Arbusto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Cespuglio" rimanda qui. Se stai cercando la forma di allevamento dell'olivo, vedi Cespuglio (potatura).
Buxus sempervirens, un arbusto

Un arbusto è un vegetale simile all'albero, una pianta legnosa perenne, i cui rami si separano dal Fusto centrale molto vicino al terreno, o il cui tronco non è presente del tutto. Viene chiamato anche frutice e da alcuni è usato come sinonimo del termine cespuglio. Spesso gli arbusti, anche quando sono piante adulte, risultano più grandi in larghezza che in altezza, essendo la loro chioma formata dall'insieme dei rami e delle foglie.

Con il termine arbusto si intende, quindi, una pianta legnosa la cui altezza non supera in genere i 5 metri, che mantiene in modo perenne una parte della vegetazione legnosa durante tutto l'anno. Tra le forme biologiche quella che gli si addice è fanerofita cespugliosa, ossia pianta legnosa con portamento cespuglioso. Se possiodono il tronco è breve e talvolta contorto, anche le branche sono molto ramificate e sinuose.

Talvolta con costanti potature si mantiene a forma di cespuglio una pianta che, se lasciata libera di crescere, diventerebbe un albero, ad esempio per facilitare la raccolta o mantenerla di piccole dimensioni.

Arbusti comuni sono il corniolo cornus mas, il biancospino Crataegus monogyna, il crespino berberis vulgaris, il sambuco Sambucus nigra, il mirto myrtus communis, l'alloro laurus nobilis, il ginepro juniperus communis, la marruca Paliurus spina-christi, ecc...

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN: (ENsh85122148 · GND: (DE4057974-8
Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica