Le belve (film 2012)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le belve
Le belve.JPG
Aaron Johnson e Taylor Kitsch in una scena del film.
Titolo originaleSavages
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2012
Durata131 minuti
Rapporto2,35 : 1
Genereazione, thriller, sentimentale, erotico, drammatico
RegiaOliver Stone
SoggettoDon Winslow
SceneggiaturaDon Winslow, Shane Salerno, Oliver Stone
ProduttoreMoritz Borman, Eric Kopeloff
Produttore esecutivoTodd Arnow, Shane Salerno, Fernando Sulichin
Casa di produzioneIxtlan / Onda
Distribuzione (Italia)Universal Pictures
FotografiaDaniel Mindel
MontaggioJoe Hutshing, Stuart Levy, Alex Marquez
MusicheAdam Peters
ScenografiaTomas Voth
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Le belve (Savages) è un film del 2012 diretto da Oliver Stone, basato sull'omonimo romanzo di Don Winslow, che ha curato la sceneggiatura assieme a Shane Salerno. I registi stanno lavorando al sequel che uscirà entro il 2019.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Laguna Beach: Ben, con due lauree in marketing e botanica a Berkeley, è pacifico e buddista; Chon invece è un ex Navy Seal dal carattere violento. I due per fare soldi coltivano marijuana grazie a Chon che durante il suo periodo in Afghanistan aveva preso dei semi di Cannabis. Ben, grazie alle sue conoscenze di botanica, la coltiva ed entrambi la vendono, protetti da Dennis un corrotto agente della Dea a cui Ben fornisce la cannabis per la moglie malata terminale. I due si innamorano della stessa ragazza: Ophelia, soprannominata "O". I tre vivono una vita da sogno finché il cartello messicano, comandato dalla spietata Elena e dal suo vice Lado, infastiditi dal loro business concorrenziale cercano prima di inserirli e poi sottometterli al loro giro. I due non accettano e i trafficanti messicani decidono quindi, per mano di Elena, di rapire Ophelia e ricattarli. Ben e Chon però non hanno intenzione di arrendersi facilmente e iniziano una "contro offensiva". I due rapiscono a loro volta la figlia di Elena intenzionati a scendere a patti con lei e scambiarsi le due donne rapite. L'accordo avviene ma all'incontro programmato per lo scambio scoppia una sparatoria durante la quale Elena rimane uccisa da Lado. Lado viene a sua volta ucciso da Ophelia che nel frattempo è riuscita a liberarsi. Prima di morire Lado riesce comunque a colpire con un proiettile Ben, che muore dissanguato. Chon e Ophelia vanno volontariamente in overdose da morfina per morire accanto al loro compagno Ben.

Questa è la conclusione sognata da Ophelia. In realtà, durante lo scambio Elena viene arrestata grazie a un'imboscata organizzata da Dennis. Sia la figlia di Elena che Ophelia vengono poi liberate mentre Ben e Chon sono catturati dalla polizia e rimangono in prigione alcune settimane. Dopo questi avvenimenti, Lado dà il via a un nuovo cartello della droga dove solo lui rimane al comando mentre Ben e Chon, una volta scarcerati si lasciano il passato alle spalle e partono con Ophelia, per l'Africa o forse per l'Indonesia, come inizialmente progettato.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese hanno avuto luogo interamente in California, tra il 6 luglio e 30 settembre 2011, con scene girate a Pacific Palisades e Laguna Beach.

Per il ruolo di Ophelia era stata inizialmente scelta Jennifer Lawrence, che ha però dovuto abbandonare il progetto per conflitti con le riprese di Hunger Games.[1]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 aprile 2012 è stata diffusa online una versione sottotitolata in italiano del trailer originale.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 6 luglio 2012. In Italia è stato distribuito da Universal Pictures il 25 ottobre 2012.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema