Prunus cerasifera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Disambiguazione – "Mirabolano" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Mirabolano (disambigua).
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Àmolo
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) Eurosidi I
Ordine Rosales
Famiglia Rosaceae
Sottofamiglia Amygdaloideae
Tribù Amygdaleae
Genere Prunus
Specie P. cerasifera
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Rosales
Famiglia Rosaceae
Genere Prunus
Specie P. cerasifera
Nomenclatura binomiale
Prunus cerasifera
Ehrh., 1784
Sinonimi

ciliegio-susino

Nomi comuni

mirabolano
marusticano
brombolo
àmolo
amuo
amoo
amoi

L'àmolo (Prunus cerasifera Ehrh., 1784), detto anche mirabolano, brombolo, marusticano o semplicemente rusticano, è una pianta appartenente alla famiglia delle Rosaceae[1]. È un albero da frutto, ma spesso è usato anche come ornamentale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Frutti acerbi dell'àmolo sulla pianta

Si tratta di un albero o un grosso arbusto, latifoglie e con fogliame deciduo, alto fino a 6-7 metri, con chioma globosa espansa di colore verde chiaro (rosso nella varietà 'Pissardii'). Ha tronco eretto, sinuoso, presto ramificato, con corteccia di colore bruno-rossiccio, fessurata e squamata negli esemplari adulti.

Le foglie sono ovate o ellittiche, grandi fino a 4x6 cm, con apice affusolato e margine seghettato; pagina superiore è di colore verde (rosso nella varietà 'Pissardii'), pagina inferiore più chiara, con peli lungo le nervature.

L'àmolo ha fiori che variano dal bianco al rosa, con un diametro compreso tra i 2 e i 2,5 centimetri, inseriti singolarmente su corti piccioli. Fiorisce in marzo-aprile, prima o assieme alla comparsa alle foglie.

I frutti, detti àmole, sono drupe rotonde del diametro di 2–3 cm, di colore giallo o rosso cupo. Sono simili alle ciliegie, ma all'interno ricordano le prugne. Aspri da acerbi, diventano dolci raggiunta la maturazione.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il mirabolano è tipico dell'Europa centrale ed orientale e dell'Asia centrale e sud-occidentale. Si trova diffuso allo stato selvatico anche in Italia.

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

È un albero rustico, non ha bisogno di molte annaffiature, è resistente a molti parassiti, non teme il freddo ed è adattabile a diversi suoli. Viene usato soprattutto come pianta portainnesti per alcune specie di Prunus coltivate. È inoltre molto impiegato come pianta ornamentale per i parchi, i giardini e le siepi, nelle varietà con foglie colorate.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Viene apprezzato per i frutti, che maturano a giugno-luglio (a seconda delle varietà) e possono essere usati per preparare confetture. Hanno un ruolo importante nella cucina georgiana, in cui vengono utilizzati per la produzione della salsa tkemali e per la preparazione di piatti come la zuppa kharchò e lo stufato chakapuli. Nella cucina azera vengono consumati sotto forma di salsa o come condimento per zuppe e piatti a base di pesce.

La pianta è mellifera, i fiori sono molto bottinati dalle api, ma non si riesce a produrne miele monoflorale per la limitata diffusione della specie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Prunus cerasifera, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 16/11/2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85023102 · GND (DE4433611-1 · J9U (ENHE987007285069105171
  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica