoretelecomunicazioni
Prodottitelefonia
Slogan«Oltre le parole»
Sito web


PosteMobile è l'operatore virtuale di telefonia cellulare del Gruppo Poste Italiane, gestito attraverso la controllata PosteMobile S.p.A.

È stato lanciato il 26 novembre 2007 su rete Vodafone, come ESP, per poi diventare un Full MVNO, su rete Wind, nel 2014.

Dopo l'unificazione nel 2017 di Wind e H3G, Postemobile risulta che sfrutti entrambe le linee per avere una ricezione migliore.

Presente sia sul segmento consumer che su quello business, PosteMobile si avvale della rete commerciale dei circa 14.000 uffici postali italiani ed è il maggiore operatore virtuale ESP italiano per numero di clienti.[1]

I prefissi delle SIM PosteMobile sono la prima, la seconda, la quarta, la sesta e la nona decade del prefisso 377 (vale a dire: 377-1, 377-2, 377-4, 377-6, 377-9) e, in qualità di Full MVNO, la prima e la terza decade del prefisso 371 (371-1, 371-3).

La caratteristica distintiva di PosteMobile è l'offire una gamma di servizi finanziari, informativi e dispositivi di m-payment, m-banking e m-commerce, fruibili mediante l'associazione della SIM PosteMobile con uno degli strumenti di pagamento del gruppo Poste Italiane.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 5 aprile 2007 viene ufficializzato l'accordo tra Poste Italiane e Vodafone Italia che prevede la nascita di PosteMobile[2].
  • Il 15 novembre 2007 inizia la vendita delle SIM ai soli dipendenti postali[3].
  • Il 26 novembre 2007 viene lanciata l'offerta pubblica e la campagna pubblicitaria sui principali canali televisivi italiani[4].
  • Dopo circa 10 giorni dal lancio i clienti PosteMobile sono circa 40.000[5] e a fine 2007 raggiungono la quota di circa 140.000[6].
  • L'11 aprile 2008 PosteMobile lancia i propri servizi di mobile banking denominati "Semplifica" grazie al supporto tecnico di Gemalto[7].
  • Il 12 maggio 2009 PosteMobile approda nel segmento business lanciando l'offerta dedicata "PosteMobile Business"[8].
  • Il 7 luglio 2009 PosteMobile comunica di aver raggiunto 1 milione di clienti[9].
  • Il 16 novembre 2009 PosteMobile lancia la sua prima offerta internet mobile consumer: PosteMobile Internet 100 Ore[10] e diviene il primo operatore virtuale italiano ad offrire il servizio di connettività BlackBerry ai propri clienti business[11].
  • Il 1º aprile 2011 Poste Italiane conferisce a PosteMobile il ramo di Azienda “Rete TLC Fissa” che gestisce l'intera rete geografica degli Uffici Postali e delle sedi operative e amministrative di Poste Italiane, aggiungendo così un'importante asset strategico per lo sviluppo dell'Azienda verso un'integrazione dei servizi di rete.
  • Il 16 luglio 2014 PosteMobile inizia la commercializzazione delle nuove SIM su rete Wind frutto della trasformazione da ESP a Full MVNO.[12].
  • Il 26 novembre 2015 il gestore abilita alla rete LTE i nuovi clienti su rete Wind[13].
  • Da gennaio 2017 a giugno 2019 PosteMobile è il nuovo title sponsor della Lega Basket Serie A oltre a sponsorizzare anche la Final Eight di Coppa Italia[14].
  • Ad aprile 2017 PosteMobile entra nel mondo dei servizi di telefonia fissa con il lancio dell'offerta PosteMobile Casa[15]

Clienti[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 marzo 2017 risultano attivate 3.638.852 di linee mobili (51,7% del mercato MVNO)[16].

Servizi disponibili[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]