Pentatonix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pentatonix
Pentatonix (2014): da sinistra a destra, Avi Kaplan, Scott Hoying, Kevin Olusola, Mitch Grassi e Kirstin Maldonado
Pentatonix (2014): da sinistra a destra, Avi Kaplan, Scott Hoying, Kevin Olusola, Mitch Grassi e Kirstin Maldonado
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere A cappella
Periodo di attività 2011 – in attività
Album pubblicati 8 Extended play
Ptxlogo.jpg

I Pentatonix o abbreviato "PTX" sono un gruppo vocale "a cappella" originario il Trio (Scott, Kirstie, Mitch) di Arlington, nel Texas, Avi della California e Kevin dell' Oklahoma. Vincitore di un Grammy Award nel 2015.

Il nome "Pentatonix" deriva da "pentatonic", in italiano "pentatonica", ovvero una scala musicale formata da cinque note, che rappresentano appunto le loro cinque voci ed estensioni vocali diverse; in fondo al nome della scala aggiunsero una "x" per rendere più pronunciabile il nome. I Pentatonix creano un armonia musicale completa, grazie alle percussioni vocali e ad alcuni schiocchi di dita. La loro musica si basa maggiormente sullo stile pop, ma variano anche su tanti altri stili musicali, come il reggae, dupstep, electro, hip hop e musica classica. Nell'arrangiamento ognuno aggiunge il proprio stile musicale, non trovano una ragione precisa, se un'arrangiamento funziona lo portano avanti. Le loro produzioni più conosciute sono la maggior parte cover, medley e mash-up, ma troviamo anche canzoni originali. Ognuno di loro ha uno stile musicale diverso. Avi, amante della musica folk, cantautori come Simon & Garfunkel e James Taylor. Kirstie, amante della musica dei cantautori come James Blake e Sara Bareilles. Mitch, amante della musica elettronica, quella sperimentale d'avanguardia. Kevin, amante della musica classica che è quella con cui ha iniziato da piccolo, adesso gli piace ascoltare generi diversi e trovare il background classico, trova spunti molto interessanti nel pop, nell'R'n'B e così via. Scott, grande fan di Beyoncé, e in generale della musica pop.

Affermatosi sulla scena musicale internazionale in seguito alla vittoria della terza stagione del talent show statunitense The Sing-Off, il gruppo ha avuto modo di perpetuare il proprio successo divenendo il gruppo a cappella 1º al mondo, grazie ad un'intensa produzione musicale che comprende le pubblicazioni diffuse online tramite il canale YouTube del gruppo e gli extended play fino ad ora prodotti. Adesso i PTX hanno 10 milioni di iscritti e più di 1 miliardo di visualizzazioni al loro canale Youtube "PTXofficial", sono al 12º posto nella classifica dei canali musicali più popolari e al 45º dei canali più popolari in generale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo affonda le proprie radici in un originale trio composto dai tre amici d'infanzia: Scott Richard Hoying (nato il 17 settembre 1991) d'origini tedesche e inglesi, pianista e baritono da 5 ottave, Scott sin da piccolo ha amato il canto così da segnarsi da solo la sua strada già dall'età di 8 anni; Kirstin Taylor Maldonado (nata il 16 maggio 1992) d'origini spagnole, mezzosoprano con il ruolo da contralto e soprano nel gruppo; Mitchell Coby Michael Grassi (nato il 24 luglio 1992) d'origini italiane, pianista e controtenore (cioè un tenore dall'estensione più alta dei tenori), Mitch assume anche il ruolo di contralto e soprano. Nati ad Arlington, Texas e provenienti dal liceo Martin Hight School in Arlington, studiando canto, recitazione e il pianoforte. I ragazzi, dopo aver calcato più volte i palcoscenici della propria città con concorsi, riescono, in un secondo momento, a mettersi in luce anche su YouTube grazie ad una cover, eseguita "a cappella", del brano Telephone[1]. Diplomati nel 2010, Scott e Kirstie, e separati in occasione dell'iscrizione all'università, Scott iscritto all'università del Sud California "USC", e Kirstie nell'università dell'Oklahoma, mentre Mitch si diploma nel 2011, nella stessa giornata delle audizioni di Sing Off. I tre amici tornano a riunirsi quando lo stesso Scott Hoying avanza la proposta di prendere parte al talent show per gruppi "a cappella" The Sing-Off, il cui regolamento, tuttavia, prevede che ogni gruppo iscrittosi conti almeno cinque membri[2]: è per questo motivo che, appena il giorno prima dell'audizione, i membri dell'originale trio (come raccontano gli stessi)[3] si incontrano con Avriel Benjamin Kaplan (nato il 17 aprile 1989) in Visavia, California, conosciuto tramite un amico, chirarrista e basso, Avi faceva parte di una comunità a cappella, frequentava l'università "Sant. Antonio college". Poi trovano Kevin Oluwole Olusola (nato il 5 ottobre 1988), tramite Youtube[4][5], grazie ad un video nel canale di Kevin che raggiunse quasi un milione di visualizzazioni, in cui suonava il violoncello mentre faceva beatbox, Kevin, nato in Pasadena, in California, d'origini nigeriane, Il beatboxer del gruppo che a volte entra nel coro, o in una parte da solista, come baritono, sin da bambino ha suonato in chiesa il violoncello, sassofono e pianoforte, laureato all'università di Yale, Kevin ha anche trascorso un anno in Cina padroneggiando la lingua. Avi e Kevin divengono i responsabili di una "sezione ritmica" che sostenga le voci dei tre membri fondatori impegnate tra linee melodiche e cori[1]; e i due verranno soprannominati "meat and potatoes" ("carne e patate") dai giudici del Sing-Off proprio per il loro sostanziale contributo al sound del gruppo[6]. Nella prima puntata del talent in cui i gruppi si presentavano, Scott aggiunse: "Le leggente o sono d'oro o sono di cenere, i Pentatonix saranno assolutamente oro."

Durante il talent il gruppo visita l'ufficio amministrativo di "The Trevor Project", un'organizzazione non-profit americana, che dà attenzione alla prevenzione del suicidio di gay ecc. Il gruppo condivide la sua esperienza di bullismo e registra un annuncio di servizio pubblico.

I Pentatonix [7], giunti al termine della competizione di NBC riescono ad ottenere il primo posto, la corrispondente somma di denaro di 200.000 dollari ed un contratto con la Sony Music[8], ed Epic Records.

Sulla scia della notorietà acquisita, nel gennaio del 2012 segato un contratto con la Sony Music, scrivono il loro primo album insieme al loro arrangiatore e produttore Ben Bram (anch'esso vincitore di un Grammy Award con il medley Daft Punk). Cominciano a diffondere sempre più video tramite il proprio canale di Youtube, e a distribuire la loro musica attraverso "Madison Gate Records", arrangiando cover "a cappella" delle canzoni più popolari del momento. Il traguardo più significativo è che in poco tempo sono riusciti a diventare il gruppo a cappella numero uno al mondo. Prima delle pubblicazioni degli album e dei singoli, all'inizio della loro carriera hanno pubblicato alcune live cover sul loro canale, come fanno ancora oggi, come la recente live cover di Happy di Pharrel Williams. Dall'inizio della loro carriera hanno registrato qualche momento per poi pubblicarlo sul loro canale dei vlogs "PTXVlogs", durante i tour possiamo vederli dietro le quinte dei live nei loro episodi "PTXperience" sul canale. Sempre su Youtube troviamo anche i canali personali dei 5 membri, dove pubblicano cover o live. Invece Kirstie si occupa del suo blog, con capitoli, dove scrive del suo stato d'animo, dei suoi pensieri ed esperienze, dà consigli ai giovani ed incoraggia a seguire sempre nei propri sogni.

Il 26 giugno 2012 pubblicato il loro primo EP, intitolato PTX, Vol. 1, raggiunge, già nella prima settimana di pubblicazione, un numero di circa 20.000 copie vendute. Tra le cover di maggior notorietà dell'album ricordiamo quella di Somebody That I Used to Know di Gotye. Nell'autunno dello stesso anno partono per il loro primo tour, esibendosi in circa 30 città. Sempre nel 2012, il 13 novembre, pubblicano il loro secondo EP, dal titolo PTXmas, contenente canzoni natalizie. L'uscita del disco è seguita dalla pubblicazione su You Tube del singolo Carol of the Bells.

Nel 2013 i due membri Mitch e Scott iniziano uno show divertente su Youtue sul loro canale "SUPERFRUIT", i due migliori amici d'infanzia si divertono con challenge, reaction, Q&A, cover, video tag, ogni settimana, e tengono informati i fan sulla loro canzone della settimana e la loro ossessione della settimana. Collaborazioni con lo youtuber Tayler Oakley, ed altri, con le cantanti Victoria Justice e Tori Kelly. I video diventati più popolari del canale Superfruit sono: "FROZEN MEDLEY (feat. Kirstie Maldonado)", e il medley dell'album di Beyoncé, "BEYONCÉ", condiviso sulla pagina Facebook di Beyoncé scrivendo "Mitch and Scott are flawless". Per Scott, grande fan di Beyoncé, i complimenti migliori della sua carriera sono quelli ricevuti da Beyoncé, la quale fece i complimenti condivisi su Facebook del loro video: "Evolution Of Beyoncé" del gruppo.

Il novembre del 2013 vede, invece, l'uscita del terzo disco del gruppo, sempre un extended play, dal titolo PTX, Vol. II. L'album arriva al primo posto nella classifica di "Billboard's Indipendent Album", e al numero 10 nella classifica di Billboard 200. Dopo l'uscita dell'album, il gruppo presenta il loro nuovo album ne The Ellen DeGeneres Show, portando una seconda versione del medley "Evolution Of Beyoncé", divenuto popolare su Youtube. La pubblicazione del suddetto album è concomitante alla pubblicazione, di un medley arrangiato sui maggiori successi del duo dei Daft Punk, destinato a diventare il video del gruppo con più visualizzazioni (oltre 180 milioni ad oggi)[9]. Poi nel novembre 2013 pubblicano la deluxe edition di "PTXmas", la quale aggiunge due nuove tracce, come la cover "Little Drummer Boy", il cui album arriva al 2º posto in Billboard nella categoria "Streaming Songs" e al 1º posto nella classifica "Holiday 100 chart". Degna di nota è anche la collaborazione con la violinista Lindsey Stirling, nella cover di Radioactive, dall'originale degli Imagine Dragons, che nel 2013 ha ricevuto il premio Youtube Music Awards.

Nel Maggio 2014 segnano con RCA Records. Segue, nel settembre del 2014, un quinto extended play, dal titolo PTX, Vol. III; in concomitanza, esce il video del loro nuovo singolo Papaoutai (dall'originale di Stromae), realizzato in collaborazione con la violinista Lindsey Stirling. L'album prende il 5º posto nella classifica Billboard 200. Il mese successivo (l'ottobre 2014), i Pentatonix dedicano il loro sesto disco, intitolato That's Christmas to Me, in cui troviamo una canzone originale e il mashup con Tori Kelly "Winter Wonderland/Don't Worry Be Happy". L'album viene certificato oro dalla Recording Industry Association of America. Il video che accompagna la pubblicazione dell'album natalizio è quello del singolo White Winter Hymnal, l'album arriva a scalare le classifiche ed aggiudicarsi il premio di disco di platino e tra la classifiche dei migliori album natalizi.

L'inverno del 2014 si apre, per i Pentatonix, con la nomination al cinquantasettesimo Grammy Awards: il quintetto vocale concorre proprio con il suo medley più fortunato, Daft Punk, che si classifica primo nella categoria per i "Migliori arrangiamenti, strumentali o a cappella"[10]. Inizialmente l'idea era quella di fare la cover di "Get Lucky" ma visto che da piccoli erano grandi fan dei Daft Punk, decidono di dare omaggio alla loro carriera, quindi mettendo nel medley alcune delle canzoni più conosciute dei Daft Punk. Per loro quest'esperienza viene segnata come la più surreale della loro carriera, infatti negli anni precedenti, in seguito ai successi ottenuti, facevano spesso ironia sulla vincita di un Grammy.

Nel 2015 appaiono sul grande schermo cantando nel film Pitch Perfect 2, diretto da Elizabeth Banks.

Nel Marzo del 2015 Kevin pubblica un EP da solista, nell'album ci sono cover come "Stay With Me" ed altre di musica classica, le cui eseguite col violoncello e beatbox. L'alum riscuote un grande successo nulla classifica del genere classico di Billboard, l'album arriva al 1º posto.

Nel 18 giugno 2015 viene pubblicato il documentario "On My Way Home" disponibile su Vimeo e iTunes. Il documentario racconta la loro storia e i loro primi approcci alla musica. Nel documentario il trio ritorna nel loro liceo, ringraziando i loro professori di musica e i loro vecchi amici. Riprese mentre registano il loro prossimo album, nel loro tour bus, nei live, nel liceo, e abbracciati ai genitori, che la loro carriera permette di non vederli spesso. Nel documentario non mancano lacrime, risate e tanto altro da scoprire su di loro.

Nell'estate 2015 iniziano il loro tour estivo di Kelly Clarkson "Piece by Piece Tour", la quale rivelata grande fan dei PTX, come anch'essi suoi fan, infatti, Kirstie ci rivela che il suo primo concerto fu a quello di Kelly, Kirstie esclama: "Un sogno che diventa realtà". Nel tour il gruppo performa la canzone di Kelly "Heartbeat Song".

Nell'Ottobre del 2015 viene pubblicato un album con 13 canzoni originali, con il primo singolo pubblicato "Can't Sleep Love". L'album in poche settimane scala le classifiche di iTunes e Billboard, e 1º nella classifica Billboard 200. Presentano il loro album a The Tonight Show. Emozionati, il loro primo album originale che va a scalare le classifiche statunitensi ed altre, un evoluzione della musica a capella che oggi va ai primi posti nelle classifiche. Scott dichiara: "I PTX passano alla musica originale, adesso noi stiamo al punto della nostra carriera dove produciamo più musica originale, perché noi vogliamo la musica originale, noi abbiamo tanto da dire, e penso che questo sarà completamente una scalata". Fanno anche la loro comparsa agli AMAs 2015, con il medley di Star Wars. Nel novembre 2015 pubblicano la deluxe edition dell'album natalizio "That's Christmas to Me". Nel dicembre 2015 i Pentatonix ricevono una seconda nomination ai Grammy Awards, con la cover "Dance Of The Sugar Plum Fairy". Mitch dichiara: "Il Grammy ci ha riconosciuto come degli esperti e operosi musicisti che fanno qualcosa di forte impatto ed unico. Non riesco a pensare ad un onore più grande. "

Nel gennaio del 2016 Kevin pubblica un altro EP con il suo vecchio trio "Tripyq" composto dalla cantante Antoniette Costa, e dalla pianista e violinista Tara Kamangar, con il primo singolo intitolato "camouflage me".

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Pentatonix.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Radioactive (2013)
  • Royals (2013)
  • Say Something (2014)

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

YouTube Music Awards
  • 2013 – risposta dell'anno, Lindsey Stirling and Pentatonix - "Radioactive (Imagine Dragons song)"
Streamy Award
  • 2014 – Migliore Cover, Daft Punk
Grammy Awards
  • 2015 – Migliore arrangiamento, strumentale o a cappella, Daft Punk
Dischi Platino
  • 2015 – That's Christmas To Me (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Amy Malkoff, An Exclusive Interview With Pentatonix's Scott Hoying, in casa.org, 27 novembre 2011. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  2. ^ Amy Malkoff, A Brief Interview with Scott Hoying of Pentatonix, in casa.org, 27 novembre 2011. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  3. ^ Jean Bentley, 'The Sing Off' winners Pentatonix on YouTube, Nick Lachey and recording an album, in zap2it.com, 29 novembre 2011. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  4. ^ Stephen Russ, Faith, Innovation, and Cello Beat Boxing - An Interview with Kevin Olusola of Pentatonix, in Beliefnet.com. URL consultato il 25 Agosto 2012.
  5. ^ 1st Performance - Pentatonix - "ET" by Katy Perry Ft Kanye West - Sing Off - Series 3 - YouTube
  6. ^ 11th Performance - Pentatonix - "Since U Been Gone" and "Forget You" Remix - Sing Off - Series 3 - YouTube
  7. ^ Cathy O'Neal, Pentatonix on The Sing-Off, in TheaterJones.com, 11 ottobre 2011. URL consultato il 24 August 2012.
  8. ^ Vicki Hyman, Pentatonix scores 'The Sing-Off' title, in NJ.com, 29 novembre 2011. URL consultato il 24 Agosto 2012.
  9. ^ [Official Video] Daft Punk - Pentatonix - YouTube
  10. ^ http://www.forbes.com/sites/zackomalleygreenburg/2015/02/08/pentatonix-wins-first-grammy-in-watershed-moment-for-a-cappella/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica