Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Orhan I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orhan I
Gazi
Orhan Gazi.jpg
Sultano dell'Impero Ottomano
Stemma
In carica 1326 –
1362
Predecessore Osman I
Successore Murad I
Nome completo Orhân Gâzî
Trattamento Bey (carica)
Nascita Söğüt, 1281
Morte Bursa, 1362
Dinastia Ottomana
Padre Osman I
Madre Malhun Hatun
Consorte Nilüfer Hatun
Figli Murad I
Religione Islam
Firma Tughra of Orhan.JPG

Orhan I (in turco ottomano اورخان غازی, in turco Orhan Gazi o Orhan Bey, ovvero Orkhan Ghazi e Orkhan Bey; in italiano: Orcano I[1][2]; 12841359) fu il secondo bey - o capo - del nascente Impero Ottomano. Regnò dal 1326 fino alla morte.

Durante il regno di Orhan si ebbe il primo scontro (battaglia di Pelekanon) della storia fra i Bizantini, che ancora regnavano su parte dell'Anatolia e gli Ottomani, che ne uscirono vincitori. Inoltre dopo un assedio di quasi quattro anni gli Ottomani espugnarono con successo la roccaforte bizantina di Nicomedia, aprendosi così la strada verso Costantinopoli.

Matrimoni e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Orhan ebbe più mogli e concubine; l'ordine dei matrimoni è incerto.

  • Egli ebbe almeno tre figli, la cui madre (o le cui madri) non è nota (non son note):
    • Suleyman Pasha (c. 1316 – 1357), figlio più anziano e presunto erede al trono, che fu l'autore dell'espansione ottomana nella Tracia. Morì a causa di una caduta da cavallo, poco dopo la cattura del fratello Khalil da parte di pirati genovesi. Fu sepolto vicino a Bolayir, a nord di Gallipoli e la sua tomba è visibile ancor oggi;
    • Sultan Bey (1324 – 1362);
    • Khadijah Khanum, che sposò Damad Süleyman Bey, figlio di Savji Bey e quindi nipote di Osman I.
  • nel 1316 Orhan sposò Asporsa di Bisanzio dalla quale ebbe due figli:
    • Ibrahim (1316 – 1362), governatore di Eskişehir, giustiziato per ordine del fratellastro Murad I;
    • Fatima.
  • nel 1346 Orhan sposò Teodora Maria Cantacuzena (nata 1332), principessa bizantina, figlia di Giovanni VI Cantacuzeno, imperatore bizantino, e di Irene Asanina; da Teodora Maria, Orhan ebbe i suoi due ultimi figli:
    • Ibrahim († 1362);
    • Khalil or Halil (1347 – 1362), che ancor giovane fu catturato da pirati genovesi a scopo di riscatto e l'imperatore bizantino e futuro suocero Giovanni V Paleologo fu determinante per il suo definitivo rilascio. Halil ne sposò poi la figlia Irene.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I conti della storia con la Bibbia di Severino Proietti e Tian Yingshi, pag. 278, Akkuaria, Catania 2005
  2. ^ Tasso di Claudio Gigante, pag. 143, Salerno editrice, Roma 2007
  3. ^ (EN) Steven Runciman, The Fall of Constantinople, Cambridge University Press, p.36
  4. ^ (EN) Heath W. Lowry, The Nature of the Early Ottoman State, SUNY Press, 2003, p.153
  5. ^ (EN) Stanford Jay Shaw, History of the Ottoman Empire and Modern Turkey, Cambridge University Press, p.24
  6. ^ (EN) Ferdinand Helmolt, The World's History, W. Heinemann, 1907, p.293
  7. ^ (EN) John Fine, The Late Medieval Balkans, p.410. University of Michigan Press, 1994. ISBN 0-472-08260-4
  8. ^ (EN) Lord Kinross, The Ottoman Centuries, Morrow Quill, 1977. ISBN 0-688-03093-9, p.58-59.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sultano ottomano Successore
Osman I 1326-1359 Murad I
Controllo di autorità VIAF: (EN69822599 · GND: (DE122922999