Ulmaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ulmacee
Ulmus glabra.jpg
Foglie e frutti di Ulmus glabra
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) Eurosidi I
Ordine Rosales
Famiglia Ulmaceae
Mirb., 1815
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Urticales
Famiglia Ulmaceae
Generi

vedi testo

Ulmaceae Mirb., 1815 è una famiglia di angiosperme eudicotiledoni a portamento arboreo appartenenti all'ordine Rosales.[1] Questi alberi sono diffusi prevalentemente nelle zone temperate dell'emisfero boreale (Europa, Asia e Nordamerica). Popolazioni isolate si trovano anche in America centrale, Sudamerica, Nordafrica e Indonesia. La famiglia non è presente in Australasia.

Descrizione e usi[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia raggruppa piante arboree e arbusti decidui con mucillagini nei tessuti fogliari e nella scorza.

Le foglie sono semplici e sono spesso caratterizzate dalla base asimmetrica.

I fiori sono poco appariscenti, ermafroditi o unisessuali.

Il frutto può essere una samara o una drupa.[2]

Planera, Ulmus e Zelkova sono tutti coltivati come alberi ornamentali. Ulmus fornisce alberi da legname importanti soprattutto per i mobili. U. rubra, nordamericano, è una pianta medicinale nota per la proprietà emolliente della sua corteccia interna e autorizzato alla vendita dalla U.S. Food and Drug Administration[3].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La classificazione APG IV inserisce questa famiglia nell'ordine Rosales.[1] Il sistema Cronquist classificava Ulmaceae nell'ordine Urticales.[4]

In passato suddivisa in due sottofamiglie, Celtidoideae e Ulmoideae, Ulmaceae contiene solo i generi precedentemente attribuiti alla seconda: i generi inseriti in Celtidoideae sono stati riclassificati all'interno della famiglia Cannabaceae sulla base di caratteri morfologici e molecolari.[2]

Sono quindi riconosciuti i seguenti generi:[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) The Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the ordines and families of flowering plants: APG IV, in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 181, n. 1, 2016, pp. 1–20.
  2. ^ a b c (EN) Ulmaceae Mirb., su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 9 aprile 2021.
  3. ^ Braun, Lesley; Cohen, Marc, Herbs and Natural Supplements: An Evidence-Based Guide (2nd ed.)., 2006.
    «p. 586 Although Slippery Elm has not been scientifically investigated, the FDA has approved it as a safe demulcent substance.».
  4. ^ (EN) Cronquist A., The evolution and classification of flowering plants, Bronx, NY, New York Botanical Garden, 1988.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85139445 · GND (DE7675136-3
Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica