I ragazzi della 56ª strada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I ragazzi della 56ª strada
I ragazzi della 56ma strada.JPG
Una scena del film
Titolo originale The Outsiders
Paese di produzione USA
Anno 1983
Durata 91 min
114 min (director's cut)
Rapporto 2.35 : 1
Genere drammatico
Regia Francis Ford Coppola
Soggetto dall'omonimo romanzo di S. E. Hinton
Sceneggiatura Kathleen Knutsen Rowel
Produttore Gray Frederickso, Fred Roos e Kim Aubry (director's cut)
Casa di produzione Zoetrope Studios
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Stephen H. Burum
Montaggio Anne Goursaud,
Rob Bonz (director's cut), Melissa Kent (director's cut) e Roy Waldspurger (director's cut)
Effetti speciali Dennis Dion
Musiche Carmine Coppola
Scenografia Dean Tavoularis
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I ragazzi della 56ª strada (The Outsiders) è un film del 1983 diretto da Francis Ford Coppola e tratto dal romanzo omonimo (1967) di S. E. Hinton.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tulsa, anni sessanta: i Greasers e i Socials sono due bande rivali. I primi sono poveri e abitano in periferia; i secondi invece sono ricchi e risiedono in quartieri borghesi. Ponyboy, Johnny e Dallas sono tre Greasers (nome riferito alla brillantina usata per acconciare i capelli) e i primi due, dopo essere stati aggrediti da alcuni Socials, ne ammazzano uno. Aiutati da Dallas, membro influente della banda, si nascondono in una chiesa abbandonata attendendo che le acque si calmino ed i nemici si tranquillizzino. Dopo una settimana, i ragazzi decidono di costituirsi, ma, nel frattempo, la chiesa che stanno per lasciare prende fuoco proprio mentre dei bambini di una scuola in gita scolastica la stanno visitando e PonyBoy e Johnny contribuiscono a salvarli ma, in seguito alla frattura della colonna vertebrale e alle ustioni riportate durante il salvataggio, Johnny muore in ospedale dopo alcuni giorni di agonia (celeberrima l'inquadratura da "sotto" di Johnny agonizzante). Dallas, disperato, si fa uccidere dai poliziotti. Intanto fra le due bande continuano le scaramucce mentre Ponyboy, anche per l'eroismo dimostrato nell'incendio, viene assolto dall'accusa di omicidio.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Ponyboy ha gli occhi verdi e grigi e i capelli lunghi pettinati all'indietro con la brillantina. Ama leggere e vedere film al cinema. Vive solo con i fratelli poiché i genitori sono morti in un incidente stradale.
  • Johnny è uno dei protagonisti principali, e rimane ucciso a 16 anni dalle ustioni e dalla frattura della colonna vertebrale dopo il salvataggio dei bambini. Molto sensibile, soffre l'esser ignorato quasi totalmente dai genitori. Uccide un membro della banda rivale per salvare la vita di Ponyboy.
  • Dallas è impulsivo, violento, grezzo e sicuro di sé. Tuttavia aiuta senza remore i due ragazzi quando si trovano nei guai. Muore ucciso da un poliziotto dopo aver rapinato un negozio (sconvolto per la perdita dell'amico Johnny).
  • Two-Bit detto Mickey per la maglietta con Topolino che porta sempre, è l'allegrone della banda, sempre pronto alla battuta.
  • Darrel è il fratello maggiore, ha 20 anni e lavora per mantenere i fratelli.
  • Sodapop ha 16 anni, è allegro e difende sempre il fratello durante i litigi con Darrel.

Tutti appartengono alla banda dei Greasers.

Versione Director's cut[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2005 è uscita in DVD la versione director's cut del film contenente 23 minuti di scene tagliate che rendono il film più fedele al libro da cui è tratto. Le più significative di queste scene sono:

  • Un diverso inizio di film dove sono presenti prima i titoli di testa e poi è mostrato Pony Boy scrivere.
  • Dopo l'inizio è presente una lunga scena nella quale Pony Boy, mentre torna a casa dal cinema, è aggredito dai Socials e salvato dai Greasers. Dopo il salvataggio di Pony Boy, la banda discute circa il fatto di andare al cinema.
  • Una scena di Pony Boy che dorme insieme al fratello il quale gli confida pure che vorrebbe sposare la fidanzata Sandy.
  • Una scena buffa con Pony Boy e Johnny che chiedono informazioni ad un gruppo di lavoratori.
  • Una sostituzione di scene all'interno della sequenza di Pony Boy e Johnny nella chiesa abbandonata di Windrixville: è aggiunto un momento in cui i due ragazzi discutono e piangono per quanto accaduto la notte prima, mentre è tagliato il montaggio di più momenti del soggiorno nella chiesa, senza dialoghi e con la canzone Stay gold di Stevie Wonder come nei titoli di testa e di coda.
  • Una scena successiva a quando PonyBoy e Two-Bit escono dalla camera dell'ospedale in cui è ricoverato Johnny e incontrano la madre alcoolizzata di quest'ultimo che impreca contro di loro perché il figlio ha chiesto di non vederla, e ottiene per tutta risposta un'accorata maledizione da parte di Two-Bit.
  • Diverse scene che seguono all'uccisione di Dallas prima di congiungersi all'ultimissima scena (PonyBoy che legge la lettera di Johnny e poi comincia a scrivere la storia di quanto accaduto) che originariamente la seguiva. Subito dopo l'arrivo dei ragazzi nel luogo dell'uccisione, Darrel sbotta contro i poliziotti insultandoli e PonyBoy sviene. La successiva scena mostra PonyBoy mezzo incosciente a letto e quindi si passa in tribunale con un montaggio veloce delle testimonianze di Cherry e Randy al processo contro PonyBoy. Un'altra scena vede PonyBoy a scuola che incontra Cherry la quale, come avvisato alla fine del primo incontro, non se la sente di salutarlo e intrattenersi davanti agli altri Socials con lui, quindi arriva il professore d'inglese di PonyBoy che gli assegna un tema scritto (futuro suo racconto di questa storia) perché rimedi "date le circostanze" al profitto calato negli ultimi tempi. Infine, in casa Curtis, un'ennesima discussione fra PonyBoy e il fratello maggiore Darrel fa "esplodere" il secondo dei tre fratelli, Sodapop, che lamenta di sentirsi sempre messo in mezzo per prender le parti dell'uno o dell'altro, e scappa via fra lo stupore dei due litiganti. In questa scena si nota pure che prima di "esplodere", Sodapop sfiora con un dito una busta postale: leggendo il libro, si capisce che è una scena ancora tagliata o comunque incompleta, poiché si tratta di una sua lettera indirizzata all'ormai ex fidanzata Sandy e rinviata al mittente: causa ulteriore, se non determinante, dell'insolita esplosione di Sodapop contro i due fratelli; e dal momento che i tre sono seduti a tavola a cenare e che questa lettera si trova accanto al piatto di Sodapop, si evince pure che il ragazzo intendesse parlarne e condividerne con loro il dispiacere, esser per una volta da loro aiutato invece di doverli sempre aiutare mettendo pace alle loro discussioni.

Incasso[modifica | modifica wikitesto]

Girato tra il 29 marzo e il giugno 1982 con un budget di $ 10.000.000, il film incassò nei soli Stati Uniti $ 25.600.000.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 è stata realizzata una serie televisiva intitolata Brillantina che funge da sequel al film.

L'episodio pilota della serie è stato editato in Italia in vhs col titolo I ragazzi della 56ª strada 2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema