Ahmed II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ahmed II
Sultano dell'Impero ottomano
In carica22 giugno 1691 –
6 febbraio 1695
PredecessoreSolimano II
SuccessoreMustafa II
TrattamentoPadiscià
Altri titoliCaliffo dell’Islam
Amir al-Mu'minin
Custode delle due Sacre Moschee
Qaysar-ı Rum (Cesare dei Romei)
NascitaPalazzo di Topkapı, 25 febbraio 1643
MorteEdirne, 6 febbraio 1695
Luogo di sepolturaMoschea di Solimano, Istanbul
DinastiaOttomana
PadreIbrahim I
MadreMuazzez Sultan
ConsorteRabia Sultan
Şayeste Hatun
FigliŞehzade Ibrahim
Şehzade Selim
Asiye Sultan
Atike Sultan contestata
Hatice Sultan
ReligioneIslam sunnita
Firma

Ahmed II (in arabo: أحمد الثانى‎, Aḥmed-i sānī; Palazzo di Topkapı, 25 febbraio 1643Edirne, 6 febbraio 1695) fu sultano dell'Impero ottomano dal 1691 alla morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del sultano Ibrahim I (1640-1648) e fratellastro di Mehmet IV (1648-1687) e Solimano II (1687-1691), successe a quest'ultimo nel 1691.

Il suo atto più noto fu confermare Mustafa Köprülü alla carica di Gran Visir mentre era ancora in corso la guerra contro la Lega Santa. Appena poche settimane dopo la sua ascesa al trono, però, l'esercito ottomano subì una devastante sconfitta nella battaglia di Slankamen (19 agosto 1691) contro gli Austriaci guidati dal margravio del Baden-Baden Luigi Guglielmo, e dovette ritirarsi dall'Ungheria; lo stesso Gran Visir rimase ucciso.

Durante i quattro anni di regno di Ahmed II, sconfitte e disastri per l'impero si susseguirono (tra l'altro, i Veneziani riconquistarono l'isola di Chio), finché nel 1695 il sultano morì, stremato dalla malattia e dai dispiaceri.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Consorti[modifica | modifica wikitesto]

Ahmed II aveva due consorti note:

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Ahmed II aveva due figli:

  • Şehzade Ibrahim (Edirne, 7 ottobre 1692 - Costantinopoli, 4 maggio 1714) con Rabia Sultan, era il gemello di Şehzade Selim. Ancora bambino alla morte del padre, passò l'intera vita recluso nel kafes, dove morì[3].
  • Şehzade Selim (Edirne, 7 ottobre 1692 - Edirne, 25 maggio 1693) con Rabia Sultan, era il gemello di Şehzade Ibrahim[3].

Figlie[modifica | modifica wikitesto]

Ahmed II aveva, presumibilmente, tre figlie:

  • Asiye Sultan (Edirne, 23 ottobre 1694 - Costantinopoli, 9 dicembre 1695) - con Rabia Sultan. Morì a Palazzo Vecchio[4][5].
  • Atike Sultan (Edirne, 24 ottobre 1694? - ?). La sua esistenza è controversa. A causa del nome simile e della data di nascita quasi identica alcuni storici credono possa essere la stessa Asiye, la cui nascita sarebbe stata registrata erroneamente da alcuni, o che Atike fosse il secondo nome di Asiye. Se invece era una principessa diversa, probabilmente era figlia di Şayeste Hatun[6].
  • Hatice Sultan (Edirne, ? -  ?) - probabilmente con Şayeste Hatun[6]. Morta durante l'infanzia.

Oltre alle sue figlie, Ahmed II era profondamente legato a sua nipote Ümmügülsüm Sultan, figlia del suo fratellastro Mehmed IV, tanto da trattarla come se fosse sua figlia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Uluçay 1980, p. 114.
  2. ^ Sakaoğlu 2015, pag. 390
  3. ^ a b Mehmed Agha 2012, pp. 1466–67, 1483–84, 1580.
  4. ^ Mehmed Agha 2012, pp. 1466–67, 1483–84, 1580
  5. ^ Uluçay 1980, p. 115.
  6. ^ a b Uluçay 1980, pp. 114–115

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Justin McCarthy, I turchi ottomani, Genova, ECIG, 2005, ISBN 88-7544-032-8.
  • Sakaoğlu Necdet, The Female Sultans of This Property : Valide Sultans, Hatuns, Hasekis, Ladies and Gentlemen, in Bu mülkün kadın sultanları : valide sultanlar, hatunlar, hasekiler, kadinefendiler, sultanefendiler, İstanbul, Alfa publications, 2015, ISBN 9786051710792.
  • Uluçay M. Çağatay, Padişahların kadınları ve kızları, İstanbul, Türk Tarih Kurumu Basımevi, 1980, ISBN 978-9754378405.
  • Silahdar Mehmed Agha, ZEYL-İ FEZLEKE (1065-22 Ca.1106 / 1654-7 Şubat 1695), 2012, pp. 1466-67, 1483-84, 1580.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sultano ottomano Successore
Solimano II 1691-1695 Mustafa II
Predecessore Califfo dell'Islam Successore
Solimano II 1691-1695 Mustafa II
Controllo di autoritàVIAF (EN232168731 · CERL cnp01424627 · LCCN (ENno2018174928 · GND (DE101975981X · WorldCat Identities (ENlccn-no2018174928