Parco Aldo Aniasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Parco di Trenno)
Parco Aldo Aniasi
ParcoDiTrennoMilano.jpg
Uno dei lunghi viali rettilinei del parco
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàMilano
IndirizzoMunicipio 7 e Municipio 8, a ovest della città, a nord della via Harar
Caratteristiche
Tipoparco urbano
Superficie590.547 m2
Inaugurazionea partire dal 1971
GestoreComune di Milano
Aperturasenza recinzione
Ingressi
  • via Novara
  • via Cascina Bellaria
  • via Gorlini
  • via Giorgi
  • via Lampugnano
NoteRientra nei confini del Parco Agricolo Sud Milano e ne fa parte
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°29′04″N 9°06′26″E / 45.484444°N 9.107222°E45.484444; 9.107222

Il Parco Aldo Aniasi, già Parco di Trenno, è uno dei parchi più grandi di Milano. È caratterizzato da ampi prati e lunghi viali rettilinei, percorribili sia a piedi che in bicicletta. Situato al confine fra il Municipio 7 e il Municipio 8 nel nord-ovest della città, è adiacente al borgo omonimo ed al galoppatoio di San Siro, con le relative piste di allenamento che sono visibili dall'interno del parco al di là di una siepe che delimita tutto il lato est del parco stesso.

Breve storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area di proprietà Scheibler su cui sorge, dopo essere stata durante la prima guerra mondiale un campo d'aviazione militare, fu coltivata fino agli anni '70; nel perimetro del parco vi sono due cascine entrambe attive fino a poco prima della sua realizzazione nel 1971, la Cassinetta di Trenno a nord e la Cascina Bellaria a sud.

Dal 24 novembre 1916 era sede della 74ª Squadriglia fino al 12 settembre 1917 quando diventa 122ª Squadriglia che resta fino al 30 novembre 1918 e dal 1918 della 108ª Squadriglia e della 109ª Squadriglia fino al 30 novembre. I due fontanili, che con le loro diramazioni irrigavano l'area, sono inattivi da anni: erano il fontanile Santa Maria nei pressi della cascina Bellaria e il fontanile Cagnola, da nord a sud lungo la strada che ancora oggi attraversa l'intero parco. Un ramo di questo, verso ovest e collegato con il canale Villoresi, dà ancora acqua alle campagne circostanti. All'interno del parco è situato il cimitero dei Caduti di guerra anglo-americani della Seconda Guerra Mondiale (Milan War Cemetery).

Dal 2012 il parco è intitolato ad Aldo Aniasi, sindaco di Milano dal 1967 al 1976[1].

Sport nel parco[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un parco dalle caratteristiche prettamente sportive: ci sono infatti spazi di libero accesso attrezzati specificatamente per bocce, tennis, calcio, pattinaggio, ciclismo (con pista ciclabile, utilizzata anche per jogging), percorso vita, basket, volley, beach-volley, rugby. Ma esistono anche spazi liberi molto ampi che si prestano a svariate attività motorie anche semi-organizzate o addirittura improvvisate.

Alberi presenti[modifica | modifica wikitesto]

Abete di Douglas, abete rosso, acero, ailanto, betulla, biancospino, carpino bianco, ciliegio, frassino, gelso, olmo, ontano, pino, pioppo cipressino e nero, platano, pruno, quercia rossa, robinia, tiglio, albero dei tulipani.

Gli alberi nel Parco di Trenno sono disposti in gruppi monospecie

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Parco di Trenno intitolato ad Aldo Aniasi, su comune.milano.it. URL consultato il 25 gennaio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV., Enciclopedia di Milano, Milano, Franco Maria Ricci Editore, 1997.
  • AA. VV., Cascine a Milano, a cura dell'Ufficio editoriale del Comune di Milano, 1987
  • Comune di Milano - Arredo, Decoro Urbano e Verde - Settore Tecnico Arredo Urbano e Verde, 50+ parchi giardini, Comune di Milano / Paysage. ed. 2010/2011

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]