Drupa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La pesca è una tipica drupa

Una drupa è un frutto carnoso indeiscente (cioè che, anche giunto a completa maturazione, non si apre spontaneamente per fare uscire il seme) con una parte esterna sottile (l'esocarpo membranoso, detto "buccia"), una parte centrale carnosa (il mesocarpo carnoso e succoso, detto "polpa") ed una parte interna legnosa (endocarpo legnoso, detto "nocciolo"), che contiene al suo interno un solo seme osseo.

Le piante che producono drupe affidano la loro riproduzione agli animali che si cibano di questi frutti, attratti dalla polpa che è spesso dolce e saporita. Il nocciolo viene spesso ingoiato, e grazie all'endocarpo coriaceo, il seme passa indenne il tratto digestivo di questi animali.

Esempi di drupe includono tutti i membri del genere Prunus, tra cui pesca, albicocca, ciliegia, prugna e mandorla, nonché, al di fuori di questo genere, oliva, pistacchio, mango, caffè, noce e cocco.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]