Drive-in

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la trasmissione televisiva umoristica italiana degli anni 1980, vedi Drive In (programma televisivo).

Un drive-in è un locale pubblico (per esempio un ristorante, un cinema o un teatro) in cui si può ricevere il servizio rimanendo in automobile.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo ristorante drive-in fu il Kirby's Pig Stand, che aprì a Dallas nel 1921 antesignano dei fast food restaurant moderni. Caratteristica dei ristoranti era il servizio offerto dalle carhops, giovani cameriere succintamente vestite che servivano i clienti sui pattini a rotelle.

Popolare tra i giovanissimi, il drive-in divenne uno dei simboli degli Stati Uniti degli anni cinquanta a seguito del boom automobilistico e della privacy che permetteva l'interno dell'auto. Addirittura il reverendo Robert Schuller a Garden Grove aprì la prima chiesa drive-in.

Vi sono riferimenti ai drive-in in film come Grease, F.B.I. - Operazione gatto e American Graffiti (che si apre proprio con una scena ambientata in uno di questi locali), La leggenda di Al, John e Jack, e in telefilm facenti riferimento a quell'epoca come ad esempio Happy Days, in cui l'Arnold's Drive-In è una delle principali location.

Il primo drive-in italiano fu inaugurato il 29 agosto 1957 tra Axa e Casal Palocco, a poca distanza dal litorale romano; lo schermo cinematografico, di 540 , si affaccia su un'area complessiva di 60 000 metri quadrati per una capienza di 750 automobili, ognuna delle quali fornita di altoparlante da agganciare alla portiera. Il primo film a venire proiettato nell'impianto fu La nonna Sabella di Dino Risi[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anche d'inverno il cinema per automobilisti, La Stampa, 24 agosto 1957

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema