Ponte Testaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ponte Testaccio
Ponte Testaccio 1180514.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàRoma
AttraversaTevere
Coordinate41°52′31.82″N 12°28′12.92″E / 41.875505°N 12.470255°E41.875505; 12.470255Coordinate: 41°52′31.82″N 12°28′12.92″E / 41.875505°N 12.470255°E41.875505; 12.470255
Dati tecnici
Tipoponte ad arco
Materialetravertino
Lunghezza121,91 m
Larghezza31,3 m
Realizzazione
Costruzione1938-1948
Mappa di localizzazione

Ponte Testaccio è un ponte che collega largo Giovanni Battista Marzi al lungotevere Portuense, a Roma, nel rione Testaccio e nel quartiere Portuense[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Iniziato nel 1938 su progetto dell'architetto Bastianelli e dell'ingegner Cesare Pascoletti, doveva collegare il proseguimento di viale Aventino con la stazione di Trastevere attraverso la demolizione del Mattatoio, con il nome di ponte d'Africa. Fu inaugurato nel 1948. Ha un'unica arcata per una lunghezza complessiva di 122 m e quattro bassorilievi in travertino alle testate.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma B.svg È raggiungibile dalla stazione Piramide.
Metropolitana di Roma D.svg Sarà raggiungibile, al termine dei lavori, dalla stazione Nievo.
Ferrovia regionale laziale FL1.svg
 È raggiungibile dalla stazione di: Roma Trastevere.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ravaglioli, 53.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Armando Ravaglioli, Roma anno 2750 ab Urbe condita. Storia, monumenti, personaggi, prospettive, Roma, Tascabili Economici Newton, 1997, ISBN 88-8183-670-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma