Nissan 300ZX

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nissan 300ZX
87-89 Nissan 300ZX.jpg
Nissan 300ZX modello 1987-89
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Nissan Motor Co.
Tipo principale Coupé
Produzione dal 1983 al 2000
Sostituisce la Datsun 240Z
Sostituita da Nissan 350Z
Esemplari prodotti 494.070
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4460 mm
Larghezza 1820 mm
Altezza 1250 mm
Passo 2320 mm
Massa 1510 kg
300ZX.jpg
Seconda versione della 300ZX

La Nissan 300ZX, conosciuta anche come Nissan Fairlady Z, è una vettura sportiva che è stata prodotta da Nissan. Essa comprende la terza e la quarta generazione di Z-car line-up, rispettivamente, date le denominazioni dei telai Z31 (1983-1989) e Z32 (1990-2000). Denominazioni simili, quindi, ma che contraddistingono due vetture totalmente differenti. [1]

Il nome, 300ZX, segue la convenzione numerica avviata con la 240Z e presentata da Yutaka Katayama, una volta presidente della Nissan Motors Stati Uniti d'America. La "X" è stata aggiunta al nome del modello del suo predecessore, che significa "di lusso". Il nome è stato utilizzato nella maggior parte dei mercati con poche eccezioni, compreso il mercato giapponese, dove è stata venduta come "Fairlady Z".

La Z31 e Z32 utilizzano un 3.0 litri, V6 aspirato o single-turbo (Z31) o twin turbo(Z32). Sebbene entrambi i motori siano dalla stessa serie VG e abbiano la stessa cilindrata, la potenza del Z32's VG30DE e VG 30DETT è superiore al Z31. Il VG30DE ha anche un doppio asse a camme in testa e fasatura variabile sull'aspirazione, mentre la vecchia VG30 ha un unico asse a camme in testa. La Z32 aspirata ha 222 cv (166 kW) e 198 lb ft (268 N·m) di coppia rispetto alla Z31 con 160-165 cv e 174 lb ft (236 N·m) di coppia. Allo stesso modo, il Twin-Turbo Z32 ha 283 cv (220 kW) e 283 lb ft (384 N·m) di coppia rispetto al singolo turbo Z31, che ha 200-205 cv e 227 lb ft (308 N·m). La Z32 twin turbo ha anche un doppio intercooler a differenza della z31 turbo.

Z31: Il telaio è stato concepito dopo il precedente Z-car, la Nissan 280ZX, e ha avuto due edizioni speciali basate su di esso. Il 50 ° Anniversario Edizione incentrato sul lusso, per celebrare i 50 anni della società nel 1984, e la speciale Shiro, uscita 4 anni più tardi, che vantava aggiornamenti orientati alle prestrazioni. Il telaio e lo [2] [3] styling sarebbero stati completamente riprogettati con il rilascio della Z32, vettura completamente nuova, che tende verso le curve sottili e con una più efficiente aerodinamica. Il nuovo telaio caratterizzato anche dalle ruote sterzanti posteriori a comando idraulico chiamato HICAS (modificata nel 1994 con attuatori elettrici chiamato SuperHICAS), è nella "top-of-the-line" modelli. Anche se non si tratta di una edizione speciale, fu designato nel 1996 il Nissan finale 300 unità americane con il Commemorative Edition. La produzione della Z32 è cessata al di fuori del mercato domestico nel 1997, e in Giappone ha continuato fino ad agosto 2000 [4].

Fedele alla sua eredità, la 300ZX ha avuto notevoli vittorie, tra cui la serie 1986 Trans Am e la 1994 24 Ore di Daytona. Tuttavia, per politica e contestazioni di altre case di auto sportive, una controversa vittoria di classe GTS-1 alla 24 Ore di Le mans stesso anno [5] ha indotto l'International Motor Sports Association a dichiarare il motore twin turbo illegale per la futura concorrenza. [6] Il 300ZX anche il E / BMS terrà il record di velocità di 419,84 km / h (260,87 mph) dal 1991 Bonneville Speed Trial [7].

Nel corso della sua vita, la 300ZX è stata lodata dalla critica. Auto e Driver l'ha messa tra le dieci migliori auto per 7 anni consecutivi e Motor Trend ha rilasciato il 1990 Import Car of the Year.

Altri progetti

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili