Latifoglie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ontano verde, un esempio di latifoglia

Si definiscono latifoglie quelle piante, alberi o arbusti, erbacee o legnose, caratterizzate da foglie larghe a prescindere dalla loro forma. il termine latifoglie si contrappone all'altro aghifoglie, cioè con foglie filiformi. Il termine è impreciso se usato in ambito scientifico, ed è comunemente utilizzato come sinonimo di Angiospermae. Molte piante latifoglie sono anche caducifoglie, ma ce ne sono anche di sempreverdi con la lamina ampia, per esempio: il carrubo Ceratonia siliqua.

esempi tra le caducifoglie sono: il pistacchio pistacia vera, il biancospino comune Crataegus oxyacantha, il gelso nero morus nigra, il sorbo domestico Sorbus domestica, il kako Diospyros kaki, il corniolo cornus mas, il nespolo comune Mespilus germanica, il giuggiolo Ziziphus jujuba, ecc...

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4123615-4
Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica