Monster in my pocket

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Monster in my pocket è una catena di franchising affiliata alla ditta statunitense Mattel, produttrice di diversi prodotti per bambini e collezionisti incentrati sul tema dei mostri, intesi come creature mitologiche e del folklore. Tali prodotti comprendevano giocattoli, figurine, fumetti, videogiochi e, sull'onda del successo di questi, anche linee di abbigliamento e di accessori. In Italia, comunque, il nome viene solitamente associato alla sola linea di giocattoli, di gran lunga la più nota, che venne commercializzata in Italia nei primi anni novanta.

I giocattoli[modifica | modifica wikitesto]

I giocattoli dei Monster divennero all'epoca piuttosto famosi anche grazie ad una campagna pubblicitaria televisiva. Si trattava di una serie di piccole action-figure (pupazzetti statici, privi di parti snodate e mobili), rappresentanti mostri ed altri personaggi dell'immaginario . Nel mercato anglosassone vennero prodotte undici serie, per un computo totale di oltre 200 personaggi; non tutti, però vennero commercializzati in Italia. Ogni "monster" aveva anche una card associata che ne raccontava la storia e le caratteristiche fisiche. I personaggi più celebri della collezione erano ispirati a mostri come "l'uomo lupo", "lo zombie", "il vampiro", lo "yeti", ma vi si ritrovavano anche creature meno famose come la manticora, il pesce monaco, Baba Jaga, Jenny Dentiverdi ed il Tengu.

Le serie e i mostri[modifica | modifica wikitesto]

Serie 1

La prima e originale, del 1990.

Serie 2

Seguito della prima, datata 1992.

Serie 3

La terza serie, che includeva anche una sotto-serie composta da mostri poco conosciuti.

Serie 4 Super Scary

La quarta serie di mostri, tra i più vari.

Le altre serie

Uscirono altre serie, meno fortunate, influenzate dalla commercialità e dalla moda del tempo.

  • La Serie 5 Super Creepies, composta da aracnidi e insetti mostruosi.
  • La Serie 6 Dinosaurs/Skeleton Dinosaurs, composta da dinosauri o scheletri fossili di questi.
  • La Serie 7 Space Aliens, composta da alieni spaziali originali, composti in due gruppi (buoni e cattivi).
  • La Serie 8, denominata Monster Wrestlers in My Pocket, includeva dei wrestler con fattezze mostruose. Tra di essi spicca Tony la tigre, mascotte dei cereali Frosties.
  • La Serie 9, Monster Sport Stars in My Pocket, presentava dei mostri atleti di varie discipline spiortive.
  • La Serie 10, Monster Ninja Warriors in My Pocket, composta da mostri guerrieri ninja, gli unici a possedere armi.
Remake 2006

Mostri visti nelle prime serie, i modellini sono più curati e colorati nei dettagli, si suddividono in diverse categorie.

  • Bestie: Ciclope, La Bestia, Centauro, Ogre, Cerbero, Gremlin
  • Umanoidi: Lupo Mannaro, Il Mostro, Big Foot, Red Cap, Vampiro, Hobgoblin
  • Antichi: Idra, Tengu, Manticora, Kalì (nominata qui come maga a 6 braccia), Haniver, Caronte
  • Alati: Grifone, Arpia, Roc, Pantera Alata, Coccatrice, Catoblepa
  • Maniaci: Windigo, Uomo Scimmia, Vampiressa, Scienziato Pazzo, Jimmy Squarefoot, Gasser Mad
  • Morti: Zombie, Mummia, Scheletro, Tristo Mietitore, Uomo senza testa, Guardiano delle Tombe
  • Fantasmi: Fantasma, Uomo invisibile, Sirena, Poltergeist, Uomo Nero, Il Fantasma dell'opera
  • Mostri Marini: Bestia della palude, Tritone, Kraken, Mostri di Loch Ness, Pesce Vescovo, Leviatano

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Konami creò un videogioco basato sulla serie nel 1992 per Nintendo.

Harvey Comics produsse e rilasciò nel 1992 una serie di fumetti dedicati alla serie. Ne uscirono solo quattro albi bisestili, scritti da Dwayne McDuffie e disegnati da Gil Kane ed Ernie Colón, conclusasi con un finale aperto. In questa avventura i mostri si suddividono in due gruppi: i Buoni[1] guidati dal Vampiro e i Cattivi[2] guidati dal Warlock. I mostri buoni verranno rimpiccioliti da un incantesimo di Warlock e vivono delle grandi avventure, con i buoni che tenteranno di ritornare alle dimensioni originali aiutati da un bambino della California, Jack Miles.

Dalla serie ne fu tratta anche una serie animata di 6 episodi, ma ne venne rilasciato solo il secondo episodio come pilota, intitolato The Big Scream. L'episodio inizia con una rinarrazione dell'episodio precedente: il Dr. Henry Davenport, alias l'Uomo Invisibile, e i suoi compagni Big Ed (Il Mostro di Frankesntein), Wolfmon (il lupo mannaro) e la Mummia erano guardie carcerarie della montagna dei mostri, dove vi erano rinchiusi i mostri malvagi. Tuttavia, la fuga del Vampiro (qui antagonista) e un suo incantesimo rimpicciolisce montagna e mostri e li trasporta in California. Lì il Dr. Davenport e i suoi amici incontrano Carrie Raven, figlia di uno scrittore di romanzi horror, e stringono amicizia. I mostri buoni tentano di tornare alle loro dimensioni originarie con una pozione, ma falliranno, scoprendo però di tornarci temporaneamente quando Carrie ride. Anche i mostri malvagi si organizzano (il Vampiro, Medusa e il Mostro della Palude) e, dopo aver ripreso temporaneamente le dimensioni originali grazie alle urla di terrore di una donna in un film di un cinema drive-in, rapiscono Carrie per asservirsela con l'ipnosi. Dopo varie vicende i mostri buoni riescono a salvarla e Carrie decide di aiutarli nelle loro prossime avventure per sconfiggere i mostri malvagi.

Vi fu un altro videogioco-remake della serie nel 2005, intitolato Monster in My Pocket: The Quest.

Altri prodotti di merchandising furono un gioco di ruolo rilasciato nel 1991 e una serie di pupazzi sonori basati sui mostri della quarta serie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mostri Buoni: Vampiro, Mostro di Frankenstein, Lupo Mannaro, Vampiressa, Mummia, Hobgoblin, Jötunn, Scienziato Pazzo, Mostro della Palude, Fantasma dell'Opera e Golem
  2. ^ Mostri Cattivi: Warlock, Medusa, Jack il Saltatore, Ciclope, Ogre, Tengu, Karnak, Ectoplasma, Windigo, Sirena, Caronte e Spettro

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]