Nobraino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nobraino
Nobraino.jpg
I Nobraino in concerto al Teatro C. di Livorno il 18 gennaio 2011.
Paese d'origineItalia Italia
(Riccione)
GenereRock
Folk rock
Indie rock
Blues rock
Jazz
Musica d'autore
Periodo di attività musicale1996 – in attività
EtichettaWarner Music Italy
Album pubblicati6
Studio4
Live1
Raccolte1
Sito ufficiale

I Nobraino sono una band folk rock italiana formatasi nel 1996 a Riccione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In base a quanto riferiscono i membri della band provavano in una saletta improvvisata nei magazzini della palestra.[1] Nel 2006, sotto produzione di Andrea Felli esce The Best Of,[1] disco che raccoglie i lavori dei Nobraino dagli esordi sino al 2006. Tra il 2007 e il 2008 partecipano a molte manifestazioni locali e anche come gruppo spalla di Roy Paci & Aretuska, Marta sui tubi e Morgan.[1]

Questo periodo particolarmente prolifico porta alla produzione di Live al Vidia Club, disco live che contiene 7 inediti e 2 cover (Morna di Vinicio Capossela e Ma che freddo fa di Franco Migliacci e Claudio Mattone, incisa in origine dai Rokes e da Nada). In questo periodo i Nobraino vincono diversi riconoscimenti come DemoRai e Sele d'oro.[1] Nel 2008 vincono il premio MArteLive e firmano un contratto discografico con la MArteLabel.

Nel 2010 esce l'album No USA! No UK!, prodotto sotto la direzione artistica di Giorgio Canali ed edito dall'etichetta discografica indipendente MArteLabel; il 19 febbraio dello stesso anno partecipano al Dopo-Festival di Sanremo[1], l'11 e il 12 marzo, l'1 e il 4 giugno e il 18 e 19 novembre sono ospiti della trasmissione di Serena Dandini, Parla con me. Nello stesso anno vincono il sondaggio "Nuova Musica Italiana", indetto dalla rivista mensile xL.[2] Sempre nel 2010 il brano L'onesta monarchia di Luigi Filippo viene inserito nella compilation La leva cantautorale degli anni zero.

Il 3 marzo 2011 i Nobraino inaugurano a Longiano il Fantomatico Tour dei Teatri, un tour in cui propongono, di teatro in teatro, nuovi pezzi in forma acustica. Ad accompagnarli, oltre al trombettista Barbatosta, c'è il violinista Laurence Cocchiara (Sig. Laurence) dei This Harmony.[3] Sempre nel 2011 hanno vinto al MEI di Faenza il premio speciale per il "miglior tour dell'anno".[4] In novembre si sono esibiti come ospiti al Teatro Ariston di Sanremo in occasione del Premio Tenco.

Nel gennaio 2012 annunciano l'uscita dell'album Disco d'oro, pubblicato il 9 marzo seguente per MArteLabel.[5] Il disco, registrato da Manuele “MaxStirner” Fusaroli, contiene i singoli Film muto e Record del mondo. Il 1º maggio 2012 partecipano al Concerto del Primo Maggio a Roma, facendosi notare per l'originale esibizione che accompagna l'esecuzione de Il mangiabandiere.[6]

Nel 2013 si dedicano alle registrazioni del successivo album e ad una tournée che tocca ogni regione d'Italia in cui presentano diversi nuovi brani come Bigamionista, Lo scrittore ed Esca viva.[7]

Il 10 gennaio 2014 viene pubblicato il singolo Bigamionista, che anticipa la pubblicazione del nuovo album in studio della band, prevista per il 4 febbraio su Warner Music. Il brano racconta di un camionista che lavora per anni sulla tratta Marsiglia-Siviglia e che decide di prendere moglie in entrambe le città (da qui il titolo, crasi di "bigamo" e "camionista").[8] Il video del singolo è diretto da Gianluca "Calu" Montesano.[9] Con uno spot-cortometraggio pubblicato su Vimeo il 17 gennaio 2014 presentano il titolo del disco, che è L'ultimo dei Nobraino.[10]

Il 1º maggio 2014 il gruppo si esibisce a Taranto in occasione del concerto del Primo Maggio organizzato dal Comitato dei cittadini e lavoratori liberi e pensanti (direttori artistici Michele Riondino e Roy Paci, conduttori Luca Barbarossa, Valentina Petrini e Andrea Rivera) e che vede la partecipazione anche di Vinicio Capossela, Caparezza, Afterhours, Sud Sound System, Tre allegri ragazzi morti, Après La Classe, 99 Posse, Paola Turci e altri artisti.[11]

La band viene invitata a partecipare anche al concerto del Primo Maggio di Taranto del 2015, ma in seguito ad un post, frainteso dai più, sugli emigranti morti vengono esclusi dagli organizzatori dell'evento[12].

Nel giugno 2016 il gruppo pubblica il video del brano Vertigini. Nel novembre seguente pubblica l'album 3460608524. Il titolo del disco è un numero di cellulare a cui gli stessi membri del gruppo intendono rispondere con l'avvio del tour, per stabilire un contatto più diretto con il proprio pubblico.[13]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Principale[modifica | modifica wikitesto]

  • Lorenzo Kruger - voce
  • Néstor Fabbri - chitarra
  • Davide Jr. Barbatosta - tromba,chitarra, II voce
  • Bartok - basso
  • Il Vix - batteria

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Album live[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock